Il Generalissimo: Jiang Jieshi

jiang jieshi
Jiang Jieshi, generalissimo, fotografato in uniforme militare

Jiang Jieshi (Wade-Giles: Chiang Kai-shek) era un potente comandante militare nazionalista nel Guomindang. È diventato il leader del partito dopo la morte di Sun Yixian e, infine, il presidente della Cina repubblicana.

sommario

Come molti ufficiali militari repubblicani, Jiang è stato addestrato presso l'accademia militare Huangpu di Guomindang. A metà degli anni Venti, guidò una spedizione di successo per conquistare potenti signori della guerra del nord e diventare il leader indiscusso del Guomindang.

Jiang è diventato il presidente nominale di una Cina riunificata. Durante gli anni '1930, molti lo consideravano il leader naturale di una repubblica cinese appena creata ma intrinsecamente instabile.

Indipendentemente dal fatto che indossi un elegante abito western o l'uniforme di un generalissimo, Jiang sembrava rappresentare una Cina moderna, piuttosto che il vecchio mondo dei Qing. Ha anche combinato il fiducioso nazionalismo di Sun Yixian con il deciso militarismo di Yuan Shikai. Jiang era impegnato in una repubblica cinese unita ma, a differenza di Sun, aveva la forza militare per raggiungerlo.

Nonostante l'abilità e la personalità forte di Jiang, i suoi due decenni come presidente della Cina sono stati perseguitati dall'opposizione interna e dalle minacce esterne. Signori della guerra ostili, rivali di Guomindang, imperialisti giapponesi e rivoluzionari comunisti sfidarono il governo di Jiang. Alla fine crollò nel 1949, quando gran parte della Cina fu invasa dai comunisti. Jiang fuggì a Taiwan, dove governò fino alla sua morte nel 1975.

sfondo

Jiang Jieshi è nato nel 1887 nella provincia di Zhejiang, sulla costa orientale della Cina. Suo padre era un ricco commerciante che commerciava principalmente in sale e vino, sua madre una moglie sobria e obbediente.

All'età di 19 anni, Jiang, ispirato dalla spinta lenta ma determinata della Cina per "auto-rafforzarsi", si iscrisse all'accademia militare della Nuova Armata di Yuan Shikai a Baoding. L'anno successivo partì per studiare alla Rikugun Shikan Gakko, la principale accademia di addestramento per ufficiali del Giappone.

Dopo la laurea nel 1909, Jiang fece volontariato per due anni nell'esercito giapponese. Mentre era di stanza a Tokyo, gli amici di Jiang lo presentarono a Sun Yixian e ad altri nazionalisti. Jiang, già sostenitore del repubblicanesimo cinese, è stato ispirato a unirsi al Tongmenghui di Sun.

Ufficiale militare

jiang jieshi
Jiang Jieshi (secondo da sinistra) all'apertura dell'Accademia di Whampoa

Jiang tornò in Cina nel 1911 e partecipò alla Rivoluzione Xinhai, comandando unità di artiglieria contro le forze Qing a Hangzhou. Fu anche coinvolto nella fallita rivoluzione del luglio 1913 contro Yuan Shikai, prima di fuggire in Giappone.

In seguito Jiang tornò segretamente in Cina, vivendo nei quartieri stranieri di Shanghai e lavorando con la Green Gang, una famigerata cricca di gangster. Questi collegamenti con la malavita di Shanghai in seguito si dimostrarono utili durante la purga dei comunisti di Jiang nella primavera del 1927.

Dopo la morte di Yuan Shikai a metà del 1916, Sun Yixian e molti dei suoi seguaci, incluso Jiang, tornarono nel sud della Cina. La pianificazione e il comando di Jiang dei reggimenti nazionalisti furono determinanti nella fondazione di una repubblica militare nella provincia del Guangdong.

Comandante Huangpu

All'inizio degli anni '1920, Jiang Jieshi era diventato sia un membro del governo di Sun Yixian che il comandante militare supremo della repubblica. All'inizio del 1924, Jiang fu inviato a Mosca, dove trascorse quattro mesi studiando l'addestramento e l'organizzazione militare sovietica.

Al suo ritorno a Guangzhou, Jiang fu nominato comandante della neonata Accademia Militare Huangpu (Wade-Giles: Whampoa), una struttura per l'addestramento degli ufficiali di Guomindang. Huangpu è stato modellato sulle accademie sovietiche che combinavano l'addestramento militare con l'indottrinamento politico.

Jiang era generalmente favorevole all'alleanza comunista di Guomindang, tuttavia, la sua politica personale era anticomunista, quindi era diffidente nei confronti delle intrusioni sovietiche nella gestione di Huangpu. Alla fine del 1924, minacciò di dimettersi da comandante dopo una disputa con i consiglieri sovietici. Mosca pensava che Jiang fosse "ostile" al comunismo e avrebbe dovuto essere "gestito".

Il successore di Sun Yixian

jiang jieshi
Jiang e la sua terza moglie, Soong May-ling, cognata di Sun Yixian

Sun Yixian morì nel 1925, lasciando diversi potenti luogotenenti ma nessun piano di successione. Due dei principali contendenti, Wang Jingwei e Hu Hanmin, occupavano rispettivamente l'ala sinistra e l'ala destra del partito.

In qualità di comandante militare, Jiang Jieshi aveva evitato le dispute tra fazioni del Guomindang e la lotta per il potere interno. Poco si sapeva della sua politica personale. Alla fine, furono i suoi successi militari che permisero a Jiang di sfidare per la leadership di Guomindang.

Nel 1925, Jiang fu incaricato del primo esercito nazionalista assemblato da laureati Huangpu. L'anno successivo, è stato nominato comandante in capo dell'Esercito Rivoluzionario Nazionale (NRA), composto da 100,000 uomini.

Unificazione cinese

Nel luglio 1926, Jiang comandò la prima delle due spedizioni, facendo marciare verso nord l'NRA per affrontare i potenti signori della guerra Zhili. Le milizie Zhili erano formidabili ma non si sono dimostrate all'altezza dell'NRA, che era guidata da ufficiali addestrati e dotata di armi russe e tedesche.

Dopo questo successo, Jiang ha concentrato la sua attenzione sulle minacce percepite all'interno del suo stesso partito. Nell'aprile del 1927 istigò l'epurazione dei comunisti a Shanghai. Alcune settimane dopo, le forze fedeli a Jiang hanno attaccato Wuhan, dove Wang Jingwei si era posizionato a capo di un nuovo governo nazionale.

Queste erano le prime di molte campagne che Jiang Jieshi avrebbe lanciato contro i comunisti, che disprezzava come burattini di Mosca piuttosto che veri nazionalisti cinesi.

Leader di Guomindang

Nel 1928, Jiang e le sue forze completarono una seconda spedizione per sopprimere la cricca Fengtian in Manciuria e nel nord della Cina. Entro la metà dell'anno, le forze di Jiang avevano sconfitto o assorbito la maggior parte degli eserciti dei signori della guerra nella Cina settentrionale e orientale.

Con l'isolamento del suo principale rivale, Wang Jingwei, Jiang era ora il leader indiscusso del Guomindang. Nell'ottobre 1928, Jiang fu messo a capo del Consiglio di Stato, rendendolo il de facto leader della repubblica cinese.

Sotto il governo di Jiang, un governo nazionalista fu formato in una nuova capitale, Nanchino, più vicina alla base di appoggio naturale del Guomindang. Jiang ha dichiarato che la Cina stava entrando nella seconda delle tre fasi di sviluppo di Sun Yixian: un periodo di "tutela politica", in cui i leader avrebbero educato il popolo alle vie della democrazia (anche se senza dare loro alcun controllo sul governo).

Leadership politica

Al di fuori del governo, Jiang ha corteggiato il sostegno dei potenti interessi commerciali della Cina e dei ricchi proprietari terrieri. Queste élite si sono avvicinate a Jiang dopo la sua repressione dei comunisti nell'aprile 1927.

Jiang ha anche sfruttato l'eredità del defunto Sun Yixian intensificando il culto della personalità che era emerso dopo la morte di Sun, ordinando che il corpo di Sun venisse sepolto in un grande mausoleo.

Jiang ha anche sviluppato e perfezionato la sua retorica politica in modo che rispecchiasse quella di Sun. Nel dicembre 1927, Jiang sposò la sua terza moglie, Soong May-ling, la sorella minore della vedova di Sun. Più tardi soprannominata "Madame Jiang" dalla stampa occidentale, è diventata una figura politica significativa a pieno titolo.

Il punto di vista di uno storico:
“Mao [Zedong] era famoso per la sua mancanza di cura e per i suoi modi contadini; Jiang, come ha osservato un visitatore, aveva "l'aria di una fastidiosa distinzione". Il Grande Timoniere indossava ampi abiti da contadina blu e un berretto dell'Armata Rossa; abiti ordinati del Generalissimo, vesti di seta, uniformi con medaglie e un trilby occidentale di velluto. Jiang era magro, eretto, preciso, le sue labbra sottili, la testa rasata… Tranne quando fu colpito da uno dei suoi accessi d'ira, Jiang trasudò autocontrollo; qualunque fossero i suoi calcoli interni, Mao si è comportato in modo espansivo con i visitatori, sembrando prenderli in confidenza, anche se questo era per sedurli nel suo abbraccio ideologico ".
Jonathon Fenby

jiang jieshi chiang kai-shek

1. Jiang Jieshi era un comandante militare di Guomindang che venne a guidare il partito dopo la morte di Sun Yixian.

2. Si schierò con Sun mentre riceveva addestramento militare in Giappone, quindi comandò le truppe nella rivoluzione 1911.

3. In 1924 divenne comandante dell'accademia militare di Huangpu e comandante dell'esercito rivoluzionario nazionale.

4. I successi di Jiang nel sopprimere i signori della guerra del nord alimentarono la sua ascesa alla ribalta alla fine degli anni '1920.

5. Ad aprile 1927 Jiang ha rivelato la sua posizione anticomunista ordinando l'arresto di massa e l'esecuzione di comunisti a Shanghai. L'anno seguente divenne il capo del governo nazionale, allineandosi strettamente con l'eredità politica di Sun Yixian.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Il Generalissimo: Jiang Jieshi"
Autori: Glenn Kucha, Jennifer Llewellyn
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/chineserevolution/generalissimo-jiang-jieshi/
Data di pubblicazione: 1 settembre 2019
Data di accesso: Giugno 23, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.