Alleanze della guerra fredda

alleanze della guerra fredda
I funzionari della NATO sviluppano piani per la difesa dell'Europa occidentale

Il mondo della metà del XX secolo era dominato da diverse alleanze, in particolare l'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) e il Patto di Varsavia. Le alleanze della Guerra Fredda definirono e intensificarono le divisioni tra le nazioni democratiche e socialiste. Hanno anche creato il rischio che uno scontro tra due Stati membri potesse espandersi in una terza guerra mondiale.

Prime alleanze

Queste alleanze della guerra fredda hanno cominciato a prendere forma dopo la seconda guerra mondiale, quando le nazioni europee si sono allineate con altre per proteggersi da future aggressioni. Alcuni credevano che questa aggressione potesse provenire dal rinascente nazismo, sia come contrattacco segreto che come resistenza della guerriglia all'occupazione alleata. Altri pensavano che l'Unione Sovietica e gli agenti comunisti e rivoluzionari rappresentassero una minaccia maggiore.

A marzo 1947, Gran Bretagna e Francia hanno firmato il Trattato di Dunkerque, un'alleanza militare bipartisan. A marzo 1948, hanno esteso questa alleanza firmando il Trattato di Bruxelles, un nuovo accordo che includeva Belgio, Lussemburgo e Paesi Bassi.

Sebbene il Trattato di Bruxelles non menzionasse specificamente l'Unione Sovietica, era basato sulla resistenza al comunismo e all'espansione comunista. Il preambolo del trattato di Bruxelles esprimeva chiari obiettivi di "fortificare e preservare i principi di democrazia, libertà personale e politica, tradizioni costituzionali e stato di diritto" che erano il "patrimonio comune" delle cinque nazioni firmatarie.

I semi della NATO

Poche settimane dopo la firma del Trattato di Bruxelles, le forze sovietiche iniziarono il loro blocco di Berlino. Interpretando questo come un atto di aggressione, i firmatari del trattato di Bruxelles formarono la propria agenzia militare: la Western Union Defence Organization.

Nonostante ciò, queste nazioni nutrivano gravi timori sulla loro capacità di rispondere all'aggressione militare sovietica. Come la maggior parte delle nazioni europee, i firmatari di Bruxelles avevano smobilitato e ridotto le loro forze militari alla fine della seconda guerra mondiale. Persino le loro forze combinate erano incapaci di servire da deterrente all'aggressione sovietica o di rispondere militarmente all'URSS.

Riconoscendo la loro debolezza militare, queste nazioni hanno iniziato a fare pressioni sugli Stati Uniti, chiedendo la formazione di un'alleanza militare transatlantica.

Il Trattato del Nord Atlantico

A seguito di lunghi negoziati, il Trattato del Nord Atlantico è stato firmato a Washington in aprile 1949.

alleanze della guerra fredda
Harry S. Truman e altri leader firmano il trattato NATO in 1949

I primi stati membri dell'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) includevano gli Stati Uniti e tutte e cinque le nazioni del trattato di Bruxelles, Canada, Danimarca, Islanda, Italia, Norvegia e Portogallo. Diversi paesi furono invitati ad aderire alla NATO ma rifiutarono, tra cui Finlandia, Irlanda, Svezia e la Svizzera sempre neutrale. Altri tre paesi (Grecia, Turchia e Germania occidentale) furono successivamente ammessi alla NATO negli anni '1950.

La Francia era un membro fondatore della NATO, ma il suo impegno militare nell'alleanza fu gradualmente ridotto tra il 1959 e il 1966, come Charles de Gaulle e il suo governo ha scelto di formulare le proprie strategie di difesa.

Secondo i termini del Trattato Nord Atlantico, un "attacco armato" contro una qualsiasi delle nazioni firmatarie doveva essere "considerato un attacco contro tutti loro", richiedendo ai membri di intraprendere "le azioni che [ritengono] necessarie, compreso l'uso di forza armata, per ripristinare e mantenere la sicurezza nell'area del Nord Atlantico ”.

La NATO prende forma

alleanze della guerra fredda
Gli emblemi della NATO, allora e ora

Nel suo primo anno, la NATO era poco più che una libera affiliazione di nazioni che scambiavano esperienza, consulenza e hardware militari. L'inizio del Guerra di Corea in 1950 ha rafforzato l'alleanza, spingendo la NATO ad espandere e sviluppare nuove strutture di comando.

Nel 1952 fu creato l'ufficio del segretario generale della NATO e il quartier generale della NATO fu spostato da piccoli uffici a Londra a un complesso dedicato a Parigi. L'esercitazione Mainbrace, i primi giochi di guerra della NATO, furono condotti nelle acque dell'Europa settentrionale dalle marine di nove stati membri. I comandanti della NATO hanno anche elaborato piani e strategie di guerra per affrontare vari scenari di attacco o invasione sovietica.

In 1954, un anno dopo la morte di Joseph Stalin, La NATO è stata messa alla prova da una richiesta di adesione dall'Unione Sovietica. La proposta è stata respinta dagli Stati membri della NATO, i quali hanno affermato che "la natura irrealistica della proposta non garantisce la discussione".

La risposta sovietica

alleanze della guerra fredda
La conferenza del Patto di Varsavia delle nazioni del blocco sovietico, 1955

L'ultima goccia per i sovietici arrivò il 9 maggio 1955 quando alla Germania Ovest fu offerta l'adesione alla NATO. Cinque giorni dopo, Mosca ha risposto organizzando una conferenza dei delegati comunisti nella capitale polacca Varsavia.

A Varsavia, l'Unione Sovietica e gli stati del blocco sovietico hanno redatto e firmato il Trattato di amicizia, cooperazione e assistenza reciproca, più comunemente noto come Patto di Varsavia. I suoi otto stati membri erano l'URSS, la Polonia, la Germania dell'Est, l'Albania (fino al 1968), la Bulgaria, la Cecoslovacchia, l'Ungheria e la Romania.

Come la NATO, il Patto di Varsavia aveva comitati civili, politici e militari, nonché un proprio quartier generale, situato a Varsavia. Nonostante ciò, la sua pianificazione, processo decisionale e comando militare erano dominati dall'Unione Sovietica. Gli organi del Patto di Varsavia erano guidati da politici, diplomatici o burocrati sovietici; il comandante supremo delle forze del Patto di Varsavia era anche il vice ministro della difesa sovietico.

Ciò era in contrasto con il coinvolgimento americano nella NATO, dove gli Stati Uniti erano senza dubbio il principale partner militare ma non comandavano o controllavano l'alleanza.

Attività militari

alleanze della guerra fredda
Le truppe della NATO partecipano a uno sbarco simulato in Turchia a 1957

La formazione del Patto di Varsavia ha innescato una revisione della NATO e un'escalation delle sue attività. I membri della NATO si trasferirono per garantire l'adesione alla Germania occidentale, ritenendo che la sua popolazione sarebbe stata cruciale in caso di guerra con il blocco sovietico. La NATO ha anche aumentato le dimensioni e la frequenza dei suoi esercizi.

A settembre 1957, più di 300 navi della NATO e un quarto di milione di uomini hanno preso parte ad esercitazioni congiunte nel Mare del Nord Atlantico e nel Mediterraneo. Il primo di questi, Operation Strikeback, prese la forma di una finta battaglia contro una flotta sottomarina nemica.

Le forze della NATO hanno anche partecipato all'operazione Deep Water, rispondendo a un'invasione sovietica simulata dei Dardanelli (Turchia). In Europa centrale, l'operazione Counter Punch ha testato le capacità di difesa aerea della NATO.

Condivisione nucleare

Uno degli aspetti più controversi della NATO erano i suoi accordi di condivisione nucleare. In base a questo schema, armi nucleari, bombardieri e sistemi missilistici americani sono stati forniti a stati della NATO non nucleari. I codici di accesso rimasero alle forze armate statunitensi, ma in caso di guerra con il blocco sovietico, questi codici nucleari dovevano essere forniti agli stati ospitanti.

La condivisione nucleare iniziò nel 1954 con lo spiegamento di armi nucleari statunitensi in Gran Bretagna. Altri paesi europei dotati di armi nucleari includevano Germania Ovest, Italia, Grecia, Belgio e Turchia.

Al contrario, il Patto di Varsavia ha resistito a qualsiasi forma di condivisione del nucleare. Le armi nucleari sovietiche erano certamente dispiegate negli stati satellite, ma il loro uso era controllato interamente da Mosca.

Altri trattati e alleanze

La NATO e il Patto di Varsavia esistevano accanto a numerosi altri trattati e alleanze della Guerra fredda.

A settembre 1951, gli Stati Uniti, l'Australia e la Nuova Zelanda hanno firmato il Trattato ANZUS, un'alleanza militare tripartita. Il braccio USA-NZ di questa alleanza si è rotto in 1985, a seguito di dispute sulle navi nucleari americane che attraccano nei porti della Nuova Zelanda.

Washington ha firmato un trattato di mutua difesa con la Repubblica di Cina (Taiwan) in 1954. Ciò ha fornito a Taiwan il supporto americano in caso di attacco o invasione da parte della Cina comunista.

A Patto 1954 di settembre, firmata a Manila, ha formato la SEATO (South-East Asia Treaty Organization), un'alleanza anticomunista - in effetti, una versione dell'Asia-Pacifico della NATO.

Un certo numero di altri trattati e accordi minori furono firmati dalle singole nazioni. Questi trattati riflettevano sia i loro interessi nazionali e regionali sia i fattori della guerra fredda.

Il punto di vista di uno storico:
“La NATO è iniziata come un'alleanza militare, ma non è mai stata solo un'alleanza militare di tipo tradizionale. Come ha detto il segretario americano Dean Acheson, “il Trattato Nord Atlantico è molto più di un accordo difensivo. È un'affermazione dei valori morali e spirituali che abbiamo in comune ”. Stanley Sloan afferma questo: "Ciò che rendeva la NATO diversa dalle precedenti alleanze militari era che il preambolo del Trattato esprimeva chiaramente il sostegno alleato alla democrazia, alla libertà individuale e allo stato di diritto".
Michael J. Williams

Patto di Varsavia nato guerra fredda

1. Il mondo della guerra fredda fu modellato e diviso da alleanze politiche e militari. Le più note di queste alleanze furono la NATO e il Patto di Varsavia, formato in Europa dopo la seconda guerra mondiale.

2. L'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico o NATO è stata costituita in 1949, un'espansione del Trattato di Bruxelles. È stato formato per contrastare la minaccia dell'espansione o dell'aggressione sovietica in Europa.

3. Dopo aver tentato senza successo di aderire alla NATO, l'Unione Sovietica rispose formando la propria alleanza militare. Il Patto di Varsavia di otto nazioni fu firmato in 1955.

4. Il patto di Varsavia ha portato ad un aumento della pianificazione e delle operazioni della NATO. La NATO ha tenuto una serie di esercizi multilaterali e giochi di guerra. Gli Stati Uniti si sono anche impegnati nella condivisione del nucleare con gli Stati membri.

5. Vi furono trattati bilaterali e multilaterali di guerra fredda firmati anche in altre regioni, come il trattato ANZUS tra Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda e la formazione di SEATO nell'Asia-Pacifico.

fonti della guerra fredda

Il trattato di Dunkerque (1947)
Il trattato di Bruxelles (1948)
Il trattato del Nord Atlantico (1949)
Il trattato ANZUS (1951)
Il Patto o SEATO di Manila (1954)
Il patto di Varsavia (1955)

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Alleanze della guerra fredda"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/coldwar/cold-war-alliances/
Data di pubblicazione: 16 settembre 2020
Data di accesso: Giugno 29, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.