Un contadino del Massachusetts parla per la Costituzione (1787)

Jonathan Smith era un contadino del Massachusetts rurale che ha parlato a favore della Costituzione alla convention di ratifica dello stato in 1787:

«Signor Presidente, sono un uomo semplice e mi guadagno da vivere con l'aratro. Non sono abituato a parlare in pubblico, ma chiedo il permesso di dire qualche parola a mio fratello aratro che fa jogging in questa casa.

Ho vissuto in una parte del paese in cui ho conosciuto il valore di un buon governo per la mancanza di esso. C'era una nuvola nera che si è alzata ad est lo scorso inverno e si è diffusa ad ovest. Voglio dire, signore, nella contea di Bristol; la nuvola si levò lì e si abbatté su di noi, producendo un terribile effetto. Ha provocato uno stato di anarchia e questo porta alla tirannia.

Dico che ha portato l'anarchia [perché] le persone che vivevano pacificamente ed erano prima dei buoni vicini, si sono distratte e hanno preso le armi contro il governo. Signor Presidente, ho intenzione di mostrare a voi, fratelli miei agricoltori, quali sono stati gli effetti dell'anarchia sul fatto che potreste vedere i motivi per cui desidero un buon governo.

La gente prendeva le armi e poi se andavi a parlare con loro, ti veniva presentato il moschetto della morte al petto. Ti deruberebbero della tua proprietà minacciando di bruciare le tue case; obbligarti a stare in guardia notte e giorno. Gli allarmi si diffondono di città in città; le famiglie furono divise; la tenera madre gridava: “Oh mio figlio è tra loro! Cosa devo fare per mio figlio! " Alcuni sono stati fatti prigionieri, i bambini portati fuori dalle scuole e portati via. Allora dovremmo sentire di un'azione, e i poveri prigionieri furono messi in prima fila per essere uccisi dai loro stessi amici.

Quanto è stato orribile, quanto è stato angosciante? La nostra angoscia era così grande che avremmo dovuto essere contenti di cogliere tutto ciò che sembrava un governo per protezione. Se una persona fosse in grado di proteggerci, venisse a stabilire il suo stendardo, saremmo tutti accorsi ad esso, anche se fosse stato un monarca, e quel monarca avrebbe potuto dimostrarsi un tiranno, in modo da vedere che l'anarchia conduce alla tirannia ... e meglio avere un tiranno che tanti contemporaneamente.

Ora, signor Presidente, quando ho visto questa Costituzione, ho scoperto che era una cura per questi disturbi. Era proprio una cosa che volevamo. Ne presi una copia e la lessi più volte. Ero stato un membro della Convenzione per formare la nostra Costituzione statale, e avevo imparato qualcosa sui controlli e gli equilibri di potere, e li avevo trovati tutti qui. Non sono andato da nessun avvocato per chiedere la sua opinione, non abbiamo un avvocato nella nostra città e facciamo abbastanza bene senza. Ho formulato la mia opinione e sono stato contento di questa Costituzione.

Il mio onorevole vecchio papà (indicando il signor Singletary) non penserà che mi aspetto di essere un membro del Congresso e di ingoiare le libertà della gente. Non ho mai ricevuto alcun post, né ne voglio uno, e prima che abbia finito penserai che non me lo merito. Ma non penso al peggio della Costituzione, perché gli sono affezionati gli avvocati, gli uomini di cultura e di denaro.

Con questa Costituzione siamo autorizzati a inviare dieci membri al Congresso. Non abbiamo più di quel numero adatto per andare? Oserei dire se ne scegliamo dieci, ne avremo ancora dieci e spero dieci volte dieci, e questi non saranno un controllo su quelli che vanno? Andranno al Congresso e abuseranno del loro potere e faranno del male quando sapranno che devono tornare e guardare gli altri dieci in faccia ed essere chiamati a rendere conto della loro condotta?

Alcuni signori pensano che la nostra libertà e la nostra proprietà non siano al sicuro nelle mani di uomini con denaro e uomini di cultura, io non sono di quella mente ... Questi avvocati, questi uomini di denaro, questi uomini di cultura, sono tutti imbarcati nella stessa causa con noi e dobbiamo nuotare o affondare tutti insieme. Dobbiamo buttare a mare la Costituzione perché non ci piace allo stesso modo?

Alcuni signori dicono non avere fretta, prenditi del tempo per riflettere e non fare un salto nel buio. Dico di prendere le cose in tempo; raccogliere i frutti quando sono maturi. C'è un tempo per seminare e un tempo per raccogliere. Abbiamo seminato il nostro seme quando abbiamo inviato uomini alla convenzione federale, ora è il raccolto, ora è il momento di raccogliere i frutti del nostro lavoro e se non lo facciamo ora temo che non avremo mai un'altra opportunità ".