Dichiarazione del Consiglio dei ministri del popolo (1918)

Formato il 10 novembre 1918, il Consiglio dei Ministri del Popolo era un comitato di sei persone che assumeva i poteri governativi precedentemente detenuti dal Kaiser e dal suo cancelliere. Il 12 novembre, dopo due giorni al potere, il Consiglio ha emesso la seguente dichiarazione:

Al popolo tedesco!

“Il governo che è uscito dalla rivoluzione, la cui direzione politica è puramente socialista, si è posto il compito di attuare il programma socialista.

Con la presente proclamiamo i seguenti punti, che avranno effetto giuridico immediato:

1. Lo stato d'assedio è abolito.

2. Il diritto di associazione e riunione non è più soggetto ad alcuna restrizione, nemmeno per i funzionari e coloro che lavorano per lo Stato.

3. Non ci deve essere censura. Viene abolita anche la censura del teatro.

4. L'espressione dell'opinione verbale e scritta è libera da restrizioni.

5. La libertà di osservanza religiosa è garantita. Nessuno può essere costretto a prendere parte ad attività religiose.

6. L'amnistia è concessa per tutti i reati politici. Tutti i procedimenti pendenti a causa di tali reati sono annullati.

7. La legge sul servizio ausiliario per la Patria è abrogata, ad eccezione delle disposizioni relative alla composizione delle controversie.

8. Vengono annullate le ordinanze dei servi agricoli, così come le leggi eccezionali contro i lavoratori rurali.

9. Le disposizioni per la protezione del lavoro, sospese all'inizio della guerra, vengono nuovamente applicate.

Prossimamente saranno pubblicate ulteriori ordinanze nel campo della politica sociale. Una giornata lavorativa massima di otto ore entrerà in vigore al più tardi il 1 ° gennaio 1919.

Il governo farà tutto il possibile per assicurarsi che ci siano sufficienti opportunità per assicurarsi un lavoro. Abbiamo preparato una serie di regole per
mantenimento dei disoccupati. Divide l'onere tra il Reich, gli Stati e i comuni.

Per quanto riguarda l'assicurazione malattia, il livello obbligatorio di assicurazione deve essere aumentato al di sopra del limite precedente di 2,500 marchi. Combatteremo la carenza di alloggi fornendo nuove abitazioni.

Lavoreremo per garantire un approvvigionamento ordinato di cibo per le persone. Il flusso ordinato della produzione sarà mantenuto dal governo, la proprietà privata sarà protetta dagli attacchi delle persone e la libertà e l'incolumità dell'individuo saranno protette.

Tutte le elezioni degli enti pubblici si svolgeranno d'ora in poi sulla base della rappresentanza proporzionale a suffragio uguale, segreto, diretto e universale per tutti i maschi e le femmine che abbiano compiuto 20 anni. Questa legge elettorale è valida anche per l'Assemblea Costituente, per la quale verranno successivamente emanati regolamenti più specifici.

Herr Ebert
Herr Haase
Signor Scheidemann
Herr Landsberg
Herr Dittmann
Herr Barth