Storico: Mercy Otis Warren

pietà, otis, warren

Nome: Mercy Otis Warren

Vissuto: 1728-1814

Nazionalità: Americano

Professione (s): Scrittore, cronista

Libri: Storia dell'ascesa, del progresso e della fine della rivoluzione americana (1805)

Prospettiva: Whig e anti-federalista

Mercy Otis Warren era un poeta, drammaturgo, cronista e una delle poche voci femminili di spicco della rivoluzione americana.

Nata Mercy Otis a Cape Cod, Massachusetts, era la sorella minore di James Otis, poi famoso per aver inventato lo slogan "La tassazione senza rappresentanza è tirannia".

La stessa Otis non ricevette alcuna istruzione formale, ma fu invece preparata per la vita domestica di una donna signorile. Eppure Otis viveva in una famiglia in cui l'istruzione, la letteratura, la legge e la politica erano fondamentali. Ha seguito le lezioni dei suoi fratelli e ha sviluppato una passione per l'istruzione, in particolare per la scrittura. 

Nel 1754, Mercy Otis sposò il suo secondo cugino, James Warren. In seguito è stato presidente della legislatura del Massachusetts e direttore finanziario dell'esercito continentale. Negli anni Settanta del Settecento Mercy Otis Warren contribuì attivamente ai comitati di corrispondenza del Massachusetts. Ha scritto diversi saggi e opuscoli a sostegno della rivoluzione, sebbene tutti siano stati pubblicati in forma anonima. Warren ha anche scambiato lettere con diversi importanti leader rivoluzionari, tra cui George Washington, Thomas Jefferson e John Adams.

Dopo la guerra d'indipendenza, Warren iniziò a pubblicare opere teatrali, satire e saggi politici a suo nome. Nel 1801, iniziò a raccogliere e riscrivere le sue note precedenti in un resoconto storico completo della rivoluzione. Warren's Storia dell'ascesa, del progresso e della fine della rivoluzione americana è stato pubblicato in tre volumi in 1805.

Storiograficamente, Warren fu un precursore degli storici Whig successivi. Considerava la Rivoluzione americana un grande atto di progresso politico e filosofico, una vera manifestazione di ideali dell'Illuminismo.

Warren ha elogiato i radicali che avevano portato alla rivoluzione: uomini come Samuel Adams, Patrick Henry e Jefferson. Era più critica nei confronti di coloro che credeva l'avessero fermato, in particolare Alexander Hamilton e John Adams.

Warren era un liberale che metteva la protezione e il progresso dei diritti individuali al di sopra di ogni altra cosa. Era critica nei confronti della schiavitù, sostenendo che non aveva posto negli Stati Uniti appena liberati. Si è inoltre opposta alla Costituzione, almeno inizialmente, ritenendo che non riuscisse a proteggere e garantire i diritti civili.

L'approvazione del Bill of Rights alleggerì le preoccupazioni di Warren e divenne una cauta sostenitrice della nuova repubblica fino alla sua morte nel 1814.

Citazioni

“L'amore per il dominio e una lussuria incontrollata di potere arbitrario hanno prevalso tra tutte le nazioni, e forse in proporzione ai gradi di civiltà. Sono stati ugualmente evidenti nel declino della virtù romana e nelle pagine oscure della storia britannica ".

“La storia della rivoluzione politica non ha mai mostrato un entusiasmo più generale per la causa della libertà ... L'intelligente yeomanry del paese, così come quelli istruiti in alte sfere, si convinsero che niente di meno che un piano sistematico di schiavitù era progettato contro di loro. "

"Pochi degli ufficiali esecutivi impiegati dal re di Gran Bretagna, e meno dei loro aderenti, erano qualificati per educazione, principio o inclinazione a placare il fermento dei tempi".

"... Allo stesso tempo [i coloni americani nel 1768] espiarono i loro doveri e attaccamento al re, e dettagliarono in termini di rispetto le rappresentazioni che erano state fatte ai suoi ministri, espressero la più audace determinazione a continuare un libero ma un persone leali. In effetti c'erano pochi, se non nessuno, che si concedevano l'idea di una separazione definitiva dalla Gran Bretagna in un periodo così presto ".

“L'America è armata di risolutezza e virtù. Ma ancora si ritrae all'idea di estrarre la spada contro la nazione da cui ha avuto origine. Eppure la Gran Bretagna, come un genitore innaturale, è pronta ad affondare il suo pugnale nel seno della sua affettuosa prole. Ma non possiamo sperare in misure più clementi ".

"Gli inglesi erano davvero di gran lunga superiori agli americani sotto ogni aspetto necessario alle operazioni militari, tranne il coraggio e la risolutezza rivitalizzati, il risultato di un successo improvviso dopo la disperazione".

“I generali Washington e Lee… hanno cenato con noi (a Watertown) tre giorni fa. Il primo di questi penso sia uno dei gentiluomini più amabili e compiuti, sia di persona, di mente e di modi, che abbia incontrato. Il secondo, che non avevo mai visto prima, mi sembra chiaro nella sua persona fino a un certo grado di bruttezza, incurante anche della scortesia; il suo abbigliamento ordinario, la sua voce ruvida, i suoi modi piuttosto cupi; tuttavia sensibile, dotto, giudizioso e penetrante ... "

“La nostra situazione è davvero delicata e critica. Da un lato, abbiamo bisogno di un governo federale forte fondato su principi che sosterranno la prosperità e l'unione delle colonie. Dall'altro, abbiamo lottato per la libertà e fatto sacrifici costosi al suo santuario e ci sono ancora molti tra noi che riveriscono troppo il suo nome per rinunciare (oltre un certo mezzo) ai diritti dell'uomo per la dignità del governo ".

"L'origine di ogni potere è nelle persone, e hanno un diritto incontestabile di controllare le creature della loro stessa creazione."

“È necessario che ogni americano ... fermi la diffusione di principi evidentemente distruttivi della causa per la quale hanno sanguinato. Deve essere la virtù combinata dei governanti e del popolo farlo, per salvare e salvare i loro diritti civili e religiosi dal braccio teso della tirannia, che può apparire sotto qualsiasi modo o forma di governo ".

"Una sovrabbondanza di ricchezza e una schiera di schiavi domestici bandiscono naturalmente un senso di libertà generale e nutrono i semi del tipo di indipendenza che di solito termina con l'aristocrazia".

"L'umanità può divertirsi con i sistemi teorici di libertà ... ma possiamo solo discernere il suo vero valore dagli effetti pratici e miserabili della schiavitù."

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Historian: Mercy Otis Warren"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/americanrevolution/historian-mercy-otis-warren/
Data di pubblicazione: 18 Marzo 2015
Data di accesso: 25 Novembre 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.