Il Reichstag di Weimar

Weimar Reichstag
Una fotografia del Reichstag in seduta durante la Repubblica di Weimar

Il Weimar Reichstag era il parlamento tedesco o assemblea nazionale dal 1919. Durante il periodo di Weimar, il Reichstag era noto per l'elevato numero di partiti, la sua divisione e instabilità politica e la sua inefficacia. Gli storici citano spesso questi problemi nel Reichstag come uno dei principali ostacoli al buon governo nella Germania di Weimar.

Molte voci, molte divisioni

Diversi problemi emanati dal Costituzione di Weimar adottata nell'agosto 1919. Questa costituzione creò un sistema politico fondamentalmente democratico e consentì una molteplicità di voci e punti di vista.

Questo accordo potrebbe aver funzionato se ci fosse stato un consenso nazionale sul futuro politico ed economico della Germania. Il periodo di Weimar fu segnato da condizioni difficili ed estreme divisioni politiche, tuttavia, e travagliate Reichstag rifletteva solo queste divisioni.

I ReichstagIl problema più evidente era la sua pletora di partiti politici divergenti. La loro presenza nel Reichstag fu principalmente dovuto a una legge elettorale, adottata nell'aprile 1920, che implementava un sistema di voto proporzionale.

Legge elettorale di Weimar

ballottaggio del reichstag di weimar
Una scheda elettorale dell'era di Weimar che mostra i numerosi partiti che schierano candidati

Secondo la legge elettorale del 1920, i partiti furono premiati Reichstag seggi non ottenendo la maggioranza assoluta ma raggiungendo una quota, basata sulla proporzione dei voti espressi. Questo sistema è noto come voto proporzionale.

Questo sistema di voto ha incoraggiato un'ampia varietà di partiti, inclusi gruppi marginali o regionali, a partecipare alle elezioni nazionali. Di conseguenza, le schede elettorali dell'era di Weimar spesso contenevano più di 30 partiti e candidati.

La scheda elettorale nella foto sopra, dalle elezioni del 1928, conteneva 21. Tra i partiti elencati ci sono il Partito popolare nazionale tedesco (DNVP, numero uno), il Partito centrale (numero tre) e il Nazionalsocialisti (NSDAP, numero dieci).

Una molteplicità di feste

Il sistema di voto proporzionale non solo ha incoraggiato i partiti più piccoli a partecipare, ma ha anche facilitato loro la conquista dei seggi. Nella maggior parte Reichstag le elezioni, circa 60,000 voti, a volte anche meno, sono bastati per conquistare un seggio nella legislatura nazionale.

Nel 1920, il minuscolo partito della Lega dei contadini bavaresi vinse poco più di 200,000 voti - quasi tutti dalla Baviera - e riuscì a comandare quattro seggi nel Reichstag.

Di conseguenza, il Reichstag è stato intasato da più di una dozzina di partiti diversi da tutto lo spettro politico. Nelle elezioni del 1920 vinsero 11 partiti diversi Reichstag posti a sedere. Di 1930, c'erano diverse parti di 14 rappresentate sul pavimento del Reichstag.

Il voto proporzionale e l'abbondanza di partiti che ha prodotto hanno reso impossibile per uno o anche due partiti di "dominare" il Reichstag. Nessun partito ha mai avuto la maggioranza dei seggi di diritto. Il partito più vicino a tutti è stato il National Socialists (NSDAP) nel luglio 1932, che ha vinto il 37% dei seggi. 

Governo problematico

La mancanza di una chiara maggioranza di governo in Reichstag ha reso il governo esecutivo - cioè il governo del presidente, del cancelliere e dei suoi ministri - estremamente difficile.

Il capo del governo nominale era il cancelliere, che guidava un gabinetto dei ministri. Tutti sono stati nominati dal presidente, che ha selezionato un gabinetto che credeva potesse guidare le leggi attraverso il Reichstag.

Era necessario approvare la legislazione per governare in modo efficace, ma far passare le bollette attraverso il Weimar Reichstag era difficile nel migliore dei tempi e impossibile nel peggiore.

La necessità di coalizioni

1932 elezioni del reichstag
Attivisti del partito al di fuori di un seggio elettorale durante le elezioni del Reichstag del 1932

La presenza di così tante feste in Reichstag ha reso quasi impossibile un governo a maggioranza monopartitica. Invece, per formare un governo di maggioranza, il cancelliere ei suoi ministri hanno dovuto organizzare delle coalizioni (accordi di voto tra partiti diversi).

C'erano molte di queste coalizioni durante il periodo di Weimar. Erano notoriamente fragili e diverse coalizioni sono crollate. Alcuni partiti, come i nazionalsocialisti, rifiutarono del tutto di entrare in coalizioni.

Le coalizioni venivano continuamente formate, testate dalla legislazione, minate da punti di vista diversi, frammentate, rattoppate e sciolte - solo perché il processo potesse ricominciare. I partiti hanno litigato su questioni e politiche o hanno trovato difficile mettere da parte le loro differenze ideologiche per un certo periodo di tempo.

Paralisi legislativa

Come risultato di questa instabilità, il Weimar Reichstag era spesso paralizzato dalla divisione e incapace o riluttante a far passare la legislazione. La maggior parte dei cancellieri di Weimar trovava impossibile fare molto.

Quando sembrava che un cancelliere non potesse più lavorare con il Reichstag per far passare la legislazione c'erano due opzioni: il cancelliere poteva chiedere al presidente di approvare decreti di emergenza o il presidente poteva sostituirlo. 

Tra il 1919 e il 1933, il cancelliere tedesco fu sostituito 15 volte. Ogni cambiamento richiedeva un nuovo gabinetto dei ministri, nuove politiche e spesso la formazione di una nuova coalizione. Il Reichstag di per sé non era quasi più stabile: si sono tenute nove elezioni generali nello stesso periodo di quattordici anni.

La politica della "Golden Age"

Il periodo tra il 1924 e il 1929 è stato uno dei pochi cambiamenti di governo e delle migliori condizioni economiche. Questo periodo di cinque anni è spesso descritto come il 'Età d'oro di Weimar'.

All'esterno, la metà e la fine degli anni '1920 sembrò un breve periodo di stabilizzazione. La violenza politica e la retorica estremista si sono attenuate; il governo interno funzionava meglio di quanto avesse fatto nei primi anni '1920. Gustav Stresemann ha condotto riforme nella politica estera e nelle relazioni internazionali.

Questi risultati nascondevano una mancanza di stabilità e coesione fondamentali, in particolare all'interno di Reichstag. Formare e mantenere governi di coalizione ha continuato a essere estremamente difficile. La mancanza di fiducia tra i Partito socialdemocratico (SPD) ei partiti di centrismo e di destra sono rimasti l'ostacolo più significativo a coalizioni durature.

Il punto di vista di uno storico:
“Il Reichstag, cioè un'assemblea di quasi 500 rappresentanti delle tendenze politiche più opposte, divisa in sei grandi e costanti raggruppamenti di partito e un numero di gruppi più piccoli e fluttuanti. Questo Reichstag produce nella migliore delle ipotesi una maggioranza semplice, e quindi di solito solo a costo di una dolorosa coalizione e compromesso. [Funziona] solo se la coalizione di maggioranza, riunita per formare un governo, è in grado di convincere una parte abbastanza ampia dell'opposizione della necessità di una legislazione ".
Richard Thomas

1. La Repubblica di Weimar è forse meglio conosciuta dagli storici per la sua instabilità politica, come i suoi frequenti cambi di cancelliere e ministri.

2. Questa instabilità era in parte dovuta al sistema di voto proporzionale adottato nel 1919, che incoraggiava la presenza di molti partiti nel Reichstag.

3. Con nessun singolo partito che abbia mai ottenuto la maggioranza assoluta in Reichstag, un governo nazionale è sempre stato formato da coalizioni di diversi partiti.

4. I cancellieri sono stati nominati dal presidente in base alla loro capacità di formulare leggi e politiche e di guidarli attraverso il Reichstag, un compito molto difficile.

5. Il crollo della coalizione e i frequenti cambi di governo si sono attenuati in Germania dopo il 1924, sebbene l'apparenza di una maggiore stabilità fosse superficiale.

Informazioni sulla citazione
Titolo: “Il Weimar Reichstag"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/weimarrepublic/weimar-reichstag/
Data di pubblicazione: 18 settembre 2019
Data di accesso: Data odierna
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.