Nativi americani

nativi americani
"La morte di Jane McCrea", una rappresentazione dei nativi americani come barbari

I coloni britannici ed europei non erano gli unici abitanti del Nord America, né erano i primi. I nativi americani - soprannominati "indiani" dai primi esploratori che credevano erroneamente di essere sbarcati in India - vivevano vicino e oltre i margini degli insediamenti bianchi. Nessuno è sicuro delle cifre relative alla popolazione delle tribù native che vivono nel Nord America; le ipotesi migliori variano tra 800,000 e più di 10 milioni. C'erano più di 100 diversi gruppi tribali nella regione delle 13 colonie, ciascuno con la propria organizzazione, credenze spirituali e pratiche sociali. Alcune tribù erano nomadi e alcune si limitavano a una piccola area; la maggior parte faceva affidamento sulla caccia e la raccolta per la sussistenza, sebbene alcune tribù fossero attive nell'agricoltura. Proprio come gli australiani indigeni, i nativi americani guardavano all'arrivo degli europei con un misto di curiosità e indifferenza, pacifica convivenza e aperta ostilità. I coloni di Jamestown, in Virginia, all'inizio del 1600 provocarono una guerra con la tribù Powhatan, tuttavia più a nord i pellegrini di Plymouth non sarebbero potuti sopravvivere senza l'assistenza del popolo Wampanoag.

Ci sono stati segnali promettenti per tutto il XVII secolo che indigeni e coloni avrebbero potuto coesistere. Molti europei, soprattutto boscimani e gente di frontiera, furono in grado di stringere accordi con le tribù native sul commercio di pellicce e l'accesso ai corsi d'acqua per la pesca. Gli europei vendevano ai nativi beni moderni come vestiti di massa, gioielli e piccoli macchinari, sebbene vendessero loro anche rum e whisky di cui si abusava e armi che alimentavano le guerre tra tribù ostili. Con l'arrivo di più europei e l'aumento della domanda di terra, aumentarono anche le tensioni causate dai coloni che si trasferivano nelle terre tribali. I nuovi arrivati ​​in queste aree generalmente vedevano gli "indiani" come parassiti o parassiti, rifiutandosi di negoziare con loro per l'accesso alla terra o ai corsi d'acqua, cercando invece di scacciarli. La maggior parte delle tribù native non aveva il concetto di proprietà della terra, ma era spiritualmente connessa alla terra o ai punti di riferimento nella loro regione. La violenza tra coloni e indigeni ha continuato a crescere durante il 17. Nel frattempo i francesi, che occupavano la striscia fertile lungo le valli del Mississippi e dell'Ohio, nonché il Canada moderno, godevano di rapporti un po 'migliori con le tribù native, forse perché più coloni francesi erano cacciatori di pellicce e pescatori, quindi avevano meno bisogno di possedere tratti di terreno per l'agricoltura.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Nativi americani"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/americanrevolution/native-americans/
Data di pubblicazione: Gennaio 5, 2015
Data di accesso: 28 Novembre 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.