Edward Gray (Gran Bretagna)

edward grigio

Sir Edward Grey (1862-1933) è stato un politico britannico di lunga data che ha ricoperto la carica di ministro degli esteri durante gli anni di formazione della guerra.

Nato in una famiglia privilegiata, gli anni della giovinezza di Grey sono stati svogliati: era uno studente mediocre con ambizioni di carriera incerte. 

Nel 1885 Gray fu eletto alla Camera dei Comuni all'età di soli 23 anni. Sette anni dopo, divenne sottosegretario agli affari esteri nonostante non avesse quasi nessuna esperienza o competenza nel campo.

Nel 1905, Gray divenne ministro degli esteri nel governo Asquith, incarico che mantenne per i successivi 11 anni.

Il coinvolgimento di Grey nello scoppio della prima guerra mondiale è stato a lungo oggetto di dibattito. Numerosi contemporanei e diversi storici hanno criticato Gray per la sua gestione della politica estera britannica prebellica e in particolare della crisi di luglio. 

Durante il mandato di Grey, la politica estera britannica tendeva a essere poco chiara o riservata. Oltre a sostenere la neutralità belga, Gray non ha fornito indicazioni chiare su come la Gran Bretagna potrebbe rispondere in caso di guerra nel continente. Questo distacco e mancanza di impegno, molti hanno sostenuto, ha solo incoraggiato la belligeranza tedesca.

Durante la guerra, Gray negoziò diversi trattati e accordi tra la Gran Bretagna ei suoi alleati. Il più noto di questi fu probabilmente il Trattato di Londra del 1915 che portò l'Italia in guerra.

Gray si dimise dal governo nel dicembre 1916, si trasferì alla Camera dei Lord e da allora in poi giocò poco ruolo nel governo in tempo di guerra.

Titolo: "Edward Gray (Gran Bretagna)"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/worldwar1/edward-grey-britain/
Data di pubblicazione: Luglio 12, 2017
Data di accesso: Dicembre 06, 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.