Glossario della rivoluzione russa MZ

Questo glossario della Rivoluzione russa contiene definizioni di eventi, termini e concetti rilevanti per la Russia sotto lo zarismo, il governo provvisorio e i bolscevichi. Parole dalla M alla Z. Le parole non inglesi sono in corsivo. Queste definizioni sono state scritte dagli autori di Alpha History.

marxismo
Una teoria della storia e dell'ideologia politica sviluppata negli 1800 da Karl Marx.

Milrevcom (o MRC)
Il Milrevcom o Comitato Rivoluzionario Militare fu formato nell'ottobre 1917 su richiesta di Leon Trotsky, per pianificare le risposte paramilitari al governo provvisorio.

mir (o Yobscina)
Mir è una parola russa che significa "comune del villaggio". Si riferisce alla comunità locale e alla sua capacità collettiva di produrre e prendere decisioni.

Narodnaya Volya
(Russo, "volontà del popolo"). Il Narodnaya Volya era gruppo rivoluzionario della fine del X secolo X secolo, responsabile dell'assassinio dello zar Alessandro II.

Narodniki
Il Narodniki erano riformatori liberali della metà del XIX secolo, principalmente della classe media e delle università. Si avventurarono nelle aree rurali per offrire istruzione e illuminazione politica ai contadini e incitare alla rivoluzione, ma trovarono scarso interesse in entrambi.

nepman
Il 'Nepmen' era il nome dato a una classe capitalista di uomini d'affari, mercanti e commercianti emersi durante il Nuova politica economica (NEP). La maggior parte dei nepalesi erano piccoli grossisti o rivenditori, che acquistavano beni o risorse e poi li vendevano a scopo di lucro.

oblast
Un'area di amministrazione nella Russia imperiale, l'equivalente di una provincia o contea.

Yobscina (Vedi mir)

Okhrana
(Russo, "guardie"). Il Okhrana era una forza di polizia zarista, creata in 1881 da una ristrutturazione della Terza Sezione. Il Okhrana era principalmente interessato alla sicurezza dello stato e alla sicurezza personale dello zar. Lo ha fatto identificando e consegnando alla giustizia pericolosi gruppi rivoluzionari, anarchici o terroristici.

contadino
Un contadino o bracciante agricolo, di solito con poca o nessuna ricchezza (vedi anche batrak, bedniak, kulak).

Volontà delle persone (Vedi Narodnaya Volya)

Politburo
(Russo-inglese, "ufficio politico") Il comitato esecutivo del partito bolscevico e poi del partito comunista. Il primo Politburo, formato nell'ottobre 1917, aveva sette membri, ma questo numero fu ampliato dopo la rivoluzione bolscevica.

prodrazvyorstka
Il termine russo per la requisizione obbligatoria del grano sotto il comunismo di guerra (1918-21).

Pravda
(Russo, "verità"). Un giornale socialista russo formato nel 1903. Nel 1912 passò sotto il controllo bolscevico e in seguito fu la pubblicazione ufficiale del Partito Comunista.

rivoluzionario professionale
Un concetto alla base dell'ideologia leninista, secondo cui i rivoluzionari socialisti devono lavorare a tempo pieno ed essere totalmente impegnati nella causa della rivoluzione.

proletariato
Un termine usato per descrivere tutte le classi lavoratrici, in particolare quelle nei sistemi capitalistici. Nei contesti marxisti, il proletariato di solito si riferisce a lavoratori industriali o industriali.

Comitato provvisorio
Il sottocomitato della quarta Duma di Stato, costituito nel marzo 1917 per rispondere all'abdicazione di Nicola II.

Governo provvisorio
L'organismo incaricato di governare la Russia dopo il crollo dello zarismo nel marzo 1917. La missione principale del governo provvisorio era organizzare le elezioni per un'Assemblea costituente più permanente, mentre governava la Russia nel frattempo.

Red Army
La forza militare sovietica ufficiale, formata in 1918 dalle Guardie Rosse, elementi dell'esercito imperiale zarista e coscritti. L'esercito rosso ha difeso lo stato sovietico dai bianchi durante la guerra civile.

Guardie rosse
Unità della milizia formate dai bolscevichi nell'aprile 1917, apparentemente per proteggersi dall'aggressione controrivoluzionaria. La maggior parte delle guardie rosse erano operai; un numero minore erano soldati o marinai attuali o ex.

Red Terror
Un periodo di due anni durante la guerra civile russa, quando i bolscevichi usarono forze militari, unità di polizia segrete, violenza e intimidazioni per affermare il controllo e reprimere la resistenza. Gli obiettivi principali durante questo periodo erano agenti e simpatizzanti bianchi e stranieri, kulaki e SR di sinistra.

defencismo rivoluzionario
Una posizione adottata da alcuni socialisti russi nei confronti della prima guerra mondiale sostenevano che la Russia avrebbe dovuto rimanere in guerra ma solo per difendere la rivoluzione da possibili crolli o sconfitte.

ala destra
Descrive una persona, un gruppo o un punto di vista che è conservatore e si oppone al cambiamento o alla riforma.

russificazione
Una politica adottata in tutto l'impero russo da Alessandro III, a partire dai primi anni 1880. La russificazione ha imposto la lingua, la religione e la cultura russe a regioni non russe dell'impero, come la Polonia, la Finlandia e la Russia asiatica.

starets
Un anziano ortodosso russo o consigliere spirituale.

servo della gleba
Un contadino che è legato alla terra, e quindi in termini legali è di proprietà del proprietario terriero. I contadini russi erano servi fino a 1861, quando furono emancipati da Alessandro II.

Istituto Smolny (o 'lo Smolny')
Una ex scuola femminile che fu usata come quartier generale del partito bolscevico nel 1917. Gran parte dei preparativi per la Rivoluzione d'Ottobre furono organizzati nello Smolny.

socialismo
Nel marxismo, il sistema politico ed economico si è installato dopo il rovesciamento del capitalismo. Il socialismo è una fase di transizione tra capitalismo e comunismo.

sovietico
Un consiglio di delegati della classe operaia, ciascuno selezionato per rappresentare la propria unità di lavoro (ad esempio una fabbrica, una miniera o un'unità militare). Il Soviet di Pietrogrado, formato a marzo 1917, era il più grande e significativo degli 3,000 o giù di lì in Russia.

Ordine sovietico numero uno
Una risoluzione approvata dal Soviet di Pietrogrado nel marzo 1917, che richiedeva che tutti gli ordini del governo provvisorio fossero approvati dal comitato esecutivo del Soviet stesso. Questo ordine ha sfidato e minato l'autorità del governo provvisorio.

Sovnarkom
(Abbreviazione russa, "Commissari del popolo sovietico"). Il comitato esecutivo o gabinetto del governo sovietico. Il Sovnarkom contenuto tra i membri 15 e 22.

La cravatta di Stolypin
Un termine colloquiale per il cappio del boia, il cui uso è stato notevolmente ampliato durante il primo ministero di Petr Stolypin (1906-1911).

SRs (o Esers)
I socialisti-rivoluzionari, un partito politico di sinistra formato nel 1902. Le sue piattaforme principali erano il miglioramento dei diritti e delle condizioni per contadini e lavoratori; e l'equa ridistribuzione della terra. Gli SR godevano di un notevole sostegno da parte dei contadini russi.

stato
Nel marxismo, lo stato si riferisce ai gruppi e agli strumenti con cui un governo impone potere o controllo, come ministri, dipartimenti, funzionari pubblici, regolamenti e polizia.

sindacalismo
Una forma di socialismo in cui i sindacati oi collettivi dei lavoratori gestiscono le fabbriche o le unità di produzione, prendendo decisioni democraticamente e nel proprio interesse.

Palazzo Tauride
Un grande palazzo a San Pietroburgo, un tempo residenza estiva di Caterina la Grande. Il palazzo aveva una grande sala riunioni che veniva utilizzata dalla Duma di Stato (1906-1917), dal governo provvisorio (1917) e dal Soviet di Pietrogrado (1917).

caseggiato
Un alloggio affollato come un dormitorio o un castello, di solito in cattive condizioni.

Trudoviks
(Russo, "lavoratori"). Un partito socialista attivo nella politica russa tra il 1905 e il 1917. The Trudoviks erano una fazione separatista degli SR che conquistarono un gran numero di seggi nei primi due Duma di Stato, uno dei quali era Alexander Kerensky.

zar (anche scritto zar or czar)
Una parola russa per "imperatore", derivata dal latino "Cesare".

Tsarskoye Selo
Russo per "villaggio dello zar". Una piccola città a circa 15 miglia a sud di San Pietroburgo. La sede del Palazzo Alessandro, la residenza preferita di Nicola II.

avanguardia 
Una persona o un gruppo che fa da pioniere o apre la strada, di solito con idee nuove o migliorate. Durante la rivoluzione russa, Lenin ei bolscevichi spesso si definivano "l'avanguardia della rivoluzione" o "l'avanguardia del proletariato".

Vecheka (Vedi Cheka)

Vesencha
Il ramo del governo sovietico responsabile della politica e della gestione economica. Vesenkha aveva l'autorità di nazionalizzare le aziende, confiscare risorse, fissare obiettivi di produzione e decidere le condizioni di lavoro.

comunismo di guerra
Il nome dato alla politica economica bolscevica imposta durante la guerra civile russa (1918-21). Il comunismo di guerra ha cercato di fornire allo sforzo bellico la requisizione obbligatoria del grano, insieme a forti controlli statali sul lavoro e sulla produzione. È stato sostituito in 1921 dalla nuova politica economica (NEP).

Che cosa si deve fare?
Il nome di un testo 1903 scritto da Lenin, in cui delinea le sue opinioni sulla composizione, l'appartenenza e gli approcci tattici di un efficace partito rivoluzionario. È ampiamente considerato come il modello per il movimento bolscevico.

Eserciti bianchi
Un termine generico per le unità dell'esercito controrivoluzionario che hanno combattuto contro l'Armata Rossa bolscevica durante la guerra civile.

Russi bianchi
Prima della rivoluzione, questo si riferiva al popolo di etnia slava che abitava l'Ucraina e la Bielorussia. Dopo 1917 fu anche usato per descrivere coloro che si opposero al regime bolscevico e / o fuggirono come rifugiati durante la guerra civile.

Terrore bianco
Violenza e molestie perpetrate dagli eserciti bianchi contro sospetti sostenitori bolscevichi durante la guerra civile.

Palazzo d'Inverno
La residenza ufficiale della famiglia reale Romanov nella Russia zarista. Il Palazzo d'Inverno è un opulento edificio di 1,500 stanze che ha visto molti eventi critici della rivoluzione, tra cui la 'Bloody Sunday' e l'arresto del governo provvisorio il 26 ottobre 1917.

Opposizione dei lavoratori
Una fazione del partito bolscevico che emerse nel 1920, guidata da Alexander Shlyapnikov e sostenuta da Alexander Kollontai. Criticava la pianificazione economica centralizzata del governo sovietico e la crescente burocrazia, sostenendo che i lavoratori dovrebbero avere un maggiore controllo delle loro fabbriche e dei luoghi di lavoro.

zemstvo (plurale, zemstva)
Un consiglio locale rappresentativo. Il zemstva furono istituiti da Alessandro II nel 1864 e dotati dell'autorità legale per apportare miglioramenti locali nell'istruzione, nella sanità e nella politica sociale. Maggior parte zemstva erano dominati da nobili conservatori o liberali, quindi erano leggermente riformisti ma non rivoluzionari.

zubatovshchina
Il zubatovschina erano sindacati o associazioni dei lavoratori, creati e gestiti da agenti della Okhrana da 1902. Ciò è stato fatto come mezzo per limitare o controllare il dissenso antigovernativo. Hanno preso il loro nome dal Okhrana capo Sergei Zubatov.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Glossario della rivoluzione russa MZ"
Autori: Jennifer Llewellyn, John Rae, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/russianrevolution/russian-revolution-glossary-m-z/
Data di pubblicazione: 30 Maggio 2019
Data di accesso: Gennaio 25, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.