Il decreto 4 di agosto

agosto 4 decreti
Una targa di bronzo a Parigi, che mostra gli eventi di agosto 4th 1789

I decreti di agosto furono uno sviluppo storico sia nella Rivoluzione francese che nella storia della Francia. Il 4 agosto 1789, l'Assemblea nazionale costituente si è mossa per abolire seigneurialism, unificare la Francia e avviarla sulla strada della riforma costituzionale. Seduti fino alle prime ore del giorno successivo, i deputati dell'Assemblea si alzarono uno ad uno per rinunciare ai loro privilegi e diritti feudali. I decreti di agosto sono spesso dipinti come un'esplosione di idealismo benevolo, ma scavando più a fondo si scoprono ragioni più pratiche. Inoltre, le modifiche apportate alla legge non sono riuscite a soddisfare tutti.

La grande paura

Il contesto per la decisione dell'Assemblea di approvare riforme radicali il 4 agosto è stato il Grande paura, una serie di rivolte contadine spontanee e disconnesse ma diffuse in tutta la Francia.

Dalla fine di luglio del 1789, migliaia di contadini si erano scatenati nelle campagne, interrompendo il lavoro, intimidendo i proprietari e provocando danni. Nelle zone peggiori, i contadini hanno aggredito o cacciato via i titolari dei diritti signorili, sequestrati e bruciati registri feudali e persino bruciati chateaux di proprietà di nobili. Nella maggior parte dei casi, questi contadini indisciplinati stavano rispondendo alle voci secondo cui banditi o mercenari realisti stavano spazzando le campagne. Le settimane di rivolta e distruzione nelle zone rurali che seguirono divennero note come la Grande Paura (francese, Grande Peur).

de Noailles
Il visconte de Noailles, uno dei club bretoni che spinse alla riforma feudale

La notizia di questa violenza rurale ha elettrificato le discussioni in Assemblea. La maggioranza dei deputati, prevalentemente membri del borghesia e la nobiltà liberale, erano preoccupati che la Grande Paura potesse diffondersi ulteriormente e minacciare i diritti di proprietà.

I bretoni rispondono

Senza mezzi per reprimere i contadini con la forza, l'unica via dell'Assemblea era di pacificarli. I deputati liberali del Club Bretone (il precursore del movimento giacobino) credevano che i contadini potessero essere calmati solo da un grande gesto dell'Assemblea, come una parziale rinuncia ai diritti feudali.

Nei primi giorni di agosto, i bretoni avevano pianificato di alzarsi in assemblea e rinunciare a determinate quote feudali. Questo compito fu assegnato al duca di Aiguillon, un nobile radicale, e al visconte di Noailles, un veterano del Guerra d'indipendenza americana.

agosto 4th
I decreti dell'Assemblea furono approvati nella settimana dal 5 all'11 agosto 1789

L'Assemblea ha aperto la sua sessione 4 di agosto a 8pm, ascoltando per la prima volta un progetto di proclama per il ripristino dell'ordine pubblico. I deputati del Breton Club hanno quindi avviato il loro piano, chiedendo l'abolizione del feudalesimo.

Delirio patriottico

Il piano dei bretoni per una resa controllata dei diritti feudali è andato storto quando la sessione è stata superata da ciò che gli storici hanno variamente descritto come "delirio patriottico", "effervescenza", "l'abbandono della moderazione e del senso" e "un'orgia di sacrificio di sé ".

Gonfiati dall'idealismo liberale e sopraffatti dal momento, molti deputati si sono spinti oltre le intenzioni iniziali. Uno dopo l'altro, come a superarsi a vicenda, deputati del Seconda tenuta si alzò e rinunciò ai loro diritti feudali.

Ogni sorta di quote feudali venivano cedute volontariamente: dalle corti signorili alle pluralità, dalle leggi sul gioco al diritto del signore al primo raccolto. Viene abolita la vendita venale degli uffici pubblici; allo stesso modo erano nobili privilegi ed esenzioni estranei ai debiti signorili.

Nei giorni seguenti, l'Assemblea ha approvato i decreti 19 che codificano i cambiamenti idealistici apportati nella notte di agosto 4th.

agosto 4 decreti
Un medaglione che celebra gli eventi di August 4th

Lode e ottimismo

La risposta dei rivoluzionari fu tanto euforica quanto lo stato d'animo dell'Assemblea di agosto 4th. Sindaco di Parigi Jean-Sylvain Bailly ha dichiarato che "l'Assemblea nazionale ha ottenuto in poche ore di più per il popolo di quanto le nazioni più sagge e illuminate avessero fatto per molti secoli".

I decreti di agosto hanno creato un cambiamento fondamentale in tutta l'ampiezza della nazione. Hanno spogliato il dominio e il privilegio della nobiltà, creando una società basata sull'individualismo, l'uguaglianza e il merito. L'abolizione della decima ha dimezzato le entrate della Chiesa. I contadini, prima tenuti a debita distanza dalla rivoluzione, ne facevano ora parte.

I deputati dell'Assemblea sono stati salutati come eroi e lodati per il loro abnegazione. Sono state prodotte opere d'arte e coniati medaglioni per commemorare l'evento.

Dubbi e scetticismo

Altri erano più scettici e suggerirono che l'Assemblea era andata troppo in là troppo in fretta. Istituzioni secolari, procedure e relazioni tradizionali erano state eliminate spontaneamente in poche ore, con solo vaghe idee su cosa potesse sostituirle. 

Antico Regime il feudalesimo, nonostante tutta la sua confusione e incoerenza, aveva fornito una base per la società francese, la produzione agricola e la gestione del territorio. Il privilegio, nonostante tutta la sua disuguaglianza, aveva sostenuto i sistemi politici, giudiziari e amministrativi francesi. L'abolizione di questo quadro da parte dell'Assemblea significava che avrebbe dovuto essere sostituito - un processo lungo e difficile per qualsiasi governo, per non parlare di uno in preda alla rivoluzione.

C'era anche la questione di come i detentori dei diritti signorili potessero rispondere agli ideologi dell'Assemblea che legavano via la loro proprietà. Molti credevano che la monarchia, la nobiltà e l'alto clero avrebbero organizzato una controrivoluzione per recuperare ciò che avevano perso.

Gli effetti pratici

La notizia dei decreti di agosto ha avuto effetti pratici immediati. In un primo momento, i contadini francesi hanno accolto con favore i decreti, vedendoli come un adempimento delle lamentele contadine espresse nel cahiers.

Molti contadini, tuttavia, erano frustrati dal fatto che le riforme di agosto non fossero andate abbastanza lontano. Il Champart, una delle quote feudali più disprezzate, non fu abolita nell'agosto 1789 perché l'Assemblea la considerava proprietà privata. Queste quote non potevano essere abolite fino a quando il proprietario non fu compensato per la prima volta, qualcosa che andava oltre la portata di quasi tutti i contadini. 

Dopo il 4 agosto, la maggior parte dei contadini si rifiutò di pagare le quote feudali, le tasse e le decime, comprese alcune non specificamente abolite dai decreti. I decreti di agosto causarono una tregua nella Grande Paura, ma i disordini e le violenze dei contadini continuarono fino alla fine del 1789 e all'inizio del 1790. Non sarebbe terminato finché l'Assemblea non avesse abolito tutte le quote senza risarcimento nell'aprile 1790.

Il punto di vista di uno storico:
“È del tutto vero che l'abolizione degli" effetti generali del sistema feudale "... insieme alle varie riforme giudiziarie e amministrative, ha comportato la distruzione del potere signorile e ha gettato le basi di uno Stato nazionale unificato. Ma i termini della redenzione trasformarono l'abolizione in un compromesso fortemente ponderato a favore dell'aristocrazia. Alla fine, il costo reale doveva essere sostenuto dai fittavoli e dai mezzadri. Infatti, sebbene i contadini fossero stati liberati dal sistema feudale, non tutti beneficiarono allo stesso modo della loro nuova libertà ".
Alfred Soboul

decreti di agosto della rivoluzione francese

1. La sessione 4 di agosto dell'Assemblea costituente nazionale è stata un evento storico che ha prodotto cambiamenti radicali, in particolare l'abolizione del feudalesimo o del signorismo francese.

2. Questa sessione si tenne al tempo delle rivolte contadine della Grande Paura. I liberali del Breton Club nell'Assemblea hanno proposto una serie di riforme o concessioni per pacificare i contadini.

3. Le riforme andarono ben oltre il previsto, con la sessione 4 di agosto che si trasformò in una notte in cui i nobili deputati rinunciavano volontariamente ai loro privilegi e ai loro diritti feudali.

4. L'Assemblea ha quindi approvato i Decreti di agosto, formalizzando l'abolizione del feudalesimo signorile e il nobile privilegio in Francia. Fu accolto e celebrato dai rivoluzionari liberali.

5. I contadini, tuttavia, furono solo temporaneamente pacificati dai Decreti di agosto. Molti diritti feudali potevano essere aboliti solo se il proprietario fosse compensato, cosa che i contadini non potevano consegnare.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "I decreti del 4 agosto"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/frenchrevolution/august-4th-decrees/
Data di pubblicazione: Luglio 25, 2020
Data di accesso: October 19, 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.