Il secondo congresso continentale

secondo congresso continentale
Le cause e le necessità del secondo Congresso continentale per imbracciare le armi

Il primo Congresso continentale aveva deciso, poco prima del suo scioglimento nell'ottobre 1774, di riunirsi di nuovo l'anno successivo, per valutare come stavano andando le cose. Pochi delegati si sarebbero aspettati che quando si sarebbero riuniti di nuovo nel maggio 1775 la colonia del Massachusetts sarebbe stata in guerra con la madrepatria. L'omicidio a Lexington-Concord aveva alimentato ancora più ostilità nei confronti degli inglesi mentre le unità della milizia rurale provenienti da tutto il New England marciavano su Boston e si accampavano attorno al suo perimetro. Anche il giorno stesso in cui si riunì il secondo Congresso, i gruppi di miliziani continuarono a intensificare il conflitto: nella parte occidentale di New York, i Green Mountain Boys (la milizia del Vermont, guidata da Ethan Allen e Benedict Arnold) attaccarono la roccaforte britannica Fort Ticonderoga, rubando diversi cannoni e saccheggiando depositi di munizioni. Nonostante questo spirito spontaneo e piuttosto indipendente tra alcune milizie, una delle prime azioni del secondo Congresso è stata quella di discutere i mezzi per controllare e coordinare lo sforzo bellico. Il Congresso ha adottato le varie milizie del New England intorno a Boston come un "esercito continentale". Avendo bisogno di un comandante, il 14 giugno nominò George Washington comandante in capo. Sebbene Washington fosse uno dei pochi nell'élite coloniale con esperienza di combattimento e comando, la sua nomina era anche politica in quanto avrebbe coinvolto la Virginia (la colonia nativa di Washington) più profondamente nella rivoluzione. Nel luglio 1775 il Congresso emise due ulteriori dichiarazioni: la "Dichiarazione delle cause e delle necessità per imbracciare le armi" (vedi foto) e la più conciliante "Petizione del ramo d'ulivo".

A differenza del primo Congresso, il secondo sarebbe rimasto stabilito quasi permanentemente fino all'ultimo combattimento della guerra rivoluzionaria nel 1781. Forse il suo risultato più notevole durante questo periodo fu la decisione di dichiarare l'indipendenza, presa per la prima volta nel giugno 1776 su mozione di Richard Henry Lee . Dopo aver approvato con successo la mozione, è stato istituito un comitato di cinque uomini per redigere una `` dichiarazione di indipendenza '', un documento che non solo formalizzerebbe la separazione dall'Inghilterra ma sarebbe anche cruciale per attirare consensi, sia dall'interno dell'America che da potenziali alleati stranieri . L'altro grande documento del Congresso ebbe meno successo. Stretti tra i sospetti e gli interessi in competizione degli stati, i delegati hanno lottato per concepire la prima costituzione scritta della nazione: gli Articoli della Confederazione, approvati nel novembre 1777. Gli stati erano così divisi che questo documento non sarebbe stato ratificato fino al marzo 1781 - e solo allora dopo un considerevole indebolimento del potere federale quando la bozza passò intorno a ciascuno degli stati.

Durante la sua vita il secondo Congresso fu ripetutamente attaccato. Alcune di queste erano letterali: il Congresso era sempre considerato un organo illegale dagli inglesi ei suoi delegati erano criminali traditori, quindi era spesso l'obiettivo delle avances militari britanniche. In un'occasione alla fine del 1776 i membri del Congresso furono costretti a fuggire in fretta da Filadelfia e trasferirsi nel Maryland. C'erano anche pesanti critiche da parte di altri americani, insoddisfatti dell'andamento dello sforzo bellico e delle condizioni dell'esercito continentale. Il generale Washington implorava costantemente il Congresso di dare ascolto alle sue richieste: più soldati, soldati con termini di arruolamento più lunghi, rifornimenti migliori e più soldati. In realtà, c'era poco che il Congresso potesse fare su quest'ultimo, dato che non aveva potere coercitivo sui tredici Stati e poteva solo richiedere queste cose - richieste che venivano spesso negate. Per gran parte della guerra, il Congresso continentale sembrava aver ereditato un calice avvelenato: era accusato di sconfitte militari ma non poteva fare nulla per correggere le condizioni dell'esercito; era un simbolo di unità tra tredici stati litigiosi che non volevano davvero essere unificati.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Il secondo congresso continentale"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/americanrevolution/second-continental-congress/
Data di pubblicazione: Gennaio 30, 2015
Data di accesso: 27 Novembre 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.