Un resoconto dei testimoni oculari dell'assassinio di Franz Ferdinand (1914)

Il conte Franz von Harrach era nell'automobile durante l'assassinio di Franz Ferdinand e in seguito rese un resoconto scritto:

Non appena la macchina fece rapidamente retromarcia, un sottile rivolo di sangue sgorgò dalla bocca di Sua Altezza sul mio assegno di destra. Mentre stavo tirando fuori il mio fazzoletto per asciugargli il sangue dalla bocca, la duchessa gli gridò: “Per l'amor di Dio! Cosa ti è successo?" A quel punto, lei scivolò giù dal sedile e si sdraiò sul pavimento dell'auto, con il viso tra le sue ginocchia.

Non avevo idea che anche lei fosse stata colpita e pensavo che fosse semplicemente svenuta per la paura. Poi ho sentito Sua Altezza Imperiale dire: “Sophie, Sophie, non morire. Resta in vita per i bambini! " A quel punto, afferrai l'Arciduca per il bavero della sua uniforme, per impedire che la sua testa cadesse in avanti e gli chiesi se soffrisse molto. Mi ha risposto chiaramente: "Non è niente!" Il suo viso iniziò a contorcersi un po 'ma continuò a ripetere, sei o sette volte, sempre più debolmente mentre perdeva gradualmente conoscenza: "Non è niente!"

Poi ci fu una breve pausa seguita da un rantolo convulso in gola, causato da una perdita di sangue. Questo cessò all'arrivo alla residenza del governatore. I due corpi privi di sensi furono trasportati nell'edificio dove fu presto accertata la loro morte.