Citazioni: Il mio massacro di Lai

Una selezione di citazioni di guerra del Vietnam relative al Il massacro di My Lai di marzo 1968. Queste citazioni sono state ricercate, selezionate e compilate dagli autori di Alpha History. Se desideri suggerire un preventivo per questa collezione, per favore CONTATTARCI.

«Andrò io stesso a portarli fuori dal bunker. Se la squadra si apre su di loro, sparagli. "
Hugh Thompson, Jr., pilota statunitense, al suo equipaggio a My Lai, marzo 1968

“[Hugh] Thompson è atterrato di nuovo ... si è avvicinato a questo tenente, e ho potuto dire che erano impegnati in una partita di urla. Pensavo che avrebbero preso a pugni. Mi ha detto più tardi quello che hanno detto. Thompson: "Portiamo queste persone fuori da questo bunker e portiamole fuori di qui." Brooks: "Li tireremo fuori con le bombe a mano." Thompson: 'Posso fare di meglio. Mantieni la tua gente a posto. Le mie pistole sono su di te. Hugh era superato, quindi non era buono da fare, ma è stato così impegnato a fermarlo ".
Lawrence Colburn, un membro dell'equipaggio dell'elicottero di Thompson

"La cosa più inquietante che ho visto [a My Lai] è stato un ragazzo - e questo è ciò che mi perseguita - un ragazzo con le braccia tese, tirato su e aggrappato, e aveva solo questo sguardo perplesso sul viso, come ' Cosa ho fatto? "... Non riusciva a capire."
Fred Wilmer, compagnia "C"

“Stava semplicemente lì con i grandi occhi che si guardavano intorno come se non capisse. Non credeva a quello che stava succedendo. Poi l'RTO (operatore radio) del capitano gli ha sparato addosso una raffica di M-16 ".
"Butch" Gruver, Compagnia "C"

"È stato terribile. Stavano massacrando gli abitanti dei villaggi come tante pecore ".
Sergente Larry La Croix, giugno 1968

“Sento che sono stati in grado di svolgere il compito assegnato, gli ordini che significavano uccidere bambini piccoli, uccidere donne, perché erano addestrati in quel modo. Sono stati addestrati che quando entri in combattimento, sei tu o il nemico ".
Kenneth Hodges, sergente della compagnia "C"

“Recentemente è stata condotta un'operazione di spazzamento ... Il pazzo nemico americano ha usato mitragliatrici leggere e tutti i tipi di armi per uccidere i nostri civili innocenti a [My Lai]. La maggior parte di loro erano donne, bambini, bambini appena nati e donne incinte. Hanno sparato a tutto ciò che hanno visto. Hanno ucciso tutti gli animali domestici. Hanno bruciato le case di tutte le persone. C'erano 26 famiglie uccise completamente - nessun sopravvissuto ... Il lupo americano ha dimenticato il suo bell'aspetto da pecora. Hanno aperto la bocca per mangiare, per bere il sangue del nostro popolo con tutta la loro barbarie animale. La nostra gente ha un solo modo: ucciderli in modo che non possano più mordere ".
Trasmissione radio Viet Cong su My Lai, 1968

"Potrebbero esserci casi isolati di maltrattamento di civili e prigionieri di guerra [da parte del personale militare statunitense] ma questo non riflette affatto l'atteggiamento generale in tutta la divisione ... In diretta confutazione di questa rappresentazione [di Tom Glen] è il fatto che le relazioni tra soldati americani e il popolo vietnamita è eccellente. "
Colin Powell, maggiore dell'esercito americano, 1968

“Esattamente quello che accadde nel villaggio di Pinkville nel marzo 1968 non lo so per certo, ma sono convinto che fosse davvero qualcosa di molto nero… Sento di dover intraprendere un'azione positiva in merito. Spero che avvii immediatamente un'indagine e mi tenga informato dei tuoi progressi. Se non puoi, allora non so quale altra linea di azione intraprendere. "
Ron Ridenhour, marzo 1969

"Ho preso in considerazione la possibilità di inviarlo a giornali, riviste e società di trasmissione, ma in qualche modo ritengo che l'indagine e l'azione del Congresso degli Stati Uniti siano la procedura appropriata ... In quanto cittadino coscienzioso, non ho alcun desiderio di infangare ulteriormente l'immagine del Il militare americano agli occhi del mondo ".
Ron Ridenhour, marzo 1969

“Si è concluso che durante il periodo 16-19 marzo 1968, le truppe della Task Force Barker massacrarono un gran numero di cittadini vietnamiti nel villaggio di Son My. La conoscenza della portata dell'incidente esisteva a livello aziendale ... Gli sforzi a livello di comando di divisione per nascondere le informazioni relative a quella che probabilmente si credeva fosse l'uccisione di 20-28 civili hanno effettivamente portato alla soppressione di un crimine di guerra di portata molto maggiore. Il comandante dell'undicesima brigata, dopo aver appreso che probabilmente era stato commesso un crimine di guerra, decise deliberatamente di nascondere il fatto all'autorità appropriata e di ingannare il suo comandante in merito. "
Sintesi dei risultati della Commissione Peer, 1970

“L'unico crimine che ho commesso è giudicare i miei valori. A quanto pare, ho apprezzato le vite delle mie truppe più di quanto ho fatto le vite del nemico ".
William Calley, tenente della compagnia "C"

“È per questo che sono vecchio prima del tempo. Lo ricordo tutto il tempo. Sono tutto solo e la vita è dura. Pensarci mi ha fatto invecchiare ... non perdonerò finché vivrò. Pensa ai bambini che vengono uccisi, poi chiedimi perché li odio ".
Un sopravvissuto vietnamita al massacro di My Lai