Charlotte Corday

Corday

Charlotte Corday (1768-1793) era la giovane donna girondina più famosa per la pugnalata Jean-Paul Marat a morte mentre giaceva nel bagno.

Nato in una famiglia di piccola nobiltà in Normandia, Corday ricevette una solida educazione e fu incoraggiato a leggere. È stata mandata in una scuola religiosa per ragazze, dove ha avuto accesso alle opere dei grandi della rivoluzione Filosofi.

Corday arrivò ad abbracciare idee repubblicane moderate: ammirò Jacques Brissot e Girondins ma trovò i radicali nel Montagnard e nel Jacobin Club sia pericolosi che discutibili.

A metà 1793, Corday decise di agire, spostandosi da Caen a Parigi, acquistando un coltello e complottando per uccidere Marat, il più radicale e vetrificato dei giacobini.

Il 13 luglio 1793, Corday ottenne un appuntamento con Marat sostenendo di avere informazioni sui fuggitivi girondinisti. Dopo essere stata mostrata negli alloggi di Marat, lo ha pugnalato a morte mentre giaceva nella sua vasca da bagno.

Corday fu prontamente arrestato e processato; i suoi accusatori erano convinti di altri cospiratori, tuttavia, quasi certamente agiva da sola. Corday è stata giustiziata il 17 luglio, quattro giorni dopo aver spedito Marat, che ha descritto come un "mostro".

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Charlotte Corday"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/frenchrevolution/charlotte-corday/
Data di pubblicazione: Giugno 1, 2017
Data di accesso: Luglio 02, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.