Joseph Stalin

joseph stalin

Joseph Stalin (1879-1953, nato Josef Dzhugashivili) era un rivoluzionario comunista russo e, dalla fine degli anni '1920, il leader dittatoriale dell'Unione Sovietica. Di Stalin de facto la leadership del comunismo mondiale ha plasmato lo sviluppo del Partito comunista cinese (PCC) e la stessa rivoluzione cinese.

sfondo

Nato in una famiglia di contadini della Georgia, Stalin ha studiato per entrare nel sacerdozio prima di lasciare il seminario e di dedicarsi alla politica radicale. Si unì al movimento rivoluzionario bolscevico sotto Vladimir Lenin, raccogliendo fondi per il gruppo attraverso rapine in banca ed estorsioni.

Con la rivoluzione 1917 in Russia, Stalin era salito ai ranghi senior del partito bolscevico, sebbene non fosse tra i suoi leader intellettuali. Quando Lenin fu inabilitato da un colpo importante in 1922, Stalin iniziò ad accumulare supporto in preparazione di una carica alla guida.

Dittatore sovietico

Dopo la morte di Lenin nel 1924, Stalin superò in astuzia il suo principale rivale Leon Trotsky, costringendolo infine all'esilio. Alla fine degli anni '1920, Stalin era il sovrano incontrastato dell'Unione Sovietica. Ha implementato le proprie politiche, tra cui "socialismo in un paese" (una ritrattazione dal socialismo internazionale), espansione delle forze armate, rapida crescita industriale e collettivizzazione delle fattorie contadine russe. Le politiche agricole di Stalin furono la causa principale della carestia sovietica del 1932-33 che uccise fino a otto milioni di persone, la maggior parte delle quali in Ucraina.

Stalin era ancora più spietato con sospetti rivali politici e nemici dello stato. Sotto il suo dominio, l'Unione Sovietica divenne nota per le sue epurazioni, i processi per gli spettacoli, la polizia segreta, la sorveglianza dei cittadini, la censura, la propaganda, la tortura e le uccisioni extracontrattuali. Stalin ha anche autorizzato un intenso culto della personalità che lo ha dipinto come un sovrano forte ma benevolo.

Influenza sulla rivoluzione cinese

In qualità di leader del più grande stato socialista del mondo, Stalin esercitò una notevole influenza sia sul giovane Partito Comunista Cinese (PCC) che sulla Rivoluzione Cinese.

Attraverso il Comintern di Mosca, Stalin ha fornito tempestivamente sostegno e direzione al PCC, ma pensava che il partito cinese fosse troppo piccolo e debole per dare inizio a una rivoluzione socialista. Invece, Stalin scelse di sostenere Jiang Jieshi e il Guomindang. Sperava di sfruttare la loro forza militare, aspettando il momento in cui i comunisti potessero infiltrarsi e prendere il controllo del Guomindang.

Dopo il Massacro di Shanghai dell'aprile 1927, Stalin sostenne la formazione di un'Armata Rossa cinese e di sovietici contadini nelle aree rurali. La sua principale preoccupazione negli 1930, tuttavia, stava impedendo alla Cina di essere invasa dagli imperialisti giapponesi. Di conseguenza, Stalin mantenne il sostegno sia del PCC che dei nazionalisti.

stalin
Mao e Stalin durante la visita di Mao a Mosca nel dicembre 1949

Rapporti con Mao Zedong

La relazione tra Stalin e il leader del PCC Mao Zedong era complesso. In pubblico, Mao ha raccolto elogi su Stalin, salutandolo come leader visionario e amico dei comunisti cinesi. In privato, tuttavia, i due leader presentavano significative differenze ideologiche, unite da una scarsa considerazione reciproca.

Mao e Stalin non si incontrarono fino alla fine del 1949, durante la visita di stato di Mao a Mosca. Non andò bene, Stalin snobbò Mao e offrì una misera quantità di aiuti militari. Stalin ha anche accennato alla volontà di impegnare le forze sovietiche se fosse scoppiata la guerra nella penisola coreana.

Quando il Guerra di Corea esploso in 1950, Stalin si rifiutò di schierare forze di terra, fornendo solo un po 'di supporto aereo. Ha anche fornito armi e munizioni ai cinesi, ma ha insistito sul fatto che gli avrebbero dovuto pagare l'intero prezzo. Questi incidenti e promesse non mantenute insegnarono a Mao a non fidarsi più di Stalin, sebbene in pubblico mantenne la sua lode del leader sovietico.

Stalin morì nel 1953, lasciando Mao come il leader comunista più anziano del mondo.

Informazioni sulla citazione
Titolo: "Joseph Stalin"
Autori: Glenn Kucha, Jennifer Llewellyn
Editore: Alpha History
URL: https://alphahistory.com/chineserevolution/joseph-stalin/
Data di pubblicazione: Gennaio 25, 2016
Data di accesso: 26 Novembre 2022
Copyright: Il contenuto di questa pagina non può essere ripubblicato senza la nostra espressa autorizzazione. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo, consultare il nostro Condizioni d'uso.