Jan Smuts condanna l'occupazione della Ruhr (1923)

A gennaio 1923, truppe francesi e belghe marciarono nella Germania occidentale e occuparono centri industriali nella valle della Ruhr. Secondo Parigi, il Occupazione della Ruhr era una risposta alla riluttanza di Berlino a soddisfare i suoi obblighi di riparazione.

L'intervento militare della Francia ha causato indignazione in Germania, dove ha sconvolto l'economia, sconvolto il governo di Weimar, alimentato movimenti nazionalisti di destra e ha contribuito al crisi di iperinflazione di 1923 in ritardo.

L'occupazione della Ruhr ha suscitato critiche anche dall'estero. Un rumoroso denunciante era il primo ministro sudafricano Jan Smuts (1870-1950), che al culmine della crisi visitò Londra per una conferenza imperiale.

In un discorso pronunciato il 23 ottobre, Smuts ha definito l'occupazione della Ruhr un'azione illegale che non riuscirebbe a ottenere pagamenti di riparazione dalla Germania. Ha anche affermato che l'occupazione non era prevista dal Trattato di Versailles, che era stato ridotto a un altro "pezzo di carta":

“L'occupazione della Ruhr… è una questione grave da qualunque punto di vista si consideri… Tutti gli esperti che ho consultato sono all'unanimità dell'opinione che fintanto che l'occupazione della Ruhr continua, non ci possono essere pagamenti di riparazione da parte del governo tedesco. L'occupazione non solo non produrrà pagamenti, ma renderà impossibile il pagamento delle riparazioni. Mentre il cuore industriale è separato dal corpo della Germania, il suo governo non può ripristinare le loro finanze e non può nemmeno prepararsi a pagare le riparazioni ...

Il minimo che si dovrebbe fare è che l'occupazione della Ruhr dovrebbe, senza ulteriori indugi, diventare un'occupazione invisibile e che tutte le barriere tra la Ruhr e la Renania da un lato e il resto della Germania dall'altro, dovrebbero essere rimosse, e che le relazioni commerciali libere e senza ostacoli tra i due dovrebbero essere ripristinate. A meno che ciò non avvenga, tutte le discussioni e gli insediamenti della domanda di riparazione saranno in sospeso e non avranno alcuna relazione con i fatti.

Questo è abbastanza grave ma c'è di più. L'occupazione della Ruhr può anche essere considerata… un impegno produttivo, che dovrà essere svolto dalle autorità occupanti in mancanza di pagamenti ufficiali di riparazione da parte del governo tedesco. Questo è il punto di vista ufficiale francese. Ma guarda cosa significa. Non è solo una semplice occupazione esercitare pressioni sul governo tedesco. È uno sfruttamento diretto del territorio tedesco, del tutto non previsto dal trattato di Versailles ...

I francesi odiano la parola revisione eppure hanno effettivamente iniziato la revisione del trattato di Versailles! Stanno applicando un accordo esterno e diverso da quello previsto dal trattato. Hanno le congratulazioni di tutti coloro che odiano il trattato. Hanno iniziato un processo che andrà molto lontano ...

C'è un aspetto molto più grave da cui si può considerare l'occupazione della Ruhr… Il governo britannico ha dichiarato che l'occupazione è illegale. Con tutta la loro autorità e responsabilità, hanno dichiarato al mondo che l'occupazione della Ruhr è una violazione del trattato di Versailles da parte di Francia e Belgio. Hanno chiesto che la questione sia decisa dalla Corte suprema d'appello tra le nazioni, dall'Alta corte di giustizia internazionale ...

Se l'azione della Francia e del Belgio è giusta e legale ai sensi del trattato [di Versailles], qualsiasi firmatario del trattato può in qualsiasi momento lamentare una violazione del trattato da parte della Germania e quindi procedere all'invasione del suo territorio. Una simile interpretazione del trattato di pace, a prima vista, è ingiusta e sbagliata ...

Il più grande problema nelle relazioni internazionali, non solo dell'Europa ma del mondo intero, è tornato in primo piano. Siamo di nuovo nell'agosto del 1914. È di nuovo il pezzo di carta. Ancora una volta un grande strumento di insediamento europeo è stato rotto. Siamo entrati nella Grande Guerra per vendicare una simile violazione. È di cattivo auspicio per la futura pace dell'Europa che quattro anni dopo la guerra, dovremmo affrontare di nuovo lo stesso tipo di situazione ".

occupazione ruhr 1923
Un cartone animato di 1923 che raffigura il premier francese Raymond Poincaré mentre pranza su bambini della regione della Ruhr, un riferimento alla fame causata da attacchi di cibo