Max von Baden si oppone alla democrazia parlamentare (1918)

Il seguente estratto proviene da una lettera scritta da Principe Max di Baden, a suo cugino, Alexander von Hohenlohe, nel gennaio 1918. La lettera fu pubblicizzata nell'ottobre 1918, dopo la nomina di Baden a cancelliere, e provocò una tempesta di fuoco, poiché esprime opposizione alla democrazia parlamentare in Germania:

“Poiché mi oppongo al parlamentarismo occidentale per la Germania e il Baden, ho dovuto dire alla gente del Baden e della Germania che, pur comprendendone le esigenze, non vedo alcun aiuto nelle istituzioni. Così posso acquisire una piattaforma su cui tenere nelle mie mani i metodi che desidero applicare, e gli abitanti di Baden lo seguono volentieri perché sentono che le loro ansie e le loro esigenze sono comprese ... "

Anch'io, naturalmente, desidero che i nostri successi vengano sfruttati il ​​più possibile e, lungi dall'essere d'accordo con la cosiddetta Risoluzione di pace, che era il figlio maledetto della paura e dei giorni canini di Berlino, voglio i maggiori compensi possibili in in una forma o nell'altra, in modo da non diventare troppo poveri dopo la guerra ...

Nel trattare con così astuti e saggi e avversari mondani come l'Inghilterra, il Belgio è l'unica pedina per il risarcimento che possediamo ".