Alleanze come causa della prima guerra mondiale

alleanze prima guerra mondiale
Una rappresentazione della Triple Alliance, con l'Italia come partner junior

Le alleanze sono forse la causa più nota della prima guerra mondiale. Un'alleanza è un accordo politico, militare o economico formale tra due o più nazioni. Le alleanze militari di solito contengono la promessa che, in caso di guerra o aggressione, una nazione firmataria sosterrà le altre. I termini di questo sostegno sono delineati nel documento dell'alleanza. Può variare dal sostegno finanziario o logistico, come la fornitura di materiali o armi, alla mobilitazione militare e alla dichiarazione di guerra. Le alleanze possono contenere anche elementi economici, come accordi commerciali, investimenti o prestiti. Durante il XIX e l’inizio del XX secolo le nazioni europee formarono, annullarono e ristrutturarono regolarmente alleanze. Nel 19, le Grandi Potenze d’Europa si erano riunite in due blocchi di alleanza. L’esistenza di questi due blocchi opposti significava che la guerra tra due nazioni poteva significare una guerra tra tutte.

Le alleanze non erano certo un fenomeno nuovo nella storia europea. Per secoli l’Europa è stata un crogiolo di rivalità etniche e territoriali, intrighi politici e paranoia. Francia e Inghilterra erano antichi antagonisti la cui rivalità sfociò più volte in una guerra aperta tra il XIV e l'inizio del XIX secolo. Anche i rapporti tra francesi e tedeschi erano difficili, mentre anche Francia e Russia avevano le loro divergenze. Le alleanze fornivano agli stati europei una misura di protezione; servivano da deterrente per gli stati più grandi che avrebbero potuto fare guerra a quelli più piccoli. Nel corso del 14 le alleanze furono utilizzate sia come misura difensiva che come strumento politico. Re e principi formavano o riformavano regolarmente alleanze, di solito per promuovere i propri interessi o isolare i rivali. Molte di queste alleanze e blocchi di alleanze furono di breve durata. Alcuni crollarono quando emersero nuovi leader; altri furono annullati o sostituiti da nuove alleanze.

L'ascesa del dittatore francese Napoleone Bonaparte agli inizi del 1800 inaugurò un breve periodo di "super alleanze". Le nazioni europee si allearono a sostegno di Bonaparte o per sconfiggerlo. Tra il 1797 e il 1815 i leader europei formarono sette coalizioni antinapoleoniche. In tempi diversi queste coalizioni includevano Gran Bretagna, Russia, Olanda, Austria, Prussia, Svezia, Spagna e Portogallo. Dopo la sconfitta di Napoleone a Waterloo nel 1815, i leader europei lavorarono per ripristinare la normalità e la stabilità nel continente. Il Congresso di Vienna (1815) stabilì un sistema diplomatico informale, definì i confini nazionali e cercò di prevenire guerre e rivoluzioni. Il sistema congressuale funzionò per un certo periodo ma iniziò a indebolirsi a metà del 1800. Gli interessi imperiali, i cambiamenti nel governo, una serie di rivoluzioni (1848) e i crescenti movimenti nazionalisti in Germania, Italia e altrove videro aumentare nuovamente le rivalità e le tensioni europee. Le nazioni si sono nuovamente rivolte ad alleanze per difendere e promuovere i propri interessi. Alcuni accordi individuali firmati tra la metà e la fine del 1800 includono:

“I modelli della causalità della guerra hanno spesso espresso le relazioni internazionali contemporanee. Durante la Guerra Fredda e la divisione del mondo in due, si tendeva a considerare le relazioni internazionali prima del 1914 come bipolari e divise tra due blocchi rigidamente separati e rivali in cui potere, prestigio e sicurezza erano determinanti chiave; e in cui l’enfasi veniva posta sul sistema di alleanze nelle cause della guerra… L’analisi si concentrava su quanto la guerra fosse accidentale (o “generata dal sistema”) e quanto fosse voluta dai governi”.
John Horne, storico

Il trattato di Londra (1839). Sebbene non fosse un'alleanza, questo trattato multilaterale riconosceva l'esistenza del Belgio come stato indipendente e neutrale. Molte delle grandi potenze europee, tra cui la Gran Bretagna e la Prussia, furono firmatarie di questo trattato. Il Belgio si era guadagnato lo status di Stato negli anni '1830 dell'Ottocento dopo essersi separato dall'Olanda meridionale. Il Trattato di Londra era ancora in vigore nel 1914, quindi quando le truppe tedesche invasero il Belgio nell'agosto 1914, gli inglesi lo considerarono una violazione del trattato.

La Lega dei Tre Imperatori (1873). Questa lega era un'alleanza a tre tra i monarchi regnanti di Germania, Austria-Ungheria e Russia. La Lega dei Tre Imperatori fu architettata e dominata dallo statista prussiano Otto von Bismarck, che la vide come un mezzo per garantire l'equilibrio di potere in Europa. Il disordine nei Balcani minò l'impegno della Russia nei confronti della lega, che crollò nel 1878. La Lega dei Tre Imperatori, senza la Russia, costituì la base della Triplice Alleanza.

The Dual Alliance (1879). Si trattava di un'alleanza militare vincolante tra Germania e Austria-Ungheria, che richiedeva a ciascun firmatario di sostenere l'altro se uno fosse stato attaccato dalla Russia. Fu firmato dopo il crollo della Lega dei Tre Imperatori e durante un periodo di tensioni austro-russe nei Balcani. L'alleanza fu accolta con favore dai nazionalisti tedeschi, che credevano che l'Austria di lingua tedesca dovesse essere assorbita nella grande Germania.

The Triple Alliance (1882). Questa complessa alleanza a tre tra Germania, Austria-Ungheria e Italia era guidata da sentimenti antifrancesi e antirussi. Ciascuno dei tre firmatari si impegnava a fornire sostegno militare agli altri, nel caso in cui uno fosse stato attaccato da altre due potenze – o se la Germania e l’Italia fossero state attaccate dalla Francia. L’Italia, essendo di recente formazione e militarmente debole, era vista come un partner minore in questa alleanza.

L'Alleanza franco-russa (1894). Questa alleanza militare tra Francia e Russia ripristinò rapporti cordiali tra le due potenze imperiali. L’Alleanza franco-russa fu in effetti una risposta alla Triplice Alleanza, che aveva isolato la Francia. La firma dell’Alleanza franco-russa fu uno sviluppo inaspettato che vanificò i piani tedeschi per l’Europa continentale e fece arrabbiare Berlino. Forniva inoltre vantaggi economici a entrambe le nazioni firmatarie, consentendo alla Russia l’accesso ai prestiti francesi e fornendo ai capitalisti francesi l’accesso alle miniere, all’industria e alle materie prime russe.

Le Intesa Cordiale (1904). Significa "accordo amichevole", il Intesa Cordiale fu una serie di accordi tra Gran Bretagna e Francia. IL Intesa pose fine a un secolo di ostilità tra i due vicini d'oltre Manica. Risolse anche alcuni disaccordi coloniali e altre controversie minori ma persistenti. IL Intesa non era un'alleanza militare; nessuno dei due firmatari era obbligato a fornire sostegno militare all'altro. Tuttavia fu visto come il primo passo verso un'alleanza militare anglo-francese.

L'anglo-russo Intesa (1907). Questo accordo tra Gran Bretagna e Russia ha allentato le tensioni e ristabilito buoni rapporti tra le due nazioni. La Gran Bretagna e la Russia avevano trascorso gran parte del XIX secolo come antagoniste, entrando in guerra in Crimea (19-1853) e in seguito arrivando sull’orlo della guerra due volte. L'anglo-russo Intesa risolto diversi punti di disaccordo, compreso lo status dei possedimenti coloniali in Medio Oriente e in Asia. Non ha comportato alcun impegno o sostegno militare.

La tripla Intesa (1907). Questo trattato consolidò la Intesa Cordiale e l'anglo-russo Intesa in un accordo a tre tra Gran Bretagna, Francia e Russia. Ancora una volta, non si trattava di un’alleanza militare, ma di tre Ententes di 1904-7 erano importanti perché segnarono la fine della neutralità e dell'isolazionismo britannici.

alleanze
Un diagramma di Venn che raffigura la rete di alleanze nell'Europa 19 e 20 secolo
alleanze
Una rappresentazione dei due blocchi di alleanza, ciascuno che tira contro l'altro

La maggior parte delle alleanze e ententes sono stati formulati a porte chiuse e resi pubblici dopo la firma. Alcune nazioni hanno addirittura condotto trattative senza informare gli altri partner dell’alleanza. Il cancelliere tedesco Bismarck, ad esempio, avviò i negoziati per un'alleanza con la Russia nel 1887, senza informare il principale alleato della Germania, l'Austria-Ungheria. Alcune alleanze contenevano anche "clausole segrete" che non erano state annunciate pubblicamente o registrate. Molte di queste clausole segrete divennero note al pubblico solo dopo la fine della prima guerra mondiale. La natura segreta delle alleanze non fece altro che aumentare i sospetti e le tensioni continentali.

Un ulteriore fattore nello scoppio della prima guerra mondiale furono piccoli ma significativi cambiamenti nelle alleanze europee, negli anni precedenti al 1914. Una clausola inserita nella Duplice Alleanza nel 1910, ad esempio, richiedeva alla Germania di intervenire direttamente se l’Austro-Ungheria fosse mai stata in guerra. attaccato dalla Russia. Queste modifiche rafforzarono e militarizzarono le alleanze e probabilmente aumentarono la probabilità di una guerra. Nonostante ciò, l’impatto del sistema di alleanze come causa di guerra è spesso sopravvalutato. Le alleanze non hanno reso la guerra inevitabile, come spesso viene suggerito. Le alleanze non hanno indebolito i governi né hanno portato a dichiarazioni di guerra automatiche; l’autorità e la decisione finale di mobilitare o dichiarare guerra spettava ancora ai leader nazionali. Il fattore decisivo è stato il loro impegno morale nei confronti di queste alleanze. Come ha affermato lo storico Hew Strachan, il vero problema era che nel 1914 “nessuno era pronto a combattere con tutto il cuore per la pace fine a se stessa”.

sistema di alleanze

1. Il sistema di alleanze era una rete di trattati, accordi e ententes che sono stati negoziati e firmati prima di 1914.
2. Le tensioni e le rivalità nazionali hanno reso le alleanze una caratteristica comune della politica europea, tuttavia il sistema delle alleanze è diventato particolarmente esteso alla fine del 1800.
3. Molte di queste alleanze furono negoziate in clausole segrete o contenute, aumentando il sospetto e la tensione che esistevano nell'Europa prebellica.
4. La Triplice Alleanza (Germania, Austria-Ungheria e Italia) costituì la base delle Potenze Centrali, il blocco di alleanza dominante nell'Europa centrale.
5. Gran Bretagna, Francia e Russia hanno superato i loro conflitti e le tensioni storiche per formare un triangolo a tre accordo nei primi 1900.


© Alpha History 2014. Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato o distribuito senza autorizzazione. Per ulteriori informazioni, consultare il nostro Condizioni d'uso.
Questa pagina è stata scritta da Jennifer Llewellyn, Jim Southey e Steve Thompson. Per fare riferimento a questa pagina, utilizzare la seguente citazione:
J. Llewellyn et al, “Le alleanze come causa della prima guerra mondiale” in Alpha History, https://alphahistory.com/worldwar1/alliances/, 2014, visitato [data dell'ultimo accesso].