Il cahier dei contadini a Menouville (1789)

Questa cahier, redatto a Menouville, fuori Parigi, nel febbraio 1789, è tipico del contadino cahiers. Contiene lamentele sulle condizioni locali piuttosto che su questioni di stato o di politica:

“Nell'anno 1789, il 25 febbraio, l'assemblea degli abitanti della parrocchia di Menouville fu convocata al suono della campana nel modo consueto e il signor le Cure lesse la lettera del re che convocava gli Stati generali.

Chiediamo a Sua Maestà di avere pietà nei nostri terreni agricoli a causa della grandine che abbiamo avuto.

Inoltre, abbiamo una grande quantità di terreni di scarto che sono coperti di ginepro e questo causa molti problemi a causa dei conigli che sono molto numerosi; è questo che ci rende incapaci di pagare le quote dovute a Sua Maestà.

Non abbiamo aiuto da nessuno per portarci sollievo. Le nostre parrocchie vicine stanno meglio di noi, i loro signori hanno dato grandi elemosine nelle loro parrocchie, ma non possiamo aspettarci aiuto da nessuno tranne Sua Maestà.

Abbiamo solo pochi buoni campi molto lontani dal villaggio, il resto è una terra miserabile molto piena di selvaggina e questo provoca raccolti molto piccoli.

Abbiamo un piccolo prato che produce solo fieno acido, gli animali si rifiutano di mangiarlo, per questo non possiamo allevare bestiame.

Il terreno è così cattivo che non si possono piantare alberi da frutto, diversi abitanti ne hanno piantati alcuni ma non crescono.

Dichiariamo che il sale è troppo caro per i poveri.

Dichiariamo che non dovrebbero esserci uomini fiscali, potrebbe esserci un prelievo per le bevande in modo che tutti siano liberi.

Dichiariamo che non dovrebbe esserci un dovere della milizia, perché ciò rovina molte famiglie; sarebbe meglio se sua maestà imponesse una piccola tassa su ogni giovane.

Informiamo Sua Maestà che i nostri beni sono eccessivamente gravati da oneri signorili e di altro genere.

Informiamo Sua Maestà che c'è una strada principale da Pontoise a Meru iniziata otto anni fa, abbiamo fatto la corvée come ci era stato richiesto, abbiamo pagato i soldi per tre anni; ci sono pietre nella suddetta strada portate da un carro diciotto mesi fa e nessun operaio deve fare alcun lavoro lì, il che significa che tutti devono passare attraverso il grano e il grano sul lato della strada, il che fa molto male e porta lamentele dai contadini che possiedono i campi ".