Zhou Enlai

Zhou Enlai (1898-1976) era un leader politico e rivoluzionario comunista cinese. Ha servito come premier e ministro degli esteri nel Repubblica Popolare Cinese, ed è stata la seconda figura più influente del paese dopo Mao Zedong.

Zhou Enlai

Nato nella Cina orientale da una famiglia di studiosi e burocrati, Zhou ha ricevuto un'istruzione moderna a Shenyang. Ha studiato la letteratura dei riformatori cinesi e si è interessato al marxismo nella tarda adolescenza. Nel 1919, Zhou ha partecipato al Maggio 4th Movement, un'ondata di manifestazioni studentesche che costituirono una base popolare per il comunismo cinese. Zhou ha continuato il suo coinvolgimento nei gruppi di sinistra, portando al suo arresto in 1920. Si è unito al Partito comunista cinese, ha trascorso del tempo in Europa e ha lavorato come commissario presso l'Accademia militare di Huangpu.

Zhou Enlai ha partecipato al Lunga marcia di 1934, in seguito emergendo come importante leader del partito al fianco di Mao Zedong. Ha anche lavorato come tattico militare durante la guerra civile cinese.

Zhou divenne il primo ministro della Cina dopo la vittoria comunista nel 1949. Abile negoziatore e realista politico, Zhou si dimostrò un ideale contrappeso al più appassionato e impulsivo Mao. 

Mentre Mao ha tentato radicali riforme socialiste per l'economia e la società cinese, Zhou ha gestito le questioni di politica estera, formulando risposte alle Guerra di Corea, Affari sino-sovietici e relazioni cinesi con l'Occidente. Fu Zhou a incoraggiare il riavvicinamento con gli americani all'inizio degli anni '1970, organizzando visite in Cina da parte del Segretario di Stato americano. Henry Kissinger e presidente Richard Nixon. Zhou ha anche avviato migliori relazioni con gli altri rivali della guerra fredda della Cina, tra cui Giappone, Germania occidentale, Italia, Canada e Australia.

A metà degli 1970, Zhou era caduto in fallo su Mao Zedong, a causa delle differenze rispetto al Rivoluzione culturale. Zhou morì di cancro nel gennaio 1976. Secondo alcuni resoconti il ​​cancro di Zhou fu diagnosticato già nel 1972, ma Mao ordinò che i risultati dei test fossero nascosti a Zhou e alla sua famiglia. 

Mentre Mao era apparentemente felice di averlo allontanato, Zhou fu ampiamente pianto dal popolo cinese. Nonostante i divieti del governo, circa due milioni di persone si sono radunate in piazza Tiananmen, a Pechino, per piangere la morte di Zhou.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Zhou Enlai"
Autori: Jennifer Llewellyn, Steve Thompson
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/coldwar/zhou-enlai/
Data di pubblicazione: October 27, 2018
Data di accesso: Giugno 27, 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.