Ferdinand Foch (Francia)

il maresciallo ferdinand foch

Maresciallo Ferdinand Foch (1851-1929) fu un importante generale francese, forse meglio conosciuto per aver respinto i progressi tedeschi sia nel 1914 che nel 1918.

Nato nel sud della Francia vicino al confine spagnolo, Foch prestò servizio nella guerra franco-prussiana (1870-71) e rimase nell'esercito dopo la sconfitta francese.

Foch completò ulteriori studi, ottenne una commissione di tenente e iniziò a farsi un nome come esperto militare. I suoi scritti sulla strategia attingevano fortemente alle idee prussiane e contribuirono a una trasformazione del pensiero militare francese nei primi anni del 1900.

Poco dopo lo scoppio della guerra, Foch ricevette il comando della Nona Armata che fermò l'avanzata tedesca degli Schlieffen nella prima battaglia della Marna.

Per gran parte della guerra, Foch ha lavorato a stretto contatto con i comandanti britannici, che per lo più lo tenevano in grande considerazione. La loro collaborazione più notevole fu alla Battaglia della Somme nel 1916, tuttavia, le pesanti perdite provocarono il dispiegamento di Foch lontano dal fronte occidentale.

Foch tornò in servizio attivo in Francia nel 1918 quando coordinò una risposta di successo all'offensiva di primavera tedesca.

A metà del 1918, Foch ricevette i titoli di "Comandante supremo delle forze alleate" e "Maresciallo di Francia". A novembre ha supervisionato i negoziati di armistizio con i tedeschi.

Durante le conferenze di pace di Parigi, Foch ha sollecitato una piena occupazione alleata della Renania tedesca. Negato ciò, ha condannato il trattato di Versailles come un fallimento, considerandolo un “armistizio per 20 anni”. 

Foch è stato successivamente acclamato come un eroe di guerra e ricoperto di onori e titoli. Gli storici sono stati più ottimisti sia sul suo approccio strategico che sulla sua efficacia.

Titolo: "Ferdinand Foch (Francia)"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/worldwar1/ferdinand-foch-france/
Data di pubblicazione: Luglio 17, 2017
Data di accesso: 26 Novembre 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.