Cabaret di Weimar

cabaret di Weimar
Il pubblico in un cabaret esclusivo di Berlino, 1924

Il cabaret era una forma di intrattenimento dal vivo, popolare nella società tedesca negli anni '1920. Spesso rappresentato nell'arte e nei film, il cabaret di Weimar è diventato noto per il suo colore, libertà e decadenza. Gli spettacoli di cabaret spesso contenevano idee o sfumature politiche.

The Golden Age

Il cabaret probabilmente raggiunse il suo apice durante il cosiddetto 'Età d'oro di Weimar'. Questo periodo tra il 1925 e il 1929 è diventato noto per la sua vita urbana vivace e vibrante e per la divulgazione di nuovi stili di musica e danza.

Avendo vissuto in precedenza sotto una monarchia autoritaria, dove l'intrattenimento e le attività sociali erano strettamente regolamentate, molti tedeschi prosperarono grazie agli atteggiamenti sociali rilassati del tardo periodo di Weimar. Anche l'afflusso di denaro straniero e la rinascita economica degli ultimi anni '1920 incoraggiarono la celebrazione, la spesa e la decadenza.

Secondo alcuni storici, questa stravaganza potrebbe essere stata guidata dalla consapevolezza che questa "età dell'oro" era sia artificiale che temporanea. Molti tedeschi hanno speso molto e hanno festeggiato duramente, sostengono, poiché sapevano che questa prosperità non sarebbe durata.

Liberalismo ed edonismo

cabaret di berlino
Le porte anteriori e la segnaletica Bauhaus dell'El Dorado, un famoso cabaret berlinese

La tarda era di Weimar fu segnata da idee liberali e da nuove forme di espressione culturale, intrattenimento ed edonismo (ricerca del piacere).

La musica, la danza e l'intrattenimento di Weimar furono criticati dai radicali su entrambi i lati della politica. I socialisti credevano che rappresentasse lo spreco del capitalismo; gruppi di destra e reazionari hanno affermato che era la prova di un governo debole, decadimento morale e corruzione.

La tarda era di Weimar era particolarmente nota per i suoi cabaret. La maggior parte dei cabaret erano ristoranti o discoteche dove i clienti si sedevano, bevevano e mangiavano ai tavoli. Mentre lo facevano, sono stati intrattenuti da una processione di cantanti, ballerini e comici, spesso su un piccolo palco.

Le origini di Kabarett

Il cabaret era, infatti, un'invenzione francese risalente al 1880. Forse il più famoso di tutti i cabaret francesi, il Moulin Rouge, era noto per consentire balli osceni e impiegare prostitute come ballerine e cameriere.

La forma tedesca era conosciuta come Kabarett. Era più conservatore e di basso profilo, almeno inizialmente, ma ha iniziato a trasformarsi durante e dopo prima guerra mondiale.

La prima discoteca di cabaret di Berlino risale al 1901, tuttavia durante il regno di Kaiser Wilhelm II, Ai cabaret tedeschi non era permesso esibirsi o promuovere umorismo osceno, danze provocatorie o satira politica.

Il boom del cabaret

cabaret di berlino
Questo cabaret berlinese aveva telefoni a ogni tavolo, permettendo agli ospiti di chiamarsi a vicenda

Dopo la prima guerra mondiale, i cabaret divennero enormemente popolari in tutta Europa. Da nessuna parte erano più popolari della Germania. La revoca della censura da parte del governo di Weimar ha visto i cabaret tedeschi trasformarsi e prosperare.

L'intrattenimento nei cabaret di Berlino, Monaco e altre città ruotava spesso attorno a due temi: il sesso e la politica. Storie, barzellette, canzoni e balli erano intrecciati con allusioni sessuali. Con il progredire degli anni '1920, questo lasciò il posto a manifestazioni aperte di nudità, al punto che la maggior parte dei cabaret tedeschi aveva almeno alcuni ballerini in topless.

Alcuni cabaret erano frequentati anche da uomini omosessuali, lesbiche e travestiti. In precedenza costretti a nascondere la loro sessualità, questi individui si sono avvalsi del rilassato liberalismo della scena del cabaret per mostrarlo e discuterne apertamente.

Reazioni conservatrici

ballerini di cabaret
Un gruppo di ballerine di cabaret che indossano costumi tipici degli anni '1920

Come ci si poteva aspettare, i conservatori tedeschi, i reazionari e gli wowsers odiavano i cabaret. Sono stati regolarmente criticati dalla stampa e dai pulpiti delle chiese cattoliche e luterane tedesche, anche se questo ha fatto poco per diminuire la loro popolarità.

Gruppi politici di destra come i nazionalsocialisti (NSDAP) attaccavano regolarmente i cabaret, anche se molti dei loro membri e alcuni dei loro leader erano stati visti lì. Hanno dipinto i cabaret come crogioli corrotti, pieni di gruppi razziali ed etnici, nonché di idee politiche e sociali pericolose.

Lo scrittore austriaco Stefan Zweig ha condannato la scena del cabaret di Berlino e l'effetto che stava avendo sul tessuto sociale della nazione:

“Berlino si è trasformata nella Babele del mondo. I tedeschi hanno portato alla perversione tutta la loro veemenza e amore per il sistema. Ragazzi truccati con girovita artificiale passeggiavano lungo il Kurfiirstendamm… Anche l'antica Roma non aveva conosciuto orge come i balli travestiti di Berlino, dove centinaia di uomini in abiti femminili e donne in abiti maschili ballavano sotto gli occhi benevoli della polizia. In mezzo al crollo generale dei valori, una sorta di follia si impadronì proprio di quei circoli della classe media che fino a quel momento erano stati irremovibili nel loro ordine. Le giovani donne si vantavano con orgoglio di essere pervertite; essere sospettato di verginità a sedici anni sarebbe stato considerato una vergogna in ogni scuola di Berlino ".

Sfumature politiche

I cabaret hanno anche fornito ai tedeschi uno sbocco per opinioni politiche e critiche, sposate con umorismo, satira e scherno.

Buona parte della cabaret sui palchi del cabaret è stata fatta da "umoristi politici" che hanno ridicolizzato tutti i punti dello spettro politico. La loro derisione, parodia e satira erano "tutto va bene"; nessun leader, partito, politica o idea è stata risparmiata.

Alcune di queste commedie erano personali piuttosto che politiche. Friedrich Ebert veniva regolarmente deriso per il suo peso, per esempio. L'aspetto Chaplinesque e il manierismo del leader del NSDAP Adolf Hitler furono ridicolizzati durante la fine degli anni '1920.

Alcuni artisti di cabaret hanno posto domande politiche più sostanziali. Uno ha chiesto: "quanto è socialista il Partito socialdemocratico?" mentre un altro si chiedeva se la Germania fosse davvero una repubblica o se fosse ancora governata da aristocratici e industriali. Molti attori e comici hanno ricordato i giorni di gloria della Germania imperiale, quando le tasse erano basse, il pane costava poco e la carne era abbondante.

Le canzoni di cabaret tendevano ad essere leggere e stravaganti, ma alcune contenevano un sottotesto politico. La melodia popolare di Mischa Spoliansky, È tutta una truffa (1931), è un esempio:

I politici sono maghi
Chi fa scomparire le truffe
Le tangenti che stanno prendendo
Gli affari che stanno facendo
Non raggiungere mai l'orecchio del pubblico
La sinistra tradisce, la destra sgomenta
Il paese è al verde e indovina chi paga?
Ma tassare ogni truffa nel processo decisionale
I profitti saranno da record
Tutti truffano un po '
Quindi vota per chi ruberà per te.

cabaret di Weimar

1. Dopo decenni di governo restrittivo e autoritario, Weimar fu un periodo di liberalizzazione sociale.

2. Nel post-1924 il risveglio economico ha visto molti cercare nuove forme di svago e divertimento, come Kabarett.

3. L'intrattenimento del cabaret tedesco ruotava attorno a temi di liberazione sessuale e critica politica.

4. I cabaret non seguirono alcuna linea politica: qualsiasi partito o leader era soggetto a critiche o beffe.

5. Molti temevano l'impatto che la "cultura del cabaret" stava avendo sulla società tedesca e sulla moralità pubblica.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Cabaret di Weimar"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/weimarrepublic/weimar-cabaret/
Data di pubblicazione: October 4, 2019
Data di accesso: Data odierna
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.