Jean-Sylvain Bailly

Jean-Sylvain Bailly (1736-93) era uno scienziato con opinioni politiche moderate. Era noto per aver amministrato il Giuramento del campo da tennis e servendo come il primo sindaco del rivoluzionario Comune di Parigi.

bailly

Figlio di un artista, Bailly era uno studente brillante che da adolescente scriveva tragedie nel tempo libero. Il suo interesse era per le scienze, tuttavia, in particolare per l'astronomia. Si unì all'Accademia delle scienze nel 1763 e in pochi anni divenne l'astronomo più importante di Francia.

Bailly era sempre attento alla politica e dal 1789 il suo tempo e il suo destino furono legati alla rivoluzione. Si è presentato come candidato al Stati Generali ed è stato eletto per rappresentare il Terza proprietà di Parigi. Quando i colleghi deputati del Terzo Stato di Bailly decisero di formare l'Assemblea Nazionale il 17 giugno 1789, fu eletto il suo primo presidente. Era in questo ruolo che Bailly ha supervisionato e amministrato il giuramento del campo da tennis il 20 giugno.

Dopo gli Stati generali, Bailly è stato restituito alla sua nativa Parigi. Il 15 luglio è stato eletto a capo della neonata Comune di Parigi, diventando il primo sindaco della città. Due giorni dopo Bailly, in qualità di sindaco, si è presentato Luigi XVI con una coccarda tricolore e le chiavi di Parigi, notoriamente dichiarando che "il popolo ha riconquistato il suo re".

L'audace leadership e i gesti di Bailly lo resero popolare tra la gente di Parigi, che regolarmente applaudeva le sue apparizioni pubbliche. Ma nonostante tutta la sua popolarità iniziale, Bailly rimase un moderato politico e un monarchico costituzionale nel cuore. Come sindaco di Parigi, ha sostenuto l'Assemblea nazionale costituente ignorando o sopprimendo le richieste politiche radicali. La posizione moderata di Bailly lo ha reso un obiettivo frequente per giornalisti radicali come Jean-Paul Marat e Georges Danton, che ha corso contro Bailly per il sindaco in 1790.

L'affetto popolare per Bailly è stato distrutto dagli eventi di luglio 17th 1791, quando ha autorizzato lo spiegamento di Guardia Nazionale truppe al Champ de Mars, provocando tra i 30 ei 50 decessi. Il popolo di Parigi considerava la decisione di Bailly di chiamare le truppe contro di loro un tradimento della rivoluzione. Ha sopportato mesi di critiche prima di dimettersi da sindaco nel novembre 1791.

Bailly si ritirò a Nantes e tornò alla sua ricerca scientifica ma fu arrestato durante il Il regno del terrore. È tornato a Parigi e messo sotto processo, principalmente per il suo ruolo nelle uccisioni di luglio 17th 1791. Bailly è stato condannato e ghigliottinato sul Champ de Mars a novembre 1793.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Jean-Sylvain Bailly"
Autori: John Rae, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/frenchrevolution/jean-bailly/
Data di pubblicazione: 8 Maggio 2017
Data di accesso: October 19, 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.