The cahier of the Third Estate in Levet (1789)

Levet era un piccolo villaggio nella Francia centrale, a sud di Bourges. The Third Estate cahier perché questo villaggio è stato redatto da meno di tre dozzine di persone:

“Sua Maestà è pregato dagli abitanti della parrocchia di Levet di ordinare:

Articolo 1. Che il Terzo Stato voti a testa all'assemblea degli Stati Generali ...

Articolo 3. Che gli aiuti [tasse indirette] e la tassa sul sale, e anche i dazi doganali, essendo diventati arbitrari dopo l'abuso di un'infinità di decisioni sorprendenti per l'opinione del Consiglio, siano e rimangano aboliti, la provincia di Berry che dà il re in qualche altro modo gli stessi fondi netti ...

Articolo 4. Che tutti i tipi di esenzioni siano abolite, come quelle riguardanti il ​​taille, il capitano, l'alloggio dei soldati, ecc., Interamente a carico della classe più sfortunata del Terzo Stato ...

Articolo 5. Che gli abusi vengano affrontati e commessi dai soldati nelle parrocchie dove vengono inviati e dove trascorrono le loro giornate nel modo più vessatorio, di solito in dissolutezza e al cabaret.

Articolo 6. Che verrà creato un regolamento per i lavoratori agricoli, che richiede loro di continuare il loro servizio invece di abbandonarlo nel momento in cui sono maggiormente necessari.

Articolo 7. Che il voto per la milizia nelle campagne sia condotto dal funzionario più vicino, che vi si recherà a tal fine al fine di evitare le spese e i viaggi dei lavoratori agricoli che approfittano dell'occasione per trascorrere intere settimane in dissolutezza.

Articolo 8. Che ai sacerdoti sia proibito di assentarsi dalle loro parrocchie per più di ventiquattro ore senza un sacerdote sostitutivo, al fine di evitare gli abusi commessi quotidianamente nelle parrocchie.

Articolo 9. Che la giustizia signorile sia abolita e coloro che sono chiamati alla giustizia si rivolgono invece al giudice reale più vicino ".