Guerra in mare e in aria

Mentre la maggior parte dei combattimenti nella prima guerra mondiale si sono svolti sul terreno, la guerra in mare e in aria si sono rivelate entrambe significative.

sfondo

La concorrenza navale e marittima era stata una causa significativa della guerra, contribuendo ad aumentare le tensioni anglo-tedesche.

Per tre secoli, la Gran Bretagna è stata la potenza navale preponderante del mondo. Questo era ancora il caso quando è entrata nel 20 ° secolo. Una nazione insulare al centro di un colosso imperiale, la Gran Bretagna faceva affidamento sulla Royal Navy per proteggere le sue colonie, i suoi interessi commerciali e la sua patria.

Le ambizioni di Wilhelmine Germany avevano sfidato il dominio navale britannico. Nel 1898, il governo del Kaiser aveva ordinato la costruzione di più di 40 navi da guerra, da installare e commissionare nei due decenni successivi. Nel 1909, l'ammiraglio tedesco Tirpitz aveva ampliato questi piani aggiungendo una dozzina di nuovi sottomarini.

Le corazzate

Questi sviluppi portarono Londra a rintracciare rapidamente la propria modernizzazione ed espansione navale. La prima corazzata di classe Dreadnought fu costruita in soli 14 mesi e messa in servizio nel 1906.

La Dreadnought funzionava a petrolio anziché a carbone ed era più grande e più veloce di qualsiasi nave da guerra mai costruita. I suoi enormi cannoni avevano una portata tre volte quella della precedente artiglieria navale.

Temendo che una guerra con la Germania potesse essere imminente, il pubblico britannico ha chiesto più Dreadnoughts (uno slogan popolare della fine del 1900 era "Vogliamo otto e non aspetteremo!").

Forza comparativa

La paranoia britannica sulla minaccia navale tedesca non corrispondeva alla realtà.

Allo scoppio della guerra nel 1914, la Germania aveva 17 corazzate e incrociatori funzionanti, rispetto ai 29 britannici. La flotta sottomarina della Royal Navy (74 in servizio e 31 in costruzione) rimpicciolì anche quella della Germania (28 in servizio, 17 in costruzione) . In termini di manodopera, la marina tedesca aveva poco più di un terzo del personale della Royal Navy.

Per aggravare queste differenze, il principale alleato della Germania, l'Austria-Ungheria, era in gran parte senza sbocco sul mare e aveva solo poche navi. Gli alleati della Gran Bretagna, Francia e Russia, avevano ciascuna flotte di notevoli dimensioni, recentemente potenziate.

Il blocco del 1914

Questa superiorità numerica si rivelò fondamentale quando scoppiò la guerra nel 1914. Le navi da guerra britanniche e alleate si spostarono rapidamente nel Mare del Nord, circondando la flotta tedesca d'alto mare nei loro porti. Le navi alleate imposero un blocco delle coste tedesche, pattugliando il Mare del Nord e gettando migliaia di mine.

Per la maggior parte, questa situazione si è mantenuta per tutta la durata della guerra. Le due flotte si ingaggiarono solo occasionalmente, come nella battaglia dello Jutland (maggio 1916) che produsse maggiori perdite britanniche ma nessun cambiamento nella situazione.

prima guerra mondiale
Un U-boat tedesco, una delle pochissime aree in cui la Germania godeva di un vantaggio sugli Alleati

Il blocco alleato della Germania fu globale, fermando persino le importazioni di rifornimenti alimentari civili. Questo "blocco alimentare" ha creato indignazione in Germania - e in effetti c'è stata qualche critica nei paesi neutrali, come gli Stati Uniti. All'inizio del 1915 la Germania si vendicò ordinando a 20 sottomarini di imporre il proprio blocco delle isole britanniche. Qualsiasi nave che navigava da o verso la Gran Bretagna, militare o civile, alleata o neutrale, era a rischio di attacco. I piani per sparare su navi civili e quindi rischiare di uccidere civili hanno causato una certa costernazione nel governo tedesco, in particolare dal cancelliere, Bethmann-Hollweg. Ma con la sua marina in inferiorità numerica e recintata, Berlino aveva poche altre opzioni disponibili. A febbraio la Germania annunciò che avrebbe attaccato le navi britanniche e dell'impero britannico; Gli U-Boot tedeschi avrebbero cercato di evitare di sparare su navi neutre, ma questo non poteva essere garantito. La promulgazione di questa politica ha acuito le tensioni diplomatiche tra la Germania e gli Stati Uniti, le cui spedizioni erano maggiormente a rischio per un blocco indiscriminato delle isole britanniche.

Per gran parte del 1915 il blocco tedesco degli U-Boot affondò in media circa 12 navi a settimana. Non solo questi affondamenti hanno creato una spaccatura tra Berlino e gli Stati Uniti, ma hanno anche generato tensioni tra il governo civile tedesco - che sperava di impedire che l'America entrasse in guerra - e il suo comando militare, che voleva una guerra sottomarina senza restrizioni per indebolire e affamare la Gran Bretagna . Ci fu molto avanti e indietro sulla questione fino al 1916, ma nel febbraio 1917 la Germania decise di implementare una guerra sottomarina senza restrizioni. Circa mezzo milione di tonnellate di navi alleate e neutrali sono state affondate sia a febbraio che a marzo, quindi quasi il doppio di tale quantità in aprile. Le scorte di cibo della Gran Bretagna si ridussero a livelli pericolosamente bassi e le carenze alleate sul fronte occidentale aumentarono. Ma mentre la guerra sottomarina aveva avuto successo, fu anche un fattore significativo per gli Stati Uniti che entrarono in guerra nell'aprile 1917.

prima guerra mondiale
L'aereo precipitato del pilota da combattimento tedesco Manfred von Richtofen

Quando scoppiò la guerra nel 1914, erano passati appena undici anni dal primo volo riuscito dell'aliante a motore dei fratelli Wright. Le applicazioni militari per gli aeroplani non erano completamente sviluppate e molti generali antiquati le ignoravano; il comandante francese Foch disse che il volo era “un buon sport” ma “inutile” per l'esercito. Gran Bretagna, Francia e Germania avevano meno di 200 velivoli ciascuno all'inizio del 1914, prima che la dichiarazione di guerra producesse un'ondata di interesse. Nel corso dei quattro anni successivi, i francesi hanno aperto la strada alla produzione di aerei, producendo 62,000 aerei, più di 440 volte il loro arsenale nel 1914. Gli inglesi hanno prodotto 5,500 dei loro aerei più famosi, il Sopwith Camel. Lo sviluppatore di aerei tedesco Fokker sviluppò presto una gamma di velivoli ad ala singola, doppia e tripla, dotati di mitragliatrici, che si dimostrò tecnicamente superiore alla maggior parte degli aerei alleati. Per un breve periodo nel 1915 e all'inizio del 1916, i tedeschi godettero della superiorità aerea, mentre i piloti e gli aerei britannici e francesi furono insultati come "Fokker fodder".

“Nello sviluppare la strategia navale prima della guerra, gli inglesi hanno sottolineato il blocco navale, un tipo di guerra economica. I progressi tecnologici nelle alterazioni forzate del XIX secolo. Una delle prime e continue strategie degli Alleati fu l'attuazione del blocco navale degli Imperi Centrali, cosa che non terminò con l'armistizio del novembre 19 ... Sebbene allora controverso, il blocco britannico si dimostrò ovviamente efficace ".
Eric Osborne, storico

L'equilibrio iniziò a ribaltarsi nel 1917, non appena furono disponibili nuovi aerei alleati e quando la Germania iniziò a rimanere a corto di uomini e attrezzature. Quest'anno ha anche prodotto il maggior numero di "duelli aerei", o battaglie aeree in cui aerei tedeschi e alleati hanno tentato di costringere gli altri a terra con pistole montate. Il pilota tedesco Manfred von Richtofen è stato acclamato come il miglior "asso volante" della guerra, accreditato di 80 "uccisioni" durante i suoi due anni di servizio. Il tri-aereo Fokker di Richtofen è stato dipinto di un caratteristico colore rosso, che gli è valso il soprannome di "Barone Rosso". Richtofen fu abbattuto dal fuoco antiaereo nel marzo 1918. Anche i comandanti militari iniziarono ad abbracciare l'idea che gli aerei potessero essere usati per i bombardamenti. L'Handley-Page O / 400 britannico, sviluppato a metà del 1917, conteneva un proprio vano bombe capace di contenere 900 chilogrammi di munizioni; fu usato contro le posizioni tedesche e i centri industriali nel 1918. In sintesi, nessuna delle due parti emerse dalla "guerra aerea" come vincitori globali, né l'uso di aerei alterò il risultato della guerra o delle sue principali battaglie - ma l'aria la guerra ha evidenziato quanto sia importante l'uso degli aerei nei conflitti futuri.

guerra in mare nell'aria

1. Quando iniziò la guerra, la Gran Bretagna governava ancora i mari, la sua marina era molto più grande e meglio equipaggiata di quella tedesca.

2. Gli Alleati usarono questa supremazia navale per imporre un blocco marittimo alla Germania, arrestando il suo flusso di rifornimenti.

3. La Germania ha risposto con una campagna sottomarina contro tutte le spedizioni alleate, con effetti significativi su entrambe le parti.

4. Gli aeromobili erano ancora agli inizi, tuttavia, i piloti tedeschi godettero della supremazia aerea nella prima metà della guerra.

5. La produzione alleata, il pilotaggio e le tattiche avevano raggiunto i tedeschi con 1917. Mentre gli aerei occasionalmente fornivano informazioni importanti alle forze di terra, la guerra aerea ebbe un impatto trascurabile sulla prima guerra mondiale in generale.

Titolo: "La guerra in mare e nell'aria"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/worldwar1/sea-and-air/
Data di pubblicazione: 3 settembre 2017
Data di accesso: Giugno 29, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.