Il putsch di Monaco

Monaco Putsch
Imputati nel processo di putsch di Monaco, compresi Hitler, Ludendorff e Rohm

Monaco di Baviera colpo di stato era un tentativo del novembre 1923 di Adolf Hitler e Nazionalsocialisti (NSDAP) prendere il controllo del governo bavarese. Anche se fallì dopo aver fallito nell'attirare un sostegno più ampio, il Monaco colpo di stato è stato un evento significativo nell'ascesa del NSDAP.

Hitler, che è stato arrestato e accusato di tradimento per aver guidato il colpo di stato, ha sfruttato il suo processo bombardando l'aula con la sua retorica nazionalista e la sua filosofia politica. La conseguente attenzione dei media ha rafforzato il profilo nazionale sia di Hitler che del NSDAP.

sfondo

All'inizio degli anni '1920, c'era poca differenza tra l'NSDAP e altri gruppi marginali di destra. Alla fine del 1921, tuttavia, il NSDAP aveva un leader carismatico, Hitler, e diverse migliaia di membri. I ranghi del partito erano occupati principalmente da ex soldati, proprietari di piccole imprese e altri che incolpavano la giovane Repubblica di Weimar per i loro guai.

I membri dell'NSDAP furono attratti dai discorsi entusiasmanti di Hitler, dai suoi attacchi al governo e dalle sue teorie cospirative su ebrei e comunisti. Anche la birra gratuita distribuita ai raduni NSDAP è stato un fattore.

Il Partito Nazionalsocialista aveva anche un proprio ramo paramilitare chiamato Sturmabteilung (o "Stormtroopers"). È stato formato inizialmente per salvaguardare i leader e le riunioni dell'NSDAP, ma col tempo è diventato il muscolo del partito, impegnandosi nella violenza di strada con i comunisti e altri gruppi rivali.

Le audaci ambizioni di Hitler

Il contesto per il Monaco colpo di stato era chiaro. Nel 1923, la Germania era stata paralizzata da L'occupazione francese della Ruhr, il conseguente sciopero generale e devastante iperinflazione. L'impopolarità del governo di Weimar aveva raggiunto nuove vette, con l'aumento del numero dei gruppi politici radicali.

Gruppi più ambiziosi, come il NSDAP, sognavano di istigare una rivoluzione. Adolf Hitler è stato ispirato dal leader fascista italiano, la "marcia su Roma" di Benito Mussolini l'anno precedente (1922). Hitler sognava di prendere il potere in Germania in modo simile, in cima a un'ondata di sostegno pubblico.

Se l'NSDAP avesse potuto prendere il controllo della Baviera, riteneva Hitler, avrebbe prodotto una spinta all'adesione all'NSDAP, un'impennata di popolarità e forse persino una rivoluzione nazionalista.

Eventi alla Birreria

I nazisti fecero la loro mossa l'8 novembre 1923, quinto anniversario dell'abdicazione del Kaiser Wilhelm II. Circa 600 Sturmabteilung, alcuni di loro armati, ha circondato una riunione di 3,000 politici e funzionari municipali e provinciali presso la birreria Burgerbraukeller di Monaco. 

Hitler e circa una dozzina della sua coorte irruppero nella sala, urlando ordini che tutti fossero detenuti e che nessuno potesse andarsene. Il leader dell'NSDAP ha quindi bombardato i suoi prigionieri con retorica politica, chiedendo loro di sostenere l'NSDAP nella sua ricerca di prendere il controllo della Baviera.

Poco tempo dopo, Hitler fu raggiunto dal prima guerra mondiale comandante militare Erich Ludendorff, che aveva gettato il suo peso dietro il NSDAP, il suo leader e la sua proposta di acquisizione della Baviera. Hitler e Ludendorff si sono entrambi rivolti ai presenti e, secondo un testimone oculare, sembravano conquistarli.

Lo colpo di stato crolli

Circa tre ore dopo che Hitler entrò nella birreria, lasciò che il suo pubblico prigioniero se ne andasse. Alcuni hanno allertato la polizia, che la mattina successiva si era mobilitata a sufficienza per affrontare gruppi di assaltatori NSDAP intorno a Monaco.

Hitler sembrava incerto su cosa fare dopo. Ludendorff, al contrario, voleva un'azione decisiva. Ha esortato il leader dell'NSDAP a riunire i suoi sostenitori e marciare sul ministero della Difesa.

Quando i manifestanti hanno incontrato un blocco stradale della polizia governativa e sono stati colpiti dal fuoco, il loro appetito per la rivoluzione è diminuito. Hitler stesso fuggì dopo aver ricevuto una ferita minore (una spalla lussata, sostenuta mentre veniva spinto nella sicurezza di un'auto).

Circolavano voci che Hitler fosse stato ucciso e che il colpo di stato fosse fallito, spingendo molti membri dell'NSDAP a tornare a casa. Ludendorff, un tempo ammiratore di Hitler, ora lo considerava un codardo. Alla fine della giornata, 18 membri del NSDAP erano stati uccisi mentre dozzine di altri erano stati feriti e picchiati dalla polizia.

Arresti e recriminazioni

Due giorni dopo, i governi bavarese e di Weimar sono entrati in azione. Hitler e Ludendorff furono entrambi arrestati. Gli uffici dell'NSDAP sono stati perquisiti e chiusi. Il giornale della festa, Volkischer Beobachter, è stato vietato pubblicare ulteriori edizioni. Diversi leader del partito, tra cui Hermann Goering e Rudolf Hess, fuggirono in Austria.

Lo colpo di stato aveva fallito nel suo obiettivo - il governo della Baviera teneva duro ei nazionalsocialisti erano dispersi, screditati e imbarazzati - eppure la tentata rivoluzione avrebbe comunque restituito benefici al NSDAP.

Il processo per tradimento di Hitler è stato supervisionato da un giudice comprensivo, che ha permesso al leader dell'NSDAP di fare grandiosi discorsi politici nel banco dei testimoni. Il processo è stato anche ampiamente coperto dai giornali nazionali, portando i nazisti maggiore attenzione oltre il loro cuore bavarese.

Nonostante la gravità dell'accusa, Hitler fu condannato a cinque anni in una prigione relativamente confortevole. Ha scontato appena otto mesi di questa condanna prima di essere rilasciato. La maggior parte dei suoi co-accusati sono stati assolti o giudicati colpevoli ma rilasciati.

“Con il fallimento del golpe di Monaco, il peggio della crisi interna era passato. Hans von Seeckt, a cui Ebert aveva trasferito il potere esecutivo del Reich e il comando supremo dell'esercito la notte dell'8 novembre, non era disposto ad attraversare il Rubicone e diventare dittatore. L'NSDAP e altre organizzazioni di estrema destra furono proscritte in tutta la Germania, così come il KPD. Nella prova cruciale delle settimane autunnali del 1923, la Repubblica si era mantenuta contro le sfide sia di destra che di sinistra ".
Eberhard Kolb

1. I nazionalsocialisti, NSDAP o "nazisti" iniziarono come Partito dei lavoratori tedeschi nel 1919. All'inizio degli anni '1920, il loro numero di membri era cresciuto sotto la guida di Hitler.

2. Il NSDAP era essenzialmente un partito marginale bavarese, tuttavia, Hitler aveva grandi ambizioni di prendere il controllo dell'ex regno per istigare una rivoluzione nazionale.

3. Nel novembre 1923, Hitler tentò di a colpo di stato (colpo di stato) a Monaco di Baviera arrestando 3,000 funzionari locali e tentando di convincerli a sostenere il NSDAP.

4. Monaco di Baviera o "Beer Hall" colpo di stato, come divenne noto, successivamente fallì a seguito di un'azione della polizia locale. Hitler fu arrestato e accusato di tradimento.

5. Nonostante la gravità dell'accusa, Hitler ha scontato solo pochi mesi di prigione. È stato in grado di utilizzare il suo processo come piattaforma politica, la copertura della stampa ha contribuito a rafforzare il suo profilo sia in Baviera che a livello nazionale.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Il putsch di Monaco"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/weimarrepublic/munich-putsch/
Data di pubblicazione: 27 settembre 2019
Data di accesso: Data odierna
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.