Conquista e colonizzazione del Vietnam

colonizzazione del vietnam
Una delegazione di Nguyen, incaricata di negoziare con i francesi.

La conquista e la colonizzazione del Vietnam iniziarono gradualmente ma accelerarono attraverso la metà degli 1800.

I missionari cattolici erano arrivati ​​nella regione negli 1600, seguiti dai commercianti francesi attraverso gli 1700. Gli imperatori Nguyen, nervosi per gli effetti del cattolicesimo sulla loro gente, tentarono di annullare l'attività missionaria. L'ultimo imperatore di Nguyen, Tu Duc, fece eseguire diversi missionari stranieri, mentre altri furono espulsi dal Vietnam o gettati in prigione.

Questa persecuzione dei cattolici ha dato alla Francia un pretesto per estendere la sua portata e influenza e continuare la sua continua colonizzazione del Vietnam.

A 1857, Parigi iniziò a preparare una campagna militare punitiva contro i sovrani Nguyen in Vietnam, apparentemente in risposta all'esecuzione di due missionari. Al comando dell'ammiraglio Rigault de Genouilly, questa forza di invasione di navi da guerra 14 e quasi uomini 3,000 sbarcarono a settembre 1858. Catturò rapidamente il porto costiero centrale di Da Nang, che fu ribattezzato Tourane da funzionari francesi.

L'assedio di Tourane

I pianificatori militari francesi si aspettavano che la campagna dell'Indocina fosse breve e semplice. Queste previsioni furono presto smentite.

La piccola guarnigione francese a Tourane fu circondata e assediata per due anni. I cattolici vietnamiti non si sono alzati e hanno sostenuto i francesi, come avevano previsto. Invece, i lealisti di Nguyen formarono gruppi di milizie clandestine che si muovevano in segreto e nel cuore della notte, prendendo di mira soldati francesi solitari, rubando o sabotando attrezzature, avvelenando pozzi francesi o negozi di alimentari.

Un flagello ancora più micidiale per i francesi fu il clima locale e le malattie infettive, in particolare la dissenteria, la malaria e il colera. Intorno a 1,000 i soldati francesi morirono in Vietnam tra la fine di 1858 e 1862, la maggior parte per malattia.

Solo l'arrivo di 3,500 rinforzi dalla Cina all'inizio del 1861 permise di rompere l'assedio di Tourane. Con più truppe e i vantaggi moderni di armi leggere, mortai e artiglieria navale, le forze francesi hanno rapidamente preso il sopravvento. Fondamentalmente, i francesi controllavano le province meridionali, dove veniva coltivato e raccolto gran parte del riso della nazione.

I Nguyens cercano la pace

Di fronte alla possibilità di scarsità di cibo, fame e possibilmente un'invasione francese su vasta scala, i sovrani di Nguyen cercarono un accordo di pace negoziato. Questo è arrivato con il Trattato di Saigon del 1862 di giugno.

In questo trattato, Tu Duc cedette il controllo di Saigon e delle tre province più meridionali del Vietnam (Bien Hoa, Gia Dinh e Dinh Tuong) ai francesi. Insieme questi territori dovevano formare la colonia francese della Cocincina. Alla Francia fu data anche la sovranità su Poulo Condore, un'isola al largo della costa meridionale del Vietnam, e pieno accesso ai porti di Da Nang (Tourane) e Hue.

Alle navi francesi furono concessi diritti illimitati sul fiume Mekong, che consentiva l'accesso alla Cochinchina centrale e alla Cambogia. Sacerdoti e missionari cattolici hanno avuto pieno accesso al Vietnam; un ordine imperiale non garantiva ulteriori persecuzioni o restrizioni su stranieri e missionari.

Il francese esercita il controllo

In effetti, il Trattato di Saigon strappò l'angolo meridionale del Vietnam e lo consegnò alla Francia come possedimento coloniale. Ma i francesi esercitarono anche influenza sul resto del paese.

Tu Duc mantenne il trono imperiale ma la sua indipendenza e autorità furono indebolite. L'imperatore accettò di non stipulare ulteriori trattati, accordi o accordi commerciali stranieri senza l'approvazione francese. Ha accettato funzionari francofili e consulenti francesi nel suo tribunale, molti dei quali agiscono su istruzioni di Parigi. L'imperatore, in effetti, divenne poco più che un burattino francese.

La debolezza di Tu Duc, insieme alla sua riluttanza a sostenere i movimenti di resistenza antifrancesi nel Vietnam meridionale, ha alienato molti dei suoi mandarini. Uno di questi, Truong Dinh, era così indignato che disobbedì all'imperatore e fuggì dalla capitale imperiale di Hue. Truong Dinh si è trasferito a sud e ha preso il comando delle forze di resistenza lì. Le sue forze furono infine sconfitte dai francesi, mentre lo stesso Dinh si suicidò nell'agosto 1864.

Espansione francese

colonizzazione del vietnam
Una cartolina francese raffigurante una guerra coloniale in Vietnam

I francesi mantennero una posizione ascendente dalla metà degli 1860 ma non furono soddisfatti. Attraverso una combinazione di minacce e diplomazia delle cannoniere, i francesi iniziarono ad espandere la loro presa sul regno.

Nel 1867, accusarono Tu Duc di sostenere i movimenti di resistenza e "si vendicarono" occupando altre tre province. Le truppe francesi al comando dell'ammiraglio de la Grandiere marciarono su Chau Doc, Vinh Long e Ha Tien, portando l'intero Vietnam meridionale sotto il controllo francese.

I commercianti francesi, desiderosi di fare affari con i cinesi, hanno spinto per un maggiore controllo sul Tonchino, per dare loro accesso alla Cina meridionale. In 1873, le forze francesi attaccarono Hanoi nel nord e costrinsero Tu Duc a firmare un nuovo trattato. Il Secondo Trattato di Saigon (marzo 1874) ha ampliato la Cochinchina per includere le tre province aggiuntive catturate in 1867. Ai francesi furono concessi diritti di accesso e di commercio ad Hanoi, Haiphong e il fiume Rosso.

La marcia francese nel nord del Vietnam fu interrotta per un breve periodo, prima dall'esercito della bandiera nera (un movimento di resistenza locale) e poi dai cinesi, che desideravano anche il controllo del nord del Vietnam. La breve guerra sino-francese (1884-85) si concluse con una vittoria francese e il trattato di Tientsin, che rimosse l'ultimo grande ostacolo alla colonizzazione francese dell'Indocina.

Queste vittorie militari francesi, insieme alla rabbia nei confronti del regime di Nguyen per aver incoraggiato e sostenuto gruppi di resistenza locali, spinsero un ufficiale francese, Jules Harmand, a tenere una lezione arrogante sull'imperatore:

«Se volessimo, potremmo distruggere le radici e il ramo della tua dinastia e impossessarci dell'intero regno, come abbiamo fatto in Cocincina. Sai benissimo che questo non presenterebbe alcuna difficoltà ai nostri eserciti ... Sei completamente alla nostra mercé. Abbiamo il potere di sequestrare e distruggere la vostra capitale e di farvi morire di fame. Sta a te scegliere tra guerra e pace. Non vogliamo conquistarti, ma devi accettare il nostro protettorato. Per il tuo popolo è una garanzia di pace e prosperità. Per il tuo governo e la tua corte, è l'unica possibilità di sopravvivenza. Ti diamo 48 ore per accettare o rifiutare, nella loro interezza e senza discussione, i termini che ti stiamo magnanimamente offrendo. Crediamo che non ci sia nulla in loro di disonorevole per te, e se vengono eseguiti con sincerità da entrambe le parti porteranno felicità al popolo di Annam. Ma se li respingi, puoi aspettarti di subire la più terribile delle disgrazie ... L'impero di Annam, la sua dinastia reale, i suoi principi e la sua corte avranno votato per la propria estinzione. Il nome stesso del Vietnam sarà cancellato dalla storia ".

Conquista completata

Alla fine di 1884, c'erano più di 16,000 truppe francesi in Vietnam. In 1887, il governo di Parigi proclamò l'Unione Indocinese, che comprendeva tre regioni vietnamite: la Cochinchina (sud) Annam (centrale) e Tonchino (nord), così come la Cambogia. Il Laos verrebbe aggiunto al sindacato in 1893.

Ci furono diverse ribellioni locali e rivolte nazionaliste negli 1890 ma alla fine furono tutte represse dalle forze francesi. Tu Duc è morto in 1883, secondo quanto riferito condannando i francesi con le sue parole morenti. Fu seguito da una serie di imperatori che erano tutti deboli e riluttanti a resistere alle infiltrazioni francesi.

A 1895, Parigi nominò un governatore generale civile, Paul Doumer, per completare la colonizzazione del Vietnam. Doumer fu incaricato di istituire un quadro per l'amministrazione, gli investimenti e gli affari coloniali in Indocina.

Tra i cambiamenti di Doumer vi furono la divisione dell'Indocina in tre province e la sostituzione dei funzionari locali con burocrati francesi o francofili. Doumer iniziò anche a costruire un quadro per lo sfruttamento economico del Vietnam, compresa l'attuazione dei monopoli francesi sulla vendita di sale, alcol e oppio.

Il punto di vista di uno storico:
“Anche se il Tonchino aveva un numero maggiore di cattolici vietnamiti, la Cina di Cochin fu il fulcro iniziale degli sforzi di colonizzazione francese perché costituiva la 'ciotola di riso' del Vietnam. Inoltre, era il territorio più nuovo ad essere colonizzato dai vietnamiti e quindi sarebbe stato il più facile da conquistare (non hanno protetto la bassa pianura fino agli ultimi decenni del XVIII secolo). Con la creazione dell'Indocina francese nel 18, Annam e Tonkin furono elencati come "protettorati", con Cochin China che era l'unica colonia a titolo definitivo. Questa era solo una finzione, tuttavia, poiché tutti e tre erano amministrati da Parigi ".
Arthur T. Frame

colonizzazione del vietnam

1. L'azione militare francese in Vietnam iniziò alla fine degli 1850, in risposta all'esecuzione dei missionari cattolici. È iniziato con l'assedio di Tourane ad Annam.

2. Nonostante pesanti perdite, l'esercito francese presto travolse le truppe locali. Alla fine costrinsero l'imperatore Tu Duc a firmare il Trattato di Saigon in 1862.

3. L'autorità di Tu Duc fu indebolita e divenne un leader fantoccio, mentre i francesi si mossero per espandere il loro controllo sia sul Vietnam del nord che su quello del sud.

4. Il Vietnam del sud fu portato sotto il controllo francese in 1867 e ribattezzato Cochinchina. Hanoi fu attaccata e occupata in 1873; le regioni settentrionali del Vietnam erano conosciute come Tonkin.

5. In 1887 Parigi ha combinato le regioni di Annam (Vietnam centrale), Tonchino (Vietnam del nord) e Cochinchina (Vietnam del sud) in una nuova entità coloniale chiamata Indocina francese.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Conquista e colonizzazione del Vietnam"
Autori: Jennifer Llewellyn, Jim Southey, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/vietnamwar/conquest-and-colonisation-of-vietnam/
Data di pubblicazione: Gennaio 6, 2018
Data di accesso: October 08, 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.