1827: un uomo vende la moglie "disponibile" per cinque dollari; "Le campane suonarono".

Le Gazzetta di Brighton registra due casi di vendita di mogli dell'inizio del XIX secolo, uno nella stessa Brighton, l'altro a Buckland, vicino a Taunton. Si ritiene che uno o entrambi questi casi abbiano ispirato la vendita della moglie di Henchard in Thomas Hardy's Il sindaco di Casterbridge:

Maggio 1826:
“Un uomo di Brighton condusse una donna dall'aspetto ordinato fino a una delle bancarelle del mercato, con una cavezza al collo, e la offrì in vendita. Fu presto trovato un acquirente, che la comprò per 30 scellini, che pagò, e se ne andò con il suo affare tra i sogghigni e le risate della folla, ma non prima che la transazione fosse stata regolarmente registrata dall'impiegato del registro del mercato e del pedaggio. di uno scellino pagato. Pagò anche uno scellino per la cavezza e un altro scellino all'uomo che svolgeva l'ufficio di banditore. Sappiamo che erano contadini e che la donna ha avuto due figli dal marito, uno dei quali lui acconsente a tenerlo, e l'altro lo aggiunge... per giunta."

Dicembre 1827:
«A Buckland, un lavoratore di nome Charles Pearce ha venduto la moglie al calzolaio Elton per cinque sterline e l'ha consegnata in una cavezza nella pubblica via. Sembrava molto disponibile. Le campane suonarono. "

Fonte: Gazzetta di Brighton, 25 maggio 1826 e 6 dicembre 1827. Il contenuto di questa pagina è © Alpha History 2019-23. Il contenuto non può essere ripubblicato senza il nostro esplicito consenso. Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare la ns Condizioni d'uso or contatta Alpha History.