Erich von Falkenhayn (Germania)

erich von falkenhayn

Generale Erich von Falkenhayn (1861-1922) è stato il capo di stato maggiore della Germania (comandante in capo delle forze armate) per la prima metà della prima guerra mondiale.

Soldato per tutta la vita, il Falkenhayn di origine prussiana prestò servizio nella Cina coloniale durante la ribellione dei Boxer. Successivamente, è tornato in Germania e ha lavorato come ufficiale di stato maggiore coinvolto nella pianificazione militare e nella logistica.

Come altri della sua generazione, Falkenhayn era un militarista che credeva che una grande guerra europea fosse inevitabile e che la Germania dovesse prepararsi di conseguenza. Questo atteggiamento gli valse il favoritismo del Kaiser Guglielmo II, che era dietro la promozione a sorpresa di Falkenhayn nel 1912 a maggiore generale e ministro della guerra prussiano. 

Nel settembre 1914, Falkenhayn sostituì von Moltke come capo di stato maggiore generale, in seguito al fallimento dell'offensiva di Schlieffen.

Riconoscendo le grandi difficoltà lungo il fronte occidentale, Falkenhayn si concentrò invece a est, dove sperava di costringere la Russia a firmare un armistizio separato. Ha anche avviato l'assalto contro le posizioni francesi a Verdun.

Il fallimento della campagna di Verdun portò alla sostituzione di Falkenhayn nell'agosto 1916. Rimase in guerra, servendo come comandante nell'Europa orientale e nel Medio Oriente.

Gli storici considerano Falkenhayn una vera figura del vecchio regime: conservatore, autoritario e militarista - ma nondimeno un abile generale, più competente e innovativo di molti dei suoi contemporanei.

Titolo: "Erich von Falkenhayn (Germania)"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/worldwar1/erich-von-falkenhayn-germany/
Data di pubblicazione: Luglio 16, 2017
Data di accesso: 13 Novembre 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.