Seconda Guerra Mondiale

L'omicidio di massa degli ebrei europei non sarebbe potuto avvenire senza la seconda guerra mondiale. Questa guerra globale diede ai nazisti sia un pretesto per il genocidio sia la copertura sotto la quale potevano perpetrarlo.

La doppiezza di Hitler

Nel gennaio 1939, Adolf Hitler disse al Reichstag tedesco (parlamento) che se "l'ebraismo internazionale ... dovesse riuscire a far precipitare le nazioni in una guerra mondiale ancora una volta, il risultato non sarà ... l'annientamento della razza ebraica in Europa".

Nonostante questa affermazione, fu lo stesso Hitler a essere direttamente responsabile dello scoppio della guerra. Dalla metà degli anni '1930, il leader nazista guidò la Germania verso la guerra, nonostante le frequenti affermazioni che desiderava solo la pace.

Il vero scopo di Hitler, che veniva spesso espresso, era quello di fondere i popoli di lingua tedesca dell'Europa in un potente super-stato, il cosiddetto Terzo Reich. Per ospitarli e nutrirli è necessaria l'acquisizione di I Lebensraum ("spazio vitale") da nazioni dell'Europa orientale come la Polonia e la Russia sovietica.

Origini della guerra

Il modo in cui Hitler ha fatto precipitare e poi innescato la seconda guerra mondiale è una storia complessa che non può essere raccontata completamente qui. Quello che si può dire è che fino al settembre 1939 nessuna grande potenza europea era disposta a opporsi alla Germania nazista.

Dopo la sua ascensione nel 1933, Hitler ruppe ripetutamente i termini del Trattato di Versailles (1919), un documento che detestava, riarmando ed espandendo l'esercito tedesco, inviando truppe nella Renania smilitarizzata (1936) e unendo la Germania con l'Austria (1938) .

Nel 1935, il leader nazista introdusse la coscrizione e ampliò l'esercito tedesco a 600,000 uomini, sei volte i limiti contenuti nei termini del trattato di Versailles. Le altre contravvenzioni di Hitler al trattato includevano un programma di espansione navale, la costruzione di U-Boot e la formazione di una forza aerea (Aeronautica militare). Molto poco di questo è stato realizzato in segreto.

Espansionismo nazista

Nel 1936, Hitler mise alla prova i vincoli di Versailles inviando truppe tedesche nella Renania, un'area ritenuta "de-militarizzata" dal trattato del 1919. Sebbene questa mossa abbia rischiato la guerra con la Francia, la rimilitarizzazione della Renania è stata accolta solo con proteste diplomatiche.

Hitler rivolse quindi la sua attenzione all'Austria, il suo paese natale. Dopo la prima guerra mondiale ci fu un notevole sostegno per il Collegamento [unificazione] di Germania e Austria - ma una tale mossa è stata esplicitamente vietata.

Hitler non aveva alcuna intenzione di onorarlo e, nel marzo 1938, le truppe tedesche entrarono in Austria, collegandosi con il movimento nazista austriaco locale. Hanno convocato un plebiscito [voto] nazionale il mese successivo che ha visto quasi i tre quarti degli austriaci votare a favore dell'unificazione. Da quel momento gli ebrei austriaci avrebbero condiviso la stessa sorte di quelli tedeschi.

Cecoslovacchia

Dopo l'unione con l'Austria, l'attenzione di Hitler si è spostata sui Sudeti, una provincia occidentale della Cecoslovacchia con una maggioranza di residenti di lingua tedesca.

Hitler chiese al governo cecoslovacco di Praga di consegnare i Sudeti alla Germania, sostenendo che i tedeschi di etnia tedesca venivano vittime ed esclusi politicamente. Ha minacciato la guerra se si fossero rifiutati o se fossero intervenute altre potenze europee.

Come era accaduto in Austria, le affermazioni di Hitler erano sostenute da un piccolo ma esplicito contingente filo-nazista all'interno dello stesso Sudeti. La crisi dei Sudeti ha attirato altri leader europei, alcuni dei quali hanno parlato duramente di Hitler e delle sue ambizioni espansionistiche.

Pacificazione

I governi d'Europa non avevano appetito per la guerra con la Germania nazista, tuttavia, in particolare su una piccola provincia nell'Europa centrale senza sbocco sul mare. Alle conferenze diplomatiche tenutesi a Monaco nel settembre 1938, Gran Bretagna, Francia e Italia promisero di riconoscere l'annessione tedesca dei Sudeti - in cambio della garanzia di Hitler che avrebbe minacciato o annesso il resto della Cecoslovacchia.

Questo approccio, in seguito denominato "pacificazione", è stato salutato da molti come una grande vittoria per la pace. Ma alcuni, come il politico britannico Winston Churchill, hanno criticato la riluttanza dei leader nazionali a schierarsi contro Hitler.

Nel marzo 1939 le critiche di Churchill apparvero giustificate quando Hitler ordinò alle truppe di entrare nella Cecoslovacchia indipendente. Le promesse di Monaco del leader nazista furono smascherate come bugie.

Hitler invade la Polonia

Ad agosto il ministro degli esteri Hitler firmò un patto di non aggressione con l'Unione Sovietica, aprendo la strada a un'invasione nazista della Polonia.

Pochi giorni dopo, il 1 ° settembre, Hitler inviò il suo esercito rianimato a sfrecciare attraverso il confine polacco. Questa volta, tuttavia, Gran Bretagna e Francia hanno risposto immediatamente. Quando Hitler ignorò un ultimatum di ritirarsi dalla Polonia, Londra e Parigi dichiararono guerra alla Germania.

Nonostante il rapido inizio della guerra, i prossimi mesi furono occupati dalla preparazione e dalla mobilitazione militare piuttosto che da grandi combattimenti. Entro la metà del 1940, tuttavia, la macchina da guerra di Hitler era pronta per un'invasione dell'Europa su vasta scala.

L'occupazione dell'Europa

A maggio, le truppe naziste invasero la Francia, l'Olanda e il Belgio, usando tattiche successivamente soprannominate Guerra lampo ['guerra lampo']. Le forze tedesche si spostarono rapidamente e con decisione in territorio ostile, facendo uso di nuove attrezzature e tecnologie militari.

Aeronautica militare gli aerei volarono contro luoghi nemici, bombardando truppe, quartier generale, ponti, discariche di armamenti, strutture di comunicazione e altre posizioni chiave. Brigate di Serbatoio (Carri armati tedeschi) guidarono l'invasione del terreno, muovendosi a grande velocità e dimostrando impermeabilità al fuoco delle armi leggere. I tedeschi si servirono anche dei paracadutisti, caddero nel territorio nemico per bloccare i ritiri, condurre missioni di sabotaggio e interrompere le linee di rifornimento.

Contrariamente alle offensive fallite della prima guerra mondiale, la velocità e l'efficacia di Guerra lampo erano quasi senza risposta. Entro sei settimane dall'attraversamento del confine francese, le truppe tedesche stavano arrivando a Parigi. Entro due mesi i governi di Francia, Olanda, Belgio e Lussemburgo si erano arresi.

Per i successivi quattro anni, la maggior parte dell'Europa occidentale fu occupata e governata dal pugno di ferro di Hitler Schutzstaffel (SS). Sotto l'oscuro mantello della guerra e dell'occupazione, le SS avrebbero iniziato il processo che avrebbe portato allo sterminio di milioni di ebrei europei.

“La notizia che la Germania aveva invaso la Polonia era apparsa sui titoli della prima pagina del quotidiano locale messo nelle mie mani. Era il 1 settembre 1939 e stavo facendo colazione sulla terrazza di un hotel a Fez. I tedeschi, ne ero convinto, avevano commesso un atto di follia suicida. La Gran Bretagna aveva la marina più potente del mondo, la Francia il miglior esercito del mondo ... La fine sarebbe arrivata rapidamente, probabilmente prima di Natale e con poca difficoltà ".
Patrick Turnbull, scrittore

seconda guerra mondiale

1. Hitler bramava I Lebensraum o "spazio vitale" per il popolo tedesco, proveniente dalle nazioni dell'est.

2. Nel 1938, il leader nazista iniziò un programma di espansione unendosi con l'Austria, contrariamente al trattato di Versailles.

3. Hitler si mosse poi contro il Sudentenland nel 1938 e la Cecoslovacchia l'anno successivo, espansione consentita dagli Alleati in cambio di promesse di pace.

4. Nel settembre 1939, i tedeschi si assicurarono un trattato di non aggressione con l'Unione Sovietica e invasero e occuparono la Polonia occidentale, scatenando la seconda guerra mondiale.

5. Le loro tattiche di battaglia (Guerra lampo) implicava l'uso di aeromobili e veicoli per assalti e movimenti rapidi.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Seconda guerra mondiale"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/holocaust/world-war-ii/
Data di pubblicazione: 2 Agosto 2020
Data di accesso: 27 Novembre 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.