Regola diretta nell'Irlanda del Nord

regola diretta
Un opuscolo della NICRA che afferma che la Regola Diretta cambierebbe poco nell'Irlanda del Nord

L'imposizione del governo diretto da parte della Gran Bretagna arrivò dopo un periodo di disordini al limite dell'insurrezione. Nella primavera del 1972, la violenza nell'Irlanda del Nord era quasi fuori controllo. Incoraggiato dalle nuove reclute e dal crescente sostegno, il IRA provvisorio intensificato la sua campagna mortale contro i soldati britannici, i volontari del Reggimento di difesa dell'Ulster (UDR) e gli ufficiali del Royal Ulster Constabulary (RUC). Paramilitari lealisti divenne anche più attivo, attaccando obiettivi repubblicani e cattolici.

I civili sono stati spesso catturati nel fuoco incrociato di queste battaglie politiche, settarie e interne. Decine di innocenti sono stati uccisi o feriti. Giorno dopo giorno, il numero di vittime è salito più in alto. Internamento, Il tentativo di Stormont di limitare la violenza paramilitare, ha solo aumentato il sostegno per l'IRA e altri gruppi repubblicani.  

Quando l'IRA provvisoria fece esplodere un'autobomba in Donegall Street, a Belfast il 20th 1972 di marzo, uccidendo sette persone e ferendo 150 di più, il paese sembrava sull'orlo dell'anarchia. Primo Ministro dell'Irlanda del Nord Brian Faulkner ha presentato una petizione a Londra per poteri più ampi per far fronte alla violenza paramilitare. Anziché, Edward Heath Il governo conservatore ha preso in mano la situazione e l'Irlanda del Nord in base alla Regola Diretta.

Londra impone la regola diretta

Il governo diretto è stato imposto dalla legge dell'Irlanda del Nord (disposizioni temporanee), approvata dal parlamento britannico il 28 marzo 1972. Questa legislazione ha dato a Westminster il pieno controllo sulle principali decisioni politiche, sulle questioni di sicurezza e sul sistema giudiziario nell'Irlanda del Nord. Il governo esecutivo nelle Sei Contee è stato smantellato; l'ufficio del primo ministro dell'Irlanda del Nord è stato abolito; il parlamento dell'Irlanda del Nord a Stormont è stato sciolto.

Al loro posto, Westminster nominò un parlamentare britannico, William Whitelaw, come segretario di Stato per l'Irlanda del Nord. Significative decisioni politiche riguardanti l'Irlanda del Nord sarebbero prese a Londra e decise dagli Ordini in Consiglio. Il popolo dell'Irlanda del Nord continuerebbe a essere rappresentato dai membri eletti del parlamento britannico, ma non avrebbe più la propria assemblea o governo esecutivo. 

L'assunzione del controllo da parte di Londra doveva essere una misura temporanea, inizialmente per 12 mesi. È stato imposto per stabilizzare e calmare la situazione politica e fornire soluzioni per porre fine alla violenza settaria. In pratica, durerebbe 35 anni.

regola diretta
Lo standard dell'UDA, contenente la Mano Rossa e il motto "Chi ci separerà?"

Nell'Irlanda del Nord, le risposte alla Regola Diretta variavano. Alcuni sindacalisti hanno accolto con favore la mossa, ma la maggioranza l'ha considerata non necessaria e pericolosa. I sostenitori di Faulkner e il governo unionista si sono sentiti traditi, credendo che l'autonomia politica fosse stata strappata loro dalle mani. Per alcuni, l'imposizione della Regola Diretta era la prova che i paramilitari repubblicani erano riusciti a rendere impossibile il governo dell'Irlanda del Nord.

Molti unionisti sono diventati paranoici sul loro futuro. Nonostante le assicurazioni britanniche che il trasferimento fosse temporaneo e che lo status politico dell'Irlanda del Nord non sarebbe cambiato, molti credevano che le Sei Contee fossero in uno stato di limbo politico. I futuri tentativi di ripristinare l'autogoverno comporterebbero probabilmente compromessi per i nazionalisti o un governo di condivisione del potere. I giovani protestanti, stimolati dalla retorica politica e dalla propaganda, furono spinti in gruppi lealisti. L'Ulster Defense Association (UDA), un'organizzazione paramilitare costituita nel 1971 per difendere i lealisti dalla violenza repubblicana, è cresciuta notevolmente in questo ambiente di instabilità politica.

Acquisizione imperialista o ultima risorsa?

Anche le risposte nazionaliste al governo diretto sono state contrastanti. Alcuni nazionalisti moderati lo accolsero con favore, ritenendo che la rimozione degli unionisti dal potere avrebbe potuto porre fine a politiche segregazioniste e discriminatorie. Repubblicani e militanti nazionalisti, tuttavia, erano fortemente sospettosi e critici nei confronti del governo diretto. Gruppi radicali come il Provisional IRA lo descrissero come una presa di potere imperialista, il primo passo di Westminster verso l'assunzione del controllo completo dell'Irlanda del Nord.

In realtà, Direct Rule era l'ultima risorsa. Il governo britannico era consapevole dei potenziali problemi di assumere il controllo, ma aveva perso fiducia in Faulkner e nel suo approccio ottimista e talvolta provocatorio alle questioni di sicurezza. Temendo che l'Irlanda del Nord potesse trasformarsi nel suo Vietnam, Westminster prese il controllo con una certa riluttanza. Il governo diretto è stato discusso per la prima volta nel 1971, ma fonti governative lo descrivevano ancora come "ultima risorsa" nel febbraio 1972. La decisione finale fu presa dopo che i colloqui tra Brian Faulkner e il governo Heath si interruppero a metà marzo.

Violenza a spirale

regola diretta
Un memoriale per le vittime di un bombardamento lealista nel maggio 1972

Mentre le reazioni politiche alla Regola Diretta variavano, i risultati sul campo erano più certi. L'imposizione di Direct Rule ha innescato un aumento della violenza paramilitare unionista contro i cattolici, che ha alimentato un ciclo di violenza e omicidi tit-to-tat.

In aprile 14 1972 l'IRA provvisoria ha intensificato la sua campagna, facendo esplodere le bombe 24 in tutta l'Irlanda del Nord e provocando violente battaglie con armi da fuoco. Meno di un mese dopo i paramilitari unionisti hanno bombardato un pub cattolico a Ballymurphy, una zona cattolica di Belfast, innescando una serie di violenti scontri. Il IRA ufficiale ha dichiarato un cessate il fuoco a maggio, ma l'IRA provvisoria e altri paramilitari repubblicani hanno intensificato le loro campagne. Il 21 luglio, successivamente ribattezzato "Bloody Friday", l'IRA provvisoria ha fatto esplodere 22 bombe su Belfast, uccidendo nove persone.

Le prove più agghiaccianti per il fallimento della Regola Diretta si trovano nel numero di vittime. Solo in 1972, le persone 467 sono state uccise, il numero più alto di tutti gli anni nei problemi.

punti chiave della regola diretta

1. A marzo 28 1972 il governo britannico, guidato da Edward Heath, impose la Regola Diretta nell'Irlanda del Nord, sciogliendo il suo governo e prendendo il controllo.

2. La regola diretta è stata imposta a causa del peggioramento della situazione della sicurezza, del calo della fiducia in Brian Faulkner e di un'interruzione dei negoziati con Belfast.

3. La Regola Diretta nell'Irlanda del Nord doveva essere temporanea, per un periodo iniziale di 12 mesi, tuttavia, sarebbe durata più di 35 anni.

4. Le risposte alla regola diretta sono state miste. La maggior parte degli unionisti lo considerava un tradimento del proprio governo, i repubblicani radicali come un atto di imperialismo.

5. L'imposizione di Direct Rule non ha fatto nulla per reprimere il disordine civile e la violenza paramilitare, con 1972 di gran lunga l'anno più mortale dei Troubles.

fonti di regole dirette

James Chichester-Clark risponde a Direct Rule (1972)
NICRA risponde all'imposizione di Direct Rule (1972)

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Governo diretto in Irlanda del Nord"
Autori: Rebekah Poole, Jennifer Llewellyn
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/northernireland/direct-rule-northern-ireland/
Data di pubblicazione: Gennaio 25, 2018
Data di accesso: October 10, 2021
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.