Un'introduzione alla Repubblica di Weimar

Weimar Germania
Vita sociale durante l'età d'oro di Weimar

La storia della Repubblica di Weimar è intrigante, non solo per la sua tragica fine e la discesa nel totalitarismo nazista, ma anche per le lezioni che offre al mondo moderno.

Un esperimento idealista

La Repubblica di Weimar è nata negli ultimi giorni del prima guerra mondiale. È iniziato con a ammutinamento tra marinai e portuali che hanno costretto all'abdicazione Kaiser Wilhelm II, il monarca tedesco.

Il futuro della Germania fu allora colto da idealisti politici che cercarono di fare della loro patria la nazione democratica più liberale d'Europa. Il sistema politico e la società che hanno creato sono diventati noti come la Repubblica di Weimar. Durò appena 15 anni, terminando nel 1933-34 quando cedette al dominio totalitario di Adolf Hitler e Nazionalsocialisti (NSDAP).

Anche mentre la Repubblica di Weimar veniva smantellata dai nazisti, storici e scienziati politici cercarono di spiegare perché la democrazia aveva fallito nella Germania del dopoguerra. Non hanno trovato risposte facili. La Repubblica di Weimar è morta di mille tagli. È stato indebolito e minato da una miriade di fattori e forze.

Nasce la Repubblica

Nel novembre 1918, mentre lo sforzo bellico tedesco stava crollando e la resa agli Alleati divenne imminente, il La marina tedesca si ammutinò e La monarchia hohenzollern è crollata con appena un piagnucolio.

Il governo della Germania è stato assunto da politici civili, liberali e socialdemocratici simili Friedrich Ebert, Philipp Scheidemann e Gustav Noske. Questi uomini erano moderati politici, ma anche ottimisti che credevano che la Germania potesse fare una transizione di successo al repubblicanesimo democratico.

Fedeli ai loro valori liberali, hanno creato un file costituzione ciò creò probabilmente il sistema politico più libero e democratico del suo tempo. Una volta comandato di seguire e obbedire, il popolo tedesco poteva ora selezionare i propri rappresentanti, il proprio governo e il proprio capo di stato. A tutti i tedeschi è stata data l'uguaglianza legale, le libertà civili e il diritto di voto, indipendentemente dallo status, dalla ricchezza, dall'istruzione o dal sesso.

Problemi e sfide

repubblica di weimar
La Germania del dopoguerra era gravata da un enorme debito di riparazione

Ma nonostante il loro idealismo e le buone intenzioni, i leader della Germania di Weimar dovettero affrontare enormi sfide e difficoltà.

Questi politici hanno ereditato una nazione esausta, impoverita e affamata da quattro anni di guerra totale. Era anche diviso e riempito da una miriade di gruppi politici, inclusi rivoluzionari di estrema sinistra e reazionari di estrema destra.

Nei suoi primi mesi, il nuovo regime è stato minacciato da a lotta per il potere tra l' spartachisti (comunisti locali che volevano la rivoluzione), il Freikorps (ex soldati di opinioni politiche nazionaliste) e altri controrivoluzionari nazionalisti.

La Germania era anche in balia di potenze straniere, che volevano punirla per la guerra e prevenire future minacce decimando l'economia tedesca. I termini umilianti del Trattato di Versailles (1919) infiammarono i nazionalisti paranoici, che si aggrapparono alla convinzione che la resa del 1918 fosse ingiustificata, opera di socialisti e cospiratori ebrei.

Divisione e disunione

Gli uomini di Weimar hanno creato un modello ambizioso per il governo repubblicano, ma unire tutti o anche la maggior parte dei tedeschi dietro questo modello si è rivelato quasi impossibile.

I problemi più urgenti e visibili della Germania di Weimar erano l'instabilità politica, la violenza e la sofferenza economica. Questi problemi erano particolarmente acuti nei primi anni '1920. La capacità di risposta del governo è stata limitata dal nuovo sistema politico.

Piuttosto che incoraggiare una leadership decisiva e facilitare l'azione, il Reichstag divenne una palude di piccole feste, idee contrastanti e interesse personale.

I pericoli degli anni '1920 richiedevano una leadership forte, ma il sistema di Weimar ha tirato fuori una serie di governi di coalizione deboli e non meno di 15 diversi cancellieri, la maggior parte dei quali politicamente impotenti. Il Reichstag era diviso, paralizzato e incapace di attuare le politiche o le riforme necessarie; dirigere lo stato si è rivelato un compito difficile, se non impossibile.

Un'economia al collasso

La condizione economica della Germania era ancora più pericolosa. Sebbene le ostilità terminarono formalmente nel novembre 1918, i tedeschi continuarono a subire un blocco alimentare alleato che continuò fino alla metà del 1919. La conseguente fame ha contribuito alla morte di oltre un milione di civili.

Lo Trattato di Versailles spogliato la Germania dei suoi possedimenti coloniali, importanti territori europei e preziose regioni industriali. A 1921 Berlino è stato consegnato a riparazioni fattura per un totale di oltre 30 miliardi di dollari.

Questo fardello oltraggioso ha cancellato ogni speranza di ripresa economica del dopoguerra. La già devastata economia tedesca non poteva sopportare questo fardello e nel 1922 Berlino era inadempiente sui pagamenti trimestrali delle riparazioni agli Alleati.

Francia e Belgio hanno risposto inviando truppe a occupare la regione industriale della Ruhr e sequestrare materiale tedesco e produrre. I tedeschi risposero avviando uno sciopero generale paralizzante e - come ultima risorsa dal disperato governo di Weimar - stampando freneticamente le banconote, una mossa che innescò il devastante iperinflazione di 1923.

L '"età dell'oro" - o era?

Gustav Stresemann, che riportò la Germania nell'ovile europeo

La Germania fu infine sollevata da questa palude dal pragmatismo di Gustav Stresemann, il restauro di relazioni estere e Assistenza finanziaria americana.

Riconoscendo che una Germania in bancarotta avrebbe destabilizzato l'Europa e minacciato la sua stessa economia, gli Stati Uniti sono intervenuti, negoziando con un governo di Weimar più conciliante. Il piano Dawes del 1924 ha riconfigurato i pagamenti delle riparazioni e facilitato miliardi di dollari di prestiti esteri per rilanciare l'economia tedesca. Questa iniezione di capitale ha permesso ai settori industriali e manifatturieri tedeschi di riprendersi rapidamente, portando a rapidi miglioramenti nell'occupazione, nei salari e negli standard di vita.

Il periodo 1924-29 è di conseguenza indicato come il 'Età d'oro di Weimar'. Era un periodo di progresso del miglioramento del tenore di vita, dei valori borghesi e delle ondate arte, film e cultura popolare.

La grande Depressione

Ma l'età d'oro di Weimar è stata una prosperità temporanea e artificiale, qualcosa che i tedeschi stessi sembrano capire. Nel 1929, la nazione fu devastata dal Grande Depressione, che prosciugò la Germania di denaro e capitali stranieri.

Minacciati di disoccupazione e fame per la seconda volta in un decennio, gli elettori tedeschi hanno perso la fiducia nel governo e hanno abbandonato i principali partiti politici. Invece, si sono rivolti a gruppi marginali impegnati a smantellare e distruggere la democrazia.

Uno di questi gruppi, il Partito nazionalsocialista tedesco dei lavoratori o NSDAP, era stato piccolo e insignificante negli anni '1920. Con il deteriorarsi delle condizioni in Germania, tuttavia, le fortune elettorali del NSDAP migliorarono e gli inveenti discorsi del suo leader, Adolf Hitler, iniziarono a colpire il popolo tedesco.

Di 1932, il percorso verso un governo guidato da Hitler - e fino alla morte del repubblicanesimo di Weimar - veniva sgombrato.

Il punto di vista di uno storico:
“La Germania di Weimar ci parla ancora. I dipinti di George Grosz e Max Beckmann sono molto richiesti ... Bertold Brecht e Kurt Weill vengono periodicamente riproposti nei teatri di tutto il mondo ... I design delle cucine richiamano gli stili degli anni '1920 e il lavoro creativo del Bauhaus ... Quello che gli appassionati di cinema non hanno visto The Cabinet del dottor Caligari o Metropolis? La Germania di Weimar ci parla anche in altri modi, il più delle volte come un segnale di avvertimento. Questa era una società martoriata dalla crisi economica e da un conflitto politico implacabile. La Germania di Weimar evoca paure di ciò che può accadere quando semplicemente non c'è consenso sociale su come andare avanti, e ogni differenza diventa causa di battaglie politiche esistenziali. È un segnale di avvertimento perché sappiamo tutti come è andata a finire.
Eric D. Weitz

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Un'introduzione alla Repubblica di Weimar"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/weimarrepublic/weimar-republic-introduction/
Data di pubblicazione: 3 settembre 2019
Data di accesso: Data odierna
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.