Glossario della Germania nazista LZ

Questo glossario della Germania nazista contiene parole, termini e concetti relativi allo studio del nazismo e della Germania tra 1918 e 1939. È stato scritto e compilato dagli autori di Alpha History.

Lebensborn
Un'agenzia di assistenza sociale fondata dal leader delle SS Himmler, per fornire supporto finanziario alle madri ariane non sposate.

I Lebensraum
(Tedesco, "spazio vitale") La teoria, sostenuta da Hitler e da altri nazisti, secondo cui il popolo ariano di lingua tedesca d'Europa aveva bisogno di più territorio per sopravvivere e prosperare. Questa terra doveva essere sequestrata dai paesi dell'Europa orientale occupati da "razze minori".

Lebensunwertes leben
(Tedesco, "vita indegna di vita") Termine usato per descrivere l'esistenza di persone con disabilità mentali o fisiche. Successivamente è stato utilizzato come giustificazione per l'eutanasia.

Aeronautica militare
L'aeronautica tedesca, formata in 1935 e sotto il comando di Hermann Goering.

marxismo (Vedi comunismo)

razza superiore
Nell'ideologia nazista, la "razza padrona" si riferisce agli ariani razzialmente puri, in particolare alle persone nordiche dalla pelle chiara e dai capelli biondi. Consideravano questa razza fisicamente più forte e culturalmente più avanzata rispetto ad altri gruppi razziali europei.

Mein Kampf
(Tedesco, "La mia lotta") L'autobiografia e il manifesto politico di Hitler, scritto in prigione e pubblicato nel 1924. Una delle poche espressioni dettagliate dell'ideologia nazista, contiene le opinioni di Hitler sulla politica, la società e la razza.

Mischlinge
(Tedesco, "bastardo") Una persona definita come razza mista dalle leggi di Norimberga del 1935. A Mischlinge aveva uno o due nonni tedeschi ma non si identificava come membro della religione ebraica.

nazionalismo
Un valore politico che sostiene che gli interessi, il benessere e la prosperità del proprio paese vengono prima di ogni altra cosa. I nazionalisti tradizionalmente sostengono per una maggiore forza nazionale, unità e autonomia, liberi da restrizioni o ostacoli internazionali.

Nazionalsocialismo (Anche Nazismo)
Le idee ei valori del Partito nazionalsocialista tedesco dei lavoratori (NSDAP). Come ideologia era mal definita, delineata vagamente nei 25 punti del NSDAP (1920) e in Hitler Mein Kampf (1924).

nazista
(Tedesco abbreviato, Nationalsozialistische) Descrive qualsiasi membro, elemento o attributo dell'NSDAP. Il termine "nazista" fu coniato dalla stampa tedesca e ampiamente utilizzato dalla metà degli anni '1930, ma fu disprezzato dalla maggior parte all'interno del partito.

Nazismo (Vedi Nazionalsocialismo)

La notte dei lunghi coltelli
Una purga interna del partito nazista di giugno-luglio 1934, che ha visto decine di persone arrestate, assassinate o costrette a suicidarsi. L'epurazione eliminò il comandante della SA Ernst Rohm e portò al disempowering della SA.

Leggi di Norimberga
Il nome informale per due leggi razziali introdotto da Hitler nel settembre 1935. Le leggi di Norimberga ritirarono effettivamente la cittadinanza degli ebrei tedeschi e gettarono le basi per la rimozione dei loro altri diritti.

paramilitare
Un gruppo o un'organizzazione con alcuni degli attributi di una forza militare, come gradi, uniformi e addestramento.

Pimpf
La divisione più giovane del movimento giovanile nazista, per ragazzi di età compresa tra 6-10.

Presidente
Il capo dello stato eletto in una repubblica. In Germania, il presidente nominò il cancelliere e i suoi ministri.

propaganda
Parole, documenti, immagini o azioni intese a persuadere, spesso in modo emotivo o fuorviante.

colpo di stato
Termine tedesco per un colpo di stato militare o paramilitare; un tentativo di rovesciare e sostituire un governo.

Reichsarbeitsdienst (o RAD)
(Tedesco, "Servizio nazionale del lavoro") Dipartimento governativo nazista responsabile dell'organizzazione di programmi di lavori pubblici, come la costruzione di autostrade.

Reichskirche
(Tedesco, 'chiesa nazionale') Una chiesa di stato proposta in linea con l'ideologia nazista, sostenuta dalla fazione protestante filo-nazista Deutsche Kristen.

Reichstag
L'assemblea nazionale tedesca, formata nel 1919. Il Reichstag era formato da elezioni con voto proporzionale, quindi aveva un gran numero di partiti molto piccoli, mentre nessun partito singolo ha mai avuto la maggioranza assoluta. Ciò rese difficile l'approvazione delle leggi e portò a nove diverse elezioni durante il periodo di Weimar (1919-33).

Reichswehr
(Tedesco, "difesa della nazione") Le forze armate tedesche dal 1919 al 1935. Un fattore influente sulla politica in questo periodo, nonostante le dimensioni limitate dal trattato di Versailles. Il Reichswehr consisteva nel Reichsheer (esercito) e Reichsmarine (Marina Militare).

riparazioni
Pagamenti destinati a coprire o compensare i danni alla proprietà e la perdita della vita subiti in tempo di guerra.

zingaro (o Roma, a volte 'Zingari')
Gruppo razziale che risiedeva principalmente nell'Europa orientale; alcuni romani vivevano come nomadi o itineranti in Germania.

SA (Vedi Sturmabteilung)

Schutzstaffel (o SS)
Una forza paramilitare nazista, formata nel 1925 come piccola unità di guardia del corpo, si espanse poi sotto la guida di Heinrich Himmler. Sotto il governo di Himmler, le SS adottarono rigidi requisiti di ammissione basati sulla razza e sul carattere e un'intensa disciplina militare.

Sicherheitsdienst (o SD)
Divisione di raccolta di informazioni e sicurezza delle SS, responsabile della localizzazione dei nemici del regime nazista.

Partito Social Democratico (o SPD)
Il più grande partito politico in Germania per gran parte del periodo di Weimar, l'SPD era un partito socialista moderato che respingeva la rivoluzione comunista ma mirava a migliorare le condizioni per i lavoratori tedeschi.

socialismo
Un'ideologia politica o un sistema di governo che promette di proteggere e migliorare i diritti e le condizioni delle classi lavoratrici.

Sonderweg
(Tedesco, "percorso speciale") Una prospettiva storiografica della storia tedesca e delle origini del nazismo. Gli storici di Sonderweg ritengono che lo sviluppo nazionale tedesco abbia seguito un corso unico, plasmato da autoritarismo, nazionalismo e militarismo. Credono che i nazisti fossero il logico risultato finale di questo sviluppo, piuttosto che essere un "incidente" storico.

SS (Vedi Schutzstaffel)

teoria della pugnalata alle spalle
La convinzione che la sconfitta tedesca nella prima guerra mondiale fosse dovuta a politici deboli e insidiosi e / o a una cospirazione.

Sturmabteilung (anche SA, Brown-Shirts o Storm-Troopers)
Il più grande ramo paramilitare nazista, formato in 1919 per proteggere le prime riunioni del partito e condurre battaglie di strada con oppositori politici. La SA è cresciuta rapidamente nei primi 1930, fino a 4.5 milioni di uomini di 1934. L'arresto e l'esecuzione dei suoi leader nel luglio 1934 hanno portato al ridimensionamento e al declassamento della SA.

svastica (Anche Hakenkrauz)
Una croce ruotata con le braccia piegate, comunemente usata come simbolo religioso o motivo di 'buona fortuna'. È stato adottato da Hitler e utilizzato come emblema del NSDAP. La svastica nera su sfondo rosso e bianco utilizzava i colori tradizionali della Germania imperiale.

sinagoga
Un tempio e luogo di culto ebraico.

Terzo Reich
(Tedesco, "terzo impero" o "terzo regno") La visione nazista per un impero tedesco rianimato.

totalitarismo
Un sistema socio-politico in cui vi sono pochi o nessun limite al potere del governo. Per questo motivo può regolare o controllare la maggior parte degli aspetti della società, compresi l'istruzione, la stampa e il sistema legale.

Venticinque punti
Il manifesto ideologico del partito nazista proclamato nel febbraio 1920. I venticinque punti delineavano le idee, i valori e gli obiettivi politici del partito, sebbene alcuni di questi fossero molto ampi o piuttosto vaghi.

Ubermensch
Tedesco per "uomini superiori". Una frase inventata dal filosofo Friedrich Nietzsche, fu adattata e usata dai nazisti per descrivere i membri della "razza padrona" ariana.

Untermensch
Tedesco per "uomini inferiori". Una frase del filosofo Friedrich Nietzsche, adattata e usata dai nazisti per descrivere i non ariani.

volkisch
(Tedesco, "del popolo") Termine collettivo per diversi gruppi tedeschi attivi tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento. Il volkisch il movimento, che influenzò fortemente le idee naziste, si basava su valori tradizionali e conservatori.

Volksgemeinschaft
(Tedesco, "comunità popolare") Termine usato durante la prima guerra mondiale per colmare il divario tra classi, regioni e interessi tedeschi e quindi migliorare l'unità nazionale e sociale. In seguito fu adottato dai nazisti e utilizzato pesantemente nella retorica e nella propaganda.

Wehrmacht
Le forze armate della Germania nazista tra 1935-45, costituite da Heer, Kriegsmarine e Luftwaffe.

Weimar
Una città in Germania che ha dato il nome al governo tedesco di 1919-1933. Il governo nazionale si era trasferito a Weimar in 1919, a causa di scoppi di violenza a Berlino; mentre lì ha approvato una nuova costituzione, creando una repubblica tedesca democratica liberale.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Glossario della Germania nazista LZ"
Autori: Jennifer Llewellyn, Jim Southey, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/nazigermany/historiography-of-nazi-germany/
Data di pubblicazione: Giugno 5, 2015
Data di accesso: Giugno 18, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.