Il cahier della Terza Tenuta di Versailles (1789)

I seguenti punti sono stati estratti dal cahier della Terza Proprietà a Versailles:

“1. Il potere di fare leggi risiede nel re e nella nazione.

2. La nazione, essendo troppo numerosa per un esercizio personale di questo diritto, ha confidato la sua fiducia ai rappresentanti liberamente scelti da tutte le classi di cittadini. Questi rappresentanti costituiscono l'assemblea nazionale.

3. I francesi dovrebbero considerare come leggi del regno solo quelle che sono state preparate dall'assemblea nazionale e approvate dal re ...

5. Le leggi preparate dagli Stati Generali e approvate dal re saranno vincolanti per tutte le classi di cittadini e per tutte le province del regno. Saranno registrate letteralmente e accuratamente in tutti i tribunali. Devono essere aperti alla consultazione in tutte le sedi del governo municipale e comunale; e sarà letto all'ora del sermone in tutte le parrocchie ...

10. I deputati del Terzo Stato, o il loro presidente o oratore, devono conservare lo stesso atteggiamento e il comportamento dei rappresentanti dei due ordini superiori, quando si rivolgono al sovrano. Per quanto riguarda i tre ordini, non vi sarà alcuna differenza osservata nel cerimoniale utilizzato durante la convocazione delle proprietà.

11. La libertà personale, i diritti di proprietà e la sicurezza dei cittadini devono essere stabiliti in modo chiaro, preciso e irrevocabile. Tutte le lettres de cachet saranno abolite per sempre, fatte salve alcune modifiche che gli Stati generali riterranno opportune da imporre.

12. E per eliminare per sempre la possibilità di lesione dei diritti personali e di proprietà dei francesi, il sistema della giuria deve essere introdotto in tutti i casi penali, e nei casi civili per la determinazione dei fatti, in tutti i tribunali del regno ...

15. Una più ampia libertà di stampa sarà concessa, solo con questa disposizione: che tutti i manoscritti inviati al tipografo siano firmati dall'autore, che sarà obbligato a rivelare la sua identità e assumersi la responsabilità del suo lavoro; e per impedire ai giudici e ad altre persone al potere di trarre vantaggio dalla loro autorità, nessuno scritto potrà essere ritenuto calunnioso finché non sarà così determinato da dodici giurati ...

20. I militari in tutto il regno saranno soggetti alla legge generale e alle autorità civili, allo stesso modo degli altri cittadini.

21. Nessuna imposta sarà legale se non accettata dai rappresentanti del popolo e sanzionata dal re.

22. Dal momento che tutti i francesi ricevono lo stesso vantaggio dal governo e sono ugualmente interessati al suo mantenimento, dovrebbero essere posti sullo stesso piano in materia fiscale.

23. Tutte le tasse attualmente in vigore sono contrarie a questi principi e per la maggior parte vessatorie, oppressive e umilianti per il popolo. Dovrebbero essere aboliti il ​​più presto possibile e sostituiti da altri comuni ai tre ordini ea tutte le classi di cittadini, nessuno escluso ...

28. In caso di guerra, o altra necessità eccezionale, nessun prestito sarà concesso senza il consenso degli Stati Generali, e sarà stabilito che nessun prestito sarà effettuato, senza che sia prevista la tassazione per il pagamento degli interessi, e del preside in un momento specificato ...

49. Tutte le reliquie del feudalesimo, che rimangono ancora in alcune province, saranno abolite.

50. Nuove leggi saranno emanate a favore dei negri nelle nostre colonie; e gli Stati Generali prenderanno misure per l'abolizione della schiavitù ...

52. Sarà stabilito dalla costituzione che il potere esecutivo sia conferito al solo re ...

55. Il suo consenso sarà necessario per tutti i progetti di legge approvati dagli Stati Generali affinché acquisiscano forza di legge in tutto il regno. Può rifiutare tutte le fatture che gli vengono presentate, senza essere obbligato a dichiarare i motivi della sua disapprovazione ... "