L'Assemblea legislativa vota per sospendere il re (1792)

In agosto 10th, come Luigi XVI e la sua famiglia si rifugiò nel Assemblea legislativa, i membri dell'Assemblea hanno votato per sospendere il re:

"L'Assemblea legislativa, convinta che i pericoli per la patria abbiano raggiunto il loro apice ...

Credendo che questi mali derivino principalmente dai sospetti che ha suscitato la condotta del capo dell'autorità esecutiva, in una guerra intrapresa in suo nome contro la Costituzione e l'indipendenza nazionale; [e] che questi sospetti hanno ispirato, in diverse parti dell'impero, un desiderio di revoca dell'autorità delegata a Luigi XVI ...

Articolo 1. Il popolo francese è invitato a formare una convenzione nazionale. La commissione speciale presenterà domani una bozza che indica la modalità e il periodo di questa convenzione.

Articolo 2. Il capo dell'autorità esecutiva [il re] è temporaneamente sospeso dalle sue responsabilità fino a quando la Convenzione nazionale non ha emesso un verdetto in merito alle misure che ritiene necessarie per garantire la sovranità del popolo e il regno della libertà e dell'uguaglianza .

Articolo 3. La commissione speciale presenterà un metodo per organizzare un nuovo ministero entro ventiquattro ore ...

Articolo 8. Il re e la sua famiglia rimarranno all'interno del corpo legislativo fino a quando non sarà ristabilita la calma a Parigi ...

Articolo 10. Qualsiasi funzionario del governo, soldato, sottufficiale, ufficiale, qualunque sia il suo grado e generale dell'esercito, che in questi giorni pericolosi abbandona il suo incarico, viene dichiarato malvagio e traditore della patria.

Articolo 11. Il dipartimento e il comune di Parigi faranno proclamare il presente decreto immediatamente e con cerimonia.

Articolo 12. Verrà inviato tramite corriere speciale agli 83 dipartimenti, dove è tenuto a essere consegnato entro 24 ore ai comuni di loro giurisdizione, in modo che possa essere proclamato lì con la stessa cerimonia ".