La caduta di Robespierre

arresto di robespierre
L'arresto e la sparatoria di Robespierre all'Hôtel de Ville, luglio 1794

La caduta di Maximilien Robespierre è arrivato nel luglio 1794, il mese di Thermidor nell'anno II del calendario rivoluzionario. Il 28 luglio la vita di Robespierre è finita sulla ghigliottina, lo strumento di morte a cui aveva condannato tanti altri. La sua scomparsa ha effettivamente portato il Il regno del terrore fino alla fine.

La cricca anti-Robespierre

Come si conveniva al suo tempo al potere, la morte di Robespierre fu il prodotto di una cospirazione tra i suoi colleghi politici. 

A giugno e luglio, una cricca di deputati nel Convenzione nazionale mobilitato contro l'avvocato di Arras. La loro alleanza non era né ideologica né faziosa. Non condividevano alcuna visione per la nazione tranne che per eliminarla da Robespierre. Alcuni non volevano porre fine al Terrore, solo per rimuoverlo dalle mani di Robespierre. Per giustificare le loro azioni, hanno dipinto Robespierre come un egocentrico, un fanatico e un "sanguinocrat" (governante con la violenza). 

Dopo una breve lotta di potere nella Convenzione, poi per le strade di Parigi, Robespierre ei suoi seguaci furono messi alle strette all'Hôtel de Ville, arrestati e mandati alla ghigliottina. Secondo lo storico Gregory Dart, i congiurati hanno descritto il rovesciamento di Robespierre "come una tragedia classica, dalla quale emergerebbe una forma più giusta delle cose".

Quello che in realtà seguì fu il Reazione termidoriana, una brutale rappresaglia contro il Jacobinismo e un ritorno a idee politiche moderate.

Paura di Robespierre

Il movimento è stato guidato principalmente da una crescente paura di Robespierre. L '"Incorruttibile" aveva sempre diviso le opinioni e suscitato reazioni contraddittorie, sia dai suoi colleghi deputati che dall'opinione pubblica.

I compagni di Robespierre alla Convenzione nazionale erano spesso in soggezione per la sua conoscenza giuridica e politica, la sua logica implacabile, la sua determinazione, la sua adesione ai valori rivoluzionari e la sua virtù morale - ma era difficile piacergli, una figura ammirevole ma non carismatica o coinvolgente. uno. Ha tratto i suoi piaceri sociali dalla politica rivoluzionaria piuttosto che dalla società stessa. Non si era mai sposato o preso un'amante, nonostante le numerose proposte. In compagnia di altri uomini, era freddo, distaccato, guardingo e privo di senso dell'umorismo.

Di conseguenza, Robespierre aveva un circolo interno molto più piccolo di quanto piaccia ai leader Jacques Brissot or Georges Danton. I suoi più stretti alleati erano Louis Saint-Just, Georges Couthon e Philippe-Francois Le Bas, uomini che condividevano le opinioni politiche di Robespierre e almeno un po 'della sua freddezza. Anche il fedele fratello di Robespierre, Augustin, sedeva accanto a lui alla Convention nazionale.

L'inizio della fine

caduta di robespierre
Rappresentazione artistica della finta montagna, con Robespierre in cima

La caduta di Robespierre fu rapida e precipitosa. Era anche in gran parte opera sua.

In giugno 4 1794 (16 Prairial), Robespierre è stato eletto presidente della Convenzione nazionale quasi all'unanimità, vincendo 216 dei voti 220. Questo supporto sarebbe evaporato rapidamente nella settimana successiva.

In giugno 8th, Robespierre ha guidato il Festival dell'Essere Supremo a Parigi. Indossando un cappotto blu intenso e pantalone pesantemente ornato con filo d'oro, Robespierre scalò una gigantesca montagna artificiale costruita nel giardino delle Tuileries, prima di pronunciare un discorso che era lungo e, in parte, autoindulgente.

Molti spettatori borbottarono in privato sulla tribuna di Robespierre, mettendosi in testa alla parata. Un tempo noto per la sua incorruttibilità e dedizione alla rivoluzione, Robespierre ora sembrava un uomo fissato su se stesso. "Guarda il bastardo", ha osservato un deputato. “Non è abbastanza per lui essere al comando; deve essere Dio ”.

Legge di 22 Prairial

terrore rapace
22 Prairial scatenò quello che divenne noto come il "Grande Terrore"

Il punto di svolta è venuto con il passaggio del Legge di 22 Prairial. Conosciuta anche come la "Legge del Grande Terrore", fu approvata dalla Convenzione Nazionale il 10 giugno 1794. Fu ideata privatamente da Robespierre e dal Couthon, costretto in sedia a rotelle, che la presentarono alla Convenzione senza alcun avallo da parte del Comitato di pubblica sicurezza (CPS).

L'ordinanza delle 22 praterie è stata un tuffo notevole nel totalitarismo e nella giustizia arbitraria, anche per gli standard di Robespierre. Ha dato a qualsiasi cittadino francese il potere di arrestare e incriminare un sospetto davanti al Tribunale rivoluzionario. Spogliava i sospettati del diritto a un avvocato difensore o di chiamare testimoni a loro nome. Ancora più estremo, 22 Prairial obbligò il Tribunale Rivoluzionario ad assolvere il sospettato o condannarlo a morte.

La legge di 22 Priairal ha scioccato molti. La rivoluzione francese non era più a rischio a causa dell'invasione straniera o della controrivoluzione interna, tuttavia Robespierre e Couthon avevano agito per sganciare i tribunali e intensificare ulteriormente il terrore. La Legge di 22 Prairial ha avuto un impatto immediato, il numero di ghigliottine è più che triplicato.

Il ritiro di Robespierre

A metà giugno Robespierre si ammalò, probabilmente a causa della fatica o dello stress, e si ritirò dalla vita pubblica per un mese. Tra giugno 18th e luglio 26th, ha partecipato a malapena alla Convention, senza tenere discorsi, mentre la sua partecipazione al Comitato per la pubblica sicurezza è stata registrata non più di tre volte.

L'assenza di Robespierre ha incoraggiato coloro che in precedenza lo avevano temuto. Mentre molti nella Convenzione rimasero in silenzio per paura della propria vita, alcuni criticarono apertamente Robespierre in camera, ridicolizzando il suo comportamento oltraggioso al Festival dell'Essere Supremo e criticando la sua inutile escalation del Terrore. A un certo punto è stato definito un "assassino" da uomini simpatizzanti per Danton e Camille Desmoulins, che Robespierre aveva mandato alla ghigliottina tre mesi prima.

Dietro le quinte, molti deputati della Convenzione si sono impegnati in una campagna sussurrante contro Robespierre, spingendo per la sua rimozione prima che tornasse e li abbia rimossi. Questo presto si è sviluppato in un piano più organizzato e coerente.

Tuttavia, rimuovere Robespierre non è stato semplice come ottenere un sostegno nella Convenzione. Robespierre mantenne ancora un'enorme popolarità nei club giacobini. Guidava ancora le autorità cittadine di Parigi. Francois Hanriot, comandante della Guardia Nazionale di Parigi, fu uno dei suoi seguaci più fedeli. Richiederebbe un consenso nella Convenzione per rimuoverlo.

Contrattacchi Robespierre

Questo momento critico è arrivato dopo il ritorno di Robespierre alla vita pubblica. Il 26 luglio (8 Thermidor), Robespierre ha pronunciato alla Convenzione un discorso lungo e sconclusionato, dove ha negato le accuse di condotta dittatoriale e di auto-glorificazione. Poi è andato all'offensiva, accusando alcuni membri della Convenzione di tradimento. Quando altri hanno chiesto a Robespierre di nominare questi presunti traditori, si è rifiutato di farlo.

La scena è stata ripetuta il giorno seguente quando Saint-Just ha tentato di difendere Robespierre ma è stato urlato. Robespierre tentò di nuovo di rivolgersi alla camera, ma i Montagnard, una volta i suoi più forti alleati, lo fecero tacere con le chiamate dei gatti e il rumore. È stata sollevata una mozione per l'arresto di Robespierre, Saint-Just, Couthon e Hanriot. Passò con una maggioranza sana e furono presi in custodia.

robespierre caduta
Una ricostruzione del volto di Robespierre, basata sulla sua maschera mortuaria del 1794

Arresto ed esecuzione

La notizia della caduta di Robespierre ha suscitato scalpore a Parigi. Robespierre e i suoi sostenitori furono inviati in diverse prigioni della città. Durante la notte, tutti furono rilasciati e trasportati all'Hôtel de Ville dalle truppe della Comune di Parigi, che rimasero fedeli a Robespierre e Hanriot.

Per un breve periodo sembrò che ci potesse essere una battaglia per il controllo tra la Convenzione nazionale e la Comune. All'interno dell'Hôtel de Ville, Robespierre sperava di ottenere abbastanza supporto militare per garantire la sua liberazione e riguadagnare il controllo del governo. La Comune, tuttavia, era stata indebolita dal terrore e questi eventi si sono svolti troppo rapidamente perché le sue truppe si organizzassero con forza. Anche la comunicazione e la mobilitazione delle truppe sono state ostacolate da una forte tempesta la sera di 9 Thermidor.

Alle 2.00 i soldati fedeli alla Convenzione hanno preso d'assalto l'Hôtel de Ville. Robespierre è stato colpito alla mascella mentre entravano (non è chiaro se ciò sia stato fatto intenzionalmente, accidentalmente o dalla stessa mano di Robespierre). Con il viso bendato e incapace di parlare, Robespierre fu portato via per andare incontro al suo destino.

La sera di luglio 28th (10 Thermidor), la caduta di Robespierre è stata portata alla sua logica conclusione quando il bambino 36 è stato decapitato davanti a una folla esultante, insieme a 21 del suo entourage. Una storia successiva suggeriva che era ghigliottinato sulla schiena in modo da vedere la lama che cadeva, ma questo resoconto è falso.

Il punto di vista di uno storico:
“Robespierre ha sopravvalutato la sua autorità nella Convenzione, regnando grazie al silenzio dei suoi colleghi, all'unanimità artificiale imposta il 2 giugno, confermata dalla morte di Danton ... è diventato, a sua volta, ostaggio dello stesso indulgente silenzio ... Spettava ai conventionnels considerare la loro voce e Robespierre, privato del sostegno di chi lo aveva portato in trionfo tre anni prima, apparve improvvisamente terribilmente vulnerabile e indifeso. Il suo errore è stato quello di aver creduto che il tempo fosse dalla sua parte ... Aveva concesso ai suoi nemici il tempo di riorganizzarsi. "
Patrice Gueniffey

caduta di rapina

1. La caduta di Robespierre si è svolta rapidamente in giugno-luglio 1794, in seguito alla sua elezione a presidente della Convenzione nazionale di giugno 4th (16 Prairial).

2. L'apparizione di Robespierre e il comportamento autoindulgente alla testa del Festival dell'Essere Supremo hanno suscitato scherno e critiche da parte dei suoi avversari.

3. La Legge di 22 Prairial, ideata da Robespierre e Couthon, ha intensificato il Terrore nonostante la minaccia di invasione e controrivoluzione.

4. Un'assenza di un mese dalla Convention Nazionale ha permesso agli oppositori di Robespierre di cospirare e pianificare una linea d'azione per rimuoverlo.

5. Quando Robespierre tornò alla fine di luglio, tentò di difendersi, tuttavia, i numeri della Convenzione erano ora contro di lui. Robespierre e i suoi sostenitori sono stati arrestati, processati e ghigliottinati il ​​luglio 28th (10 Thermidor).

Le fonti della rivoluzione francese cadono di rapina

Decreto che istituisce il Culto dell'Essere Supremo (1794)
Robespierre rende omaggio all'Essere Supremo (1794)
Testimoni del Festival dell'Essere Supremo (1794)
La legge di 22 Prairial (1794)
Un resoconto dell'arresto di Robespierre (1794)

Informazioni sulla citazione
Titolo: "La caduta di Robespierre"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/frenchrevolution/fall-of-robespierre/
Data di pubblicazione: 21 Agosto 2020
Data di accesso: 06 Maggio 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.