Storico: Georges Lefebvre

Lefebvre

Nome: Georges Lefebvre

Vissuto: 1874-1959

Nazionalità: Francese

Professione (s): Accademico, storico

Libri: Classi e lotte di classe durante la Rivoluzione francese (1953) Il Sans-Culottes parigino e la Rivoluzione francese (1964) Il Sans Culottes: il movimento popolare e il governo rivoluzionario (1972) La rivoluzione francese 1787-1799 (1975), Una breve storia della rivoluzione francese (1977).

Prospettiva: Marxista

Georges Lefebvre (pronunciato ler-FEV-eh) è stato uno dei principali storici francesi della rivoluzione, meglio conosciuto per aver coniato la frase "storia dal basso" e per aver sviluppato la teoria di una rivoluzione in quattro fasi.

Nato a Lille vicino al confine con il Belgio, il background della classe operaia di Lefebvre significava che faceva affidamento sulle scuole pubbliche locali per la sua istruzione. Di conseguenza, il giovane Lefebvre ha studiato scienze, matematica e lingue piuttosto che studi classici come la storia e la filosofia.

Durante gli studi universitari, Lefebvre si interessò alla storia britannica medievale, in particolare alla tensione e alle relazioni tra le classi.

Con i suoi primi 30, Lefebvre aveva sviluppato un interesse per la Rivoluzione francese, in particolare come si svolgeva nelle aree rurali. In 1924, Lefebvre ha completato un dottorato di storia, con una tesi specializzata sugli effetti della rivoluzione sulle popolazioni contadine.

In 1939, Lefebvre ha scritto L'arrivo della rivoluzione francese, uno studio approfondito delle cause rivoluzionarie e degli eventi che hanno portato al 1789. In questo lavoro, Lefebvre scompone la Rivoluzione francese in quattro fasi o "atti": la "Rivoluzione aristocratica" del 1787-88, la "Rivoluzione borghese" del 1789 -91, la "rivoluzione urbana" a Parigi e la "rivoluzione contadina" nelle campagne. Ciascuno di questi movimenti, sostiene Lefebvre, conteneva una diversità di attori, cause, motivi e metodi; non erano unificati ei loro interessi e obiettivi erano spesso contraddittori.

Sebbene sia stato scritto per gli studenti e il pubblico più che per gli accademici, L'arrivo della rivoluzione francese è diventato probabilmente il testo più influente del XX secolo sulle cause della rivoluzione. Seguirono altri studi, compresi gli esami del sanculotti e radicalismo politico a Parigi.

Lefebvre era un marxista dichiarato e la maggior parte dei suoi scritti mostrava un fascino di sinistra per gli interessi di classe e classe. Non era così rigidamente marxista come alcuni dei suoi altri contemporanei, né aveva paura di rompere gli schemi e trarre comprensione storica al di là di fattori economici.

Al momento della sua morte nel 1959, Lefebvre è stato acclamato come la principale autorità mondiale sulla Rivoluzione francese.

Citazioni

“La causa ultima della rivoluzione francese del 1789 è profondamente radicata nella storia della Francia e del mondo occidentale. Alla fine del XVIII secolo la struttura sociale della Francia era aristocratica. Ha mostrato tracce di aver avuto origine in un'epoca in cui la terra era quasi l'unica forma di ricchezza ... Nel frattempo, la crescita del commercio e dell'industria aveva creato, passo dopo passo, una nuova forma di ricchezza e una nuova classe, chiamata borghesia ".

"La rivoluzione è stata il culmine di un lungo sviluppo sociale ed economico che ... ha reso la borghesia padrona del mondo."

“La rivoluzione del 1789 ripristinò l'armonia tra fatto e diritto. Questa trasformazione si è diffusa nel XIX secolo in tutto l'ovest e poi in tutto il mondo ".

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Storico: George Lefebvre"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/frenchrevolution/historian-george-lefebvre/
Data di pubblicazione: October 12, 2018
Data di accesso: October 07, 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.