Sospensione delle assemblee coloniali

sospensione delle assemblee coloniali
Una pagina della lettera circolare di Samuel Adams che ha innescato il confronto tra Londra e le assemblee coloniali

Nel febbraio 1768 il radicale di Boston Samuel Adams, su suggerimento di alcuni delegati dell'assemblea del Massachusetts, scrisse una lettera aperta critica dei doveri di Townshend e del parlamento britannico. Questo documento, in seguito denominato "lettera circolare", affermava che gli atti di Townshend e i tentativi del parlamento di estrarre entrate dalle colonie americane erano incostituzionali. La lettera di Adams richiedeva un'azione unificata delle 13 colonie, al fine di imporre un cambiamento nella politica da Londra. La lettera circolare è stata approvata dall'assemblea del Massachusetts e inoltrata all'oratore di ogni altra assemblea coloniale.

In seguito all'incidente di Liberty del giugno 1768, il governatore del Massachusetts ricevette ordini da Londra: doveva comparire davanti all'assemblea locale e chiedere che revocassero il loro sostegno alla lettera di Adams. Il parlamento di Westminster era irritato dal fatto che la lettera di Adams, che promuoveva la disobbedienza e l'azione contro il governo, fosse stata approvata e fatta circolare liberamente. In Inghilterra, il segretario per gli affari coloniali dichiarò che la lettera era sediziosa e proibì a tutte le assemblee di approvarla; ordinò ai governatori reali di ordinare lo scioglimento di qualsiasi assemblea che continuasse a presentare o discutere la lettera circolare. Tramite il governatore, ha ordinato all'assemblea del Massachusetts di richiamare la lettera. L'assemblea ha deciso contro questo, 92 voti contro 17. Di conseguenza, è stata sciolta dal governatore, Francis Bernard. Boston era senza un governo per il 1768-9 e come risultato ci sarebbero stati molti disordini e violenze di massa.

Il punto di vista di uno storico:
“Il governo britannico è riuscito solo a rafforzare la resistenza americana con la sua frenetica reazione alla lettera circolare del Massachusetts. [Ministro coloniale di nuova nomina] Hillsborough ha reagito con orrore alla lettera circolare ... ordinando ai governatori reali di sciogliere tutte le assemblee coloniali che avrebbero osato approvarla. Per il Massachusetts [egli] ordinò che la sua adorata assemblea non potesse incontrarsi di nuovo fino a quando non avesse ripudiato la sua lettera circolare ".
Murray N. Rothbard

L'assemblea del Massachusetts non fu l'unica legislatura coloniale a subire una dissoluzione punitiva. L'assemblea di New York è stata inoltre sospesa per gran parte di 1767-9 per la sua risposta al Quartering Act di 1765; l'assemblea ha considerato l'atto in natura fiscale e ha rifiutato senza mezzi termini di conformarsi alle sue misure. L'opposizione pubblica a questo atto aveva provocato rivolte in città e l'assemblea ha rifiutato di costringere i suoi cittadini a ospitare i soldati. In seguito ha offerto un pagamento in contanti al posto degli edifici. Per i rivoluzionari radicali, le azioni dei governatori reali nel dissolvere e sospendere le assemblee elette localmente erano indicative della politica tirannica e non democratica.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "La sospensione delle assemblee coloniali"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/americanrevolution/suspension-of-colonial-assemblies/
Data di pubblicazione: Gennaio 18, 2015
Data di accesso: 26 Novembre 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.