Storico: Arthur Schlesinger

Arthur Schlesinger

Nome: Arthur Schlesinger, Snr.

Vissuto: 1888-1965

Nazionalità: Americano

Professione (s): Storico, accademico

Libri: I mercanti coloniali e la rivoluzione americana (1918) L'ascesa della città (1933) Preludio all'indipendenza: la guerra dei giornali in Gran Bretagna 1764-1776 (1958) Nascita di una nazione: un ritratto del popolo americano alla vigilia dell'indipendenza (1968).

Prospettiva: Progressivo

Arthur Schlesinger era un accademico di Harvard e storico di spicco dell'inizio del 20 secolo.

Figlio di immigrati ebrei tedeschi, Schlesinger è nato in Ohio e ha studiato alla Ohio State University, laureandosi in 1910. Ha tenuto conferenze in Ohio e Iowa, quindi ha completato il dottorato alla Columbia University di New York City a 1918.

Nel 1924 Schlesinger si unì ad Harvard come professore di storia; sarebbe rimasto lì per tre decenni. È stato anche docente in visita presso le università di Londra, Edimburgo e Leida e presidente della American Historical Association. Suo figlio Arthur Schlesinger Jnr divenne uno storico acclamato, vincendo un premio Pulitzer e servendo come consigliere del presidente americano John F. Kennedy.

Dopo la morte di Schlesinger nell'ottobre 1965, è stato acclamato come uno storico rivoluzionario, un riformatore dell'educazione e un campione dei valori liberali e umanistici.

In termini di prospettiva, Arthur Schlesinger Snr. era principalmente uno storico progressista che era interessato a come gli sviluppi economici hanno influenzato la vita delle persone e delle comunità.

Il suo libro 1918 I mercanti coloniali e la rivoluzione americana ha tracciato un corso simile al lavoro di Charles Beard. I mercanti coloniali nelle città portuali americane, sostiene Schlesinger, non erano guidati dalla politica ma dall'interesse personale e dalla caccia ai profitti.

Prima della guerra franco-indiana, sostiene Schlesinger, i mercanti coloniali prosperavano sotto "salutare abbandono" ignorando o aggirando la legislazione mercantile britannica. Hanno approfittato del commercio imperiale impegnandosi nel contrabbando da e verso le colonie francesi nei Caraibi.

Il giro di vite della Gran Bretagna sul contrabbando e il commercio dal 1764 portò molti di questi mercanti ad allinearsi con i radicali politici, un gruppo che i mercanti avevano precedentemente disprezzato. Misure anti-britanniche come l'opposizione ai dazi di Townshend, gli accordi di non importazione e il Boston Tea Party, sostiene Schlesinger, erano quindi guidate dall'interesse personale dei mercanti coloniali, tanto quanto dall'idealismo politico o dalla preoccupazione per i diritti.

Citazioni

"L'attività più distintiva intrapresa dai commercianti è stata la formazione di accordi di non rapporto [non importazione]."

“Meno interessati alla politica che agli affari, i commercianti come classe di solito non si occupavano di questioni politiche. Ma quando i loro interessi sono stati messi a repentaglio, sono entrati in politica con un coraggio, e ci si può aspettare che portino le cose a modo loro ".

“I mercanti erano sensibili e articolati riguardo ai loro interessi come membri dell'impero britannico. Erano sempre in allerta per ottenere le migliori condizioni possibili dal governo interno ".

"Quel contrabbando con le isole straniere era vasto e importante, le prove sono abbondanti e incontestate."

"I contrabbandieri coloniali hanno sentito il primo impatto di un opposto interesse imperiale durante l'ultima guerra intercoloniale [la guerra franco-indiana] quando, avidi di grandi profitti, hanno fornito generi alimentari ai belligeranti francesi in America, per cui [i francesi] sono stati in grado di prolungare la guerra."

“I mercanti dei grandi porti del nord furono sorpresi dagli eccessi della folla e dalla distruzione di proprietà che la loro agitazione aveva causato ... Gli sviluppi degli anni 1767-1770, fomentati da interessi mercantili in gran parte, portarono i mercanti a una seria consapevolezza del potere crescente degli elementi irresponsabili e la deriva degli eventi verso l'illegalità. "

"L'esito disastroso di questa alleanza innaturale [tra mercanti coloniali e radicali politici] convinse i mercanti come classe che il loro benessere futuro dipendeva dal mantenimento dell'autorità britannica".

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Storico: Arthur Schlesinger"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/americanrevolution/historian-arthur-schlesinger/
Data di pubblicazione: 17 Marzo 2015
Data di accesso: Dicembre 06, 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.