Le repubbliche sovietiche tedesche

repubblica sovietica tedesca
Propaganda che spinge per la repubblica sovietica in Baviera

A gennaio 1919, il spartachisti furono sconfitti a Berlino dal Reichswehr e Freikorps - ma la minaccia di a bolscevicola rivoluzione socialista in stile era tutt'altro che finita. In diverse località dell'ex impero, i radicali furono in grado di prendere il potere e formare nuovi stati socialisti noti come repubbliche sovietiche tedesche.

La rivoluzione russa

Le repubbliche sovietiche tedesche furono ispirate dagli eventi in Russia rivoluzionaria e in molti casi, sul modello dei Soviet russi (consigli rivoluzionari che rappresentano operai, soldati e marinai).

In Germania, questi movimenti sovietici hanno preso forma da vari consigli di operai e soldati che si sono formati durante e dopo il Ammutinamento di Kiel. Guidati da socialisti e idealisti radicali, questi consigli presero il controllo dei governi provinciali e si dichiararono repubbliche sovietiche indipendenti.

Le repubbliche sovietiche che si formarono in Germania nel 1918-19 erano spesso mal organizzate, mal amministrate o prive di sostegno sufficiente. Di conseguenza, sono rapidamente crollati o sono stati invasi dalle forze governative o antisocialiste Freikorps.

Il Soviet sassone

La prima di queste repubbliche sovietiche si formò in Sassonia, un regno orientale che comprendeva le città di Dresda e Lipsia. L'abdicazione del popolare re Federico Augusto III il 13 novembre 1918 aveva lasciato la Sassonia senza guida.

Il consiglio operaio locale ha immediatamente colmato questo vuoto di potere. Il 19 novembre i suoi leader dichiararono l'indipendenza e la nascita della Repubblica Sovietica di Sassonia. Hanno quindi avviato un programma socialista radicale che includeva la nazionalizzazione dell'industria e il sequestro della proprietà privata.

La presa del potere socialista non era popolare tra tutti ei mesi seguenti furono segnati da proteste, violenze e assassinii politici.

Nell'aprile 1919, il governo sovietico interruppe i rapporti con la Repubblica di Weimar, provocando un'invasione da parte delle truppe di Weimar. I socialisti furono rimossi dal potere fino al marzo 1920, ma si riunirono e un anno dopo ripresero il controllo. Alla fine furono sconfitti nel 1923. 

Brema e i porti del nord

repubbliche sovietiche tedesche
Una folla di migliaia di persone si raduna davanti al municipio di Brema mentre viene proclamata la repubblica sovietica

Una seconda repubblica sovietica fu costituita a Brema, una città portuale industriale nel nord della Germania. Il consiglio dei lavoratori e dei soldati lì era diventato grande e potente ed era guidato dai radicali. Ispirati dalla rivolta spartachista a Berlino, proclamarono la nascita della Repubblica Sovietica di Brema il 10 gennaio 1919.

I suoi dirigenti hanno seguito questo proclama con misure radicali, sequestrando conti bancari compresi quelli del Partito socialdemocratico (SPD), armando i lavoratori e dichiarando sciopero generale. 

Entro 48 ore, l'acquisizione socialista di Brema aveva ispirato eventi simili in altre città costiere tra cui Amburgo, Cuxhaven e Wilhelmshaven. Se il movimento dovesse consolidarsi e diffondersi, gran parte della Germania settentrionale sarebbe nelle mani dei socialisti.

La Repubblica Sovietica di Brema è durata poco meno di un mese. Nel febbraio 1919 fu rovesciato dal governo di Weimar Freikorps truppe. La maggior parte dei suoi leader furono catturati e giustiziati.

La Repubblica socialista bavarese

Nell'aprile 1919, i socialisti tentarono un'altra rivoluzione nella Germania meridionale. Approfittando del disordine locale, presero il controllo del governo in Baviera e dichiararono una repubblica sovietica indipendente. Hanno nominato Monaco come capitale, nominato ministri e stabilito contatti con i governanti bolscevichi in Russia.

I socialisti bavaresi ebbero solo marginalmente più successo dei loro cugini spartachisti a Berlino. A maggio, dopo appena quattro settimane al potere, il Soviet bavarese fu attaccato da 9,000 Reichswehr soldati e membri 30,000 del Freikorps.

Dopo giorni di aspri combattimenti, il controllo della Baviera fu restituito al governo di Weimar. Più di 1,700 comunisti furono uccisi nella battaglia per Monaco o successivamente giustiziati dal Freikorps.

La soppressione di questi gruppi socialisti vide la situazione allentarsi entro la metà del 1919. La scomparsa del Costituzione di Weimar portò effettivamente a termine la rivoluzione tedesca, anche se molti altri guai si prospettavano per il nuovo governo.

repubbliche sovietiche tedesche

1. Sulla scia della rivolta spartachista, ci furono diversi tentativi di sostituire i governi provinciali con un regime socialista e proclamarli repubbliche sovietiche.

2. Questi tentativi di rivoluzione furono istigati dai consigli dei lavoratori formati durante e dopo l'ammutinamento di Kiel e modellati sui Soviet rivoluzionari russi.

3. La prima di queste repubbliche sovietiche tedesche si formò in Sassonia nel novembre 1918. Sopravvisse fino all'aprile 1919 quando tentò di secedere e fu invasa dalle forze governative.

4. Due delle repubbliche sovietiche più significative erano Brema (gennaio-febbraio 1919) e Baviera (aprile-maggio 1919). Entrambi furono infine sconfitti da Freikorps e truppe governative.

5. L'approvazione della costituzione di Weimar e il consolidamento del governo nazionale portarono alla fine di queste rivoluzioni di sinistra nel 1919-20, sebbene la minaccia di rivolte socialiste rimanesse.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Le repubbliche sovietiche tedesche"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/weimarrepublic/german-soviet-republics/
Data di pubblicazione: 14 settembre 2019
Data di accesso: Data odierna
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.