Vladimir Lenin (Russia)

vladimir lenin

Vladimir Lenin (1870-1924) è stato un avvocato, filosofo, rivoluzionario e leader politico russo, famoso per essersi opposto alla guerra come strumento dell'imperialismo.

Nato a Simbirsk, figlio di un ispettore scolastico, le opinioni politiche di Lenin furono senza dubbio plasmate dall'esecuzione del fratello maggiore, accusato di complotto per assassinare lo zar russo.

Lenin divenne un seguace del marxismo, uno scrittore prolifico e il più radicale dei socialisti russi. Nei suoi saggi, Lenin predisse una guerra europea guidata dalla finanza, molto prima che iniziasse. Dal punto di vista di Lenin, l'imperialismo e le guerre imperialiste erano i logici prodotti finali del capitalismo, poiché le società capitaliste industrializzate lottavano per le risorse e il controllo economico.

Fin dall'inizio della Grande Guerra, Lenin ei suoi seguaci, soprannominati i bolscevichi, mantennero una forte posizione contro la guerra. Hanno invocato la guerra contro le classi superiori invece di una guerra tra le masse lavoratrici.

La forte e coerente posizione contro la guerra di Lenin lo vide crescere rapidamente nel 1916-17. Lenin ei bolscevichi presero il controllo della Russia nell'ottobre 1917, rovesciando lo zar e promettendo di costruire uno stato socialista. La Russia sarebbe rimasta sotto il controllo sovietico per i prossimi sette decenni.

Titolo: "Vladimir Lenin (Russia)"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/worldwar1/vladimir-lenin-russia/
Data di pubblicazione: Luglio 27, 2017
Data di accesso: 29 Novembre 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.