Un'introduzione alla prima guerra mondiale

introduzione alla prima guerra mondiale
Una vittima della guerra di trincea durante il fronte occidentale, scoperta molto tempo dopo la fine della guerra

Nell'agosto 1914 le nazioni europee caddero in guerra. Questo conflitto diventerebbe un evento determinante nella storia del mondo. Devasterebbe il loro continente e plasmerebbe il corso del prossimo secolo.

Nuove forme di guerra

Per quattro anni l'Europa è stata paralizzata e devastata dagli orrori delle armi industriali, del militarismo e della guerra totale. La guerra ha lacerato il continente, creando due fronti di guerra che si estendono per centinaia di miglia ciascuno. Milioni di uomini sani e in forma furono messi in uniforme e marciarono nei campi di sterminio di France, Il Belgio e il Fronte orientale.

I combattimenti si diffusero anche oltre il crogiolo europeo della guerra, scoppiando nel Dardanelli, il Medio Oriente e le lontane colonie dell'Africa e dell'Asia. In mare, le navi mercantili e le navi passeggeri furono minacciate dai blocchi e distrutte dai sottomarini, una forma rivoluzionaria di guerra navale.

Anche la prima guerra mondiale fu combattuta in alto nel cielo, da macchine volanti che non erano state concepite solo due decenni prima.

Guerra totale

Conflitto su questa scala richiesto "era totalmente': una guerra alimentata e perpetuata dagli sforzi coordinati di governi, economie e intere società. Come disse in seguito Winston Churchill, “tutti gli orrori di tutte le epoche furono riuniti; non solo eserciti, ma intere popolazioni furono spinte in mezzo a loro ”.

L'errore umano e il giudizio errato erano caratteristiche tragiche del conflitto. Lo storico AJP Taylor ha scritto una volta che gli errori danno forma alla storia più della malvagità. Potrebbe averlo detto pensando alla prima guerra mondiale. Molti elementi della guerra, in particolare le sue cause, sembrano ora evitabili, se non assurdi.

La guerra non è nata da una controversia pressante o da una rivendicazione territoriale, ma da una miscela velenosa di nazionalismo, xenofobia, paranoia, militaristico spavalderia, imperialista ambizione, incomprensione e follia. Niente di tutto questo ha colto nessuno di sorpresa: questi atteggiamenti avevano agitato le relazioni europee dalla fine del XIX secolo.

Guardando indietro a un secolo dopo, sembra ridicolo che gli statisti e gli intellettuali moderni possano essere così ciechi di fronte a questi pericoli. Ma erano ciechi - e le conseguenze per coloro che governavano si sarebbero rivelate catastrofiche.

Errori militari

I soldati attendono l'avanzata nemica, 1915

Anche l'incompetenza militare e la miopia hanno giocato la loro parte. Per anni, i generali europei avevano predetto, anzi si aspettavano, una guerra industriale, ma non sono riusciti a prevedere quale forma avrebbe potuto assumere. I loro piani di battaglia erano basati su modalità di guerra obsolete. Gli strateghi si aggrappavano all'idea che qualsiasi linea difensiva potesse essere penetrata se un numero sufficiente di uomini, cavalli e baionette fossero stati lanciati contro di essa.

della Germania Piano Schlieffen - un ambizioso attacco offensivo e laterale, progettato per buttare i francesi fuori dalla guerra prima Russia poteva mobilizzarsi pienamente - non era all'altezza dei suoi obiettivi finali.

Alla fine del 1914, l'assalto di Schlieffen, rallentato dalla resistenza francese e belga, aveva esaurito il suo ritmo. Mentre milioni di truppe si riversavano nel nord della Francia, la guerra si bloccò in una fase di stallo lungo quello che divenne noto come il Fronte occidentale.

Gli eserciti scavarono nel terreno in modo da poterlo trattenere mentre il valore della spinta offensiva veniva negato da artiglieria, mitragliatrici e guerra di trincea. In poche settimane di guerra, i migliori piani dell'élite militare europea erano stati smascherati come balderdash.

I costi umani

The costo umano della prima guerra mondiale era sconcertante. Almeno 12 milioni di persone sono state uccise sul campo di battaglia, molte delle quali completamente cancellate. Altri milioni sono rimasti feriti e sfigurati, senza arti, storpi o gravemente feriti.

The armi della guerra industriale, in particolare del fuoco di artiglieria e mitragliatrice, masticava i giovani mentre le macchine agricole trebbiavano i raccolti o il fieno.

Circa il 10% di tutti gli uomini francesi di età inferiore ai 45 anni è stato ucciso o dichiarato disperso. La Russia ha perso così tanti soldati che non è stata in grado di contarli con precisione al milione più vicino. L'Australia scarsamente popolata ha inviato più di 415,000 militari volontari - quasi il dieci per cento della sua intera popolazione - sui campi di battaglia di Gallipoli, del Medio Oriente e del fronte occidentale. Di questo numero, circa un militare australiano su sette morirebbe.

Pochissimi della generazione in tempo di guerra sono sfuggiti alla sofferenza fisica, alle cicatrici psicologiche o al lutto. Quasi ogni civile aveva un legame con le vittime della guerra.

Cambiamenti ed effetti politici

Per alcuni aspetti, la prima guerra mondiale è stata un confronto tra il vecchio e il nuovo, un evento di trasformazione che ha infranto idee e credenze tradizionali.

La guerra ha certamente cambiato il panorama politico, sociale e culturale dell'Europa. Le sue vittime più visibili furono le vecchie monarchie europee, che non sopravvissero al vortice che esse stesse avevano scatenato. In Germania, la monarchia degli Hohenzollern fu rovesciata dall'interno dal suo popolo affamato, il Kaiser abdicare e rifugiarsi in Olanda.

In Russia, il Zar Romanov subì una sorte ancora peggiore, rovesciato dal suo stesso popolo e successivamente ucciso. In Austria-Ungheria, né la casa reale asburgica né il suo impero patchwork sopravvissero alla guerra.

Mentre la rimozione di queste vecchie dinastie è stata celebrata da molti come un passo verso la modernità, la loro partenza ha lasciato vuoti di potere, nuove lotte e regimi che non si sono dimostrati migliori - e, nel caso della Russia, hanno fatto molto peggio.

La guerra alimentò anche le fiamme della riforma politica e sociale. La politica di sinistra fiorì mentre gli europei cercavano nuove risposte e spiegazioni. I malinconici anni del dopoguerra diedero anche origine a movimenti artistici modernisti che cercavano di catturare la disperazione della gente.

Costruire un mondo del dopoguerra

prima guerra mondiale
L'incapacità di risolvere la prima guerra mondiale provocò uno spettro ancora peggiore: Adolf Hitler e il nazismo

Il campo di battaglia finale della prima guerra mondiale furono le sale riunioni di Parigi nel 1919. Là, gli statisti d'Europa iniziarono a ricostruire il loro continente ea creare una pace che speravano durasse per generazioni. La storia suggerisce che è stata una battaglia che hanno perso.

Le decisioni peggiori vengono spesso prese con rabbia - e i "grandi uomini" di Parigi attribuiscono maggiore importanza alla colpa e alla punizione che alla riconciliazione e alla ricostruzione.

La Germania, esclusa dai colloqui di pace, è stata costretta ad ammettere la responsabilità assoluta di iniziare la guerra. È stata privata delle sue industrie, lasciata con un esercito scheletrico e schiaffeggiata con pagamenti di riparazioni paralizzanti. Già devastato da anni di guerra e fame, lo Stato tedesco divenne ben presto un caso di paniere economico, lasciandolo esposto ai pericoli dell'estremismo politico.

Fallimenti del dopoguerra

Credendosi traditi e trattati ingiustamente, gli ex soldati tedeschi, militaristi e bigotti abbracciarono un nazionalismo ancora più intenso e amareggiato. Il principale alleato della Germania, il Impero austro-ungarico, fu lacerata, la sua terra e le sue persone consegnate a nazioni esistenti o utilizzate per crearne di nuove.

Anche gli Stati Uniti hanno contribuito al fallimento della ricostruzione postbellica. Il rifiuto di Washington di accettare l'adesione alla Società delle Nazioni, un organismo multinazionale inteso a risolvere le crisi e prevenire la guerra, minò questo organismo prima ancora che fosse formato.

La sezione della prima guerra mondiale di Alpha History contiene più di 400 risorse diverse, comprese pagine di argomenti succinte ma informative, informazioni supplementari e una vasta gamma di fonti primarie. Queste risorse ti aiuteranno a ottenere una comprensione sicura di uno degli eventi storici più importanti del XX secolo.

Il punto di vista di uno storico:
“La prima guerra mondiale è stata un conflitto tragico e inutile. Inutile perché il treno di eventi che hanno portato al suo scoppio avrebbe potuto interrompersi in qualsiasi momento durante le cinque settimane di crisi che hanno preceduto il primo scontro di armi, se la prudenza o la comune benevolenza avesse trovato voce; tragico perché le conseguenze del primo scontro hanno posto fine alla vita di dieci milioni di esseri umani, hanno torturato le vite emotive di altri milioni di persone, hanno distrutto la cultura benevola e ottimista del continente europeo e se ne sono andate, quando le armi finalmente tacquero quattro anni dopo, un eredità di rancore politico e odio razziale così intenso che nessuna spiegazione delle cause della seconda guerra mondiale può reggere senza riferimento a quelle radici ... Più della metà di coloro che sono morti nella Grande Guerra sono stati persi come cadaveri nel deserto del campo di battaglia ".
John Keegan, storico

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Un'introduzione alla prima guerra mondiale"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/worldwar1/introduction-to-world-war-i/
Data di pubblicazione: Gennaio 8, 2017
Data di accesso: Giugno 29, 2022

Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.