Jean Jaurès (Francia)

jean jaures

Jean Jaurès (1859-1914) era uno scrittore e leader politico socialista francese assassinato alla vigilia della prima guerra mondiale.

Nato da una famiglia della classe media nel sud della Francia, Jaurès ha studiato filosofia, ha trascorso un po 'di tempo nel mondo accademico ed è entrato nella politica locale a Tolosa.

All'inizio un liberale moderato, le opinioni politiche di Jaurès furono radicalizzate dal suo lavoro con i minatori in sciopero. Entrò nella politica nazionale come socialista nel 1895.

Nel 1902, Jaurès divenne un membro fondatore e leader inaugurale del Partito socialista francese, formato da una coalizione di gruppi politici di sinistra. Sebbene non abbia mai ricoperto cariche significative, Jaurès era un politico rispettato e visibile, noto per la sua intelligenza misurata e l'oratorio lucido.

Ben consapevole dell'imminenza di una guerra europea, Jaurès fece una campagna contro il militarismo e l'accumulo di armi, si oppose all'estensione del servizio militare francese e invocò la riconciliazione e la comprensione tra Parigi e Berlino.

Nel 1914, Jaurès tentò di cortocircuitare la guerra imminente incitando scioperi generali sia in Francia che in Germania, una mossa che fallì.

Il 31 luglio, quattro giorni prima della dichiarazione di guerra, Jaurès è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in un caffè di Parigi. Il suo assassino era un giovane studente che voleva la guerra e considerava Jaurès un agente di pace.

Titolo: "Jean Jaures (Francia)"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/worldwar1/jean-jaures-france/
Data di pubblicazione: Luglio 25, 2017
Data di accesso: Dicembre 01, 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.